ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

DIARIO DEL COMMISSARIO DE LUCA
Vai a 1, 2, 3 ... 45, 46, 47  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Carla



Registrato: 10/03/04 11:38
Messaggi: 1245

MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2006 18:31    Oggetto: DIARIO DEL COMMISSARIO DE LUCA Rispondi citando


COME RICHIESTO DA ALESSANDRO, COMINCIAMO A SCRIVERE INFORMAZIONI SU QUESTO NUOVO LAVORO DEL NOSTRO CAPITANO.
Quindi mi affido alle bravissime "ricercatrici d'assalto", per postare quante più notizie possibili e creare i magnifici salotti culturali...che sono la nostra specialità !!!! Allora, cominciamo ?
Un abbraccio


Presto arriva in tv il personaggio tratto dai romanzi di Carlo Lucarelli
1945, il commissario De Luca alle prese col crimine
Roma. Lo scrittore Andrea Camilleri ha creato il commissario Montalbano, diventato poi, nel volto di Luca Zingaretti, un idolo del piccolo schermo. Sulla scia di quel successo anche l'autore di gialli Carlo Lucarelli presterà una sua creatura, il commissario De Luca, al tubo catodico per tre tv movie tratti dai romanzi "Carta bianca", "L'estate torbida" e "Via delle Oche". "De Luca è un commissario di polizia che opera dopo la seconda guerra mondiale - spiega l'autore - ma in realtà si nasconde in una questura perché è compromesso con il vecchio regime, dunque è ricattabile, privo di potere, ma anche con un forte senso del dovere".
Il romanzo "Carta bianca" è ambientato nel 1945, durante gli ultimi giorni di Salò: in quegli anni De Luca lascia la polizia politica e si trova ad indagare su un omicidio compiuto nei quartieri alti, in grado di svelare intrighi e segreti dei gerarchi. Ne "L'estate torbida" il commissario è in fuga, fin quando non viene riconosciuto e costretto a lavorare su una strage dal movente delicato. Mentre in "Via delle Oche" De Luca torna a Bologna e unisce i fili di tanti delitti che sembrano non essere collegati fra di loro.
Ma quanto c'è di Montalbano in de Luca e quanto potrà servire l'esperienza di Montalbano per il commissario De Luca fresco di televisione? "Sicuramente sono due personaggi italiani e vengono tutti e due dalla tradizione del giallo italiano, ma per il resto non hanno niente in comune", tronca Lucarelli.
Libero da francobolli politici o revisionisti, come le fiction sulla regina Maria Josè e l'eroe Perlasca, De Luca attirerà lo spettatore solo per il suo fiuto. "Il commissario De Luca non ha niente a che fare con il revisionismo, non ha schieramento politico e poi non lo vedo come personaggio del tutto positivo. Non ha fatto una scelta quando avrebbe dovuto farla, è questo il problema che si porta dietro e che lo rende vulnerabile. E' certo comunque che metterebbe chiunque in galera se avesse commesso un crimine".
Come fu per Montalbano anche per il De Luca televisivo la difficoltà starà nel trovare un attore che lo dovrà incarnare, con i suoi vizi, il suo dialetto, il suo modo di agire e parlare. "Non ho in mente nessuno perché non ho mai descritto De Luca nei romanzi - sottolinea Lucarelli - So solo che ha tra i 35 e i 40 anni. Certo vorrei che fosse interpretato da un attore bravo come Zingaretti, non un nome che va di moda o una faccia troppo televisiva ".
Ma, al di là dei tre film-tv, nel futuro di Lucarelli c'è anche il cinema. "Sto scrivendo due sceneggiature per il cinema: "Laura di Rimini" tratta da un mio romanzo e "Diabolik" scritta a quattro mani con Giampiero Rigosi per una produzione francese. Poi - conclude lo scrittore - in estate probabilmente lavorerò ad un quarto romanzo con il commissario ancora protagonista
"

Tiziana Leone (06/04/2002 "Il Secolo XIX")
_________________
Carla -
Adricesta


L'ultima modifica di Carla il Ven Feb 09, 2007 12:48, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Cidi



Registrato: 10/03/04 13:55
Messaggi: 2510

MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2006 19:09    Oggetto: Rispondi citando


Grazie Carla carissima,per questa notizia futur-televisiva.

Non vedo l'ora di vedere questa nuova avventura di Alessandro Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
_________________


L'ultima modifica di Cidi il Sab Mag 05, 2007 10:25, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
anonimo
Ospite





MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2006 19:58    Oggetto: Rispondi citando


Grazie Carla!
Saremo felici di andare a scoprire qualcosa in più!
FORZA ALE..E UN BACIO A TUTTE!

Maria Giulia
Top
Carla



Registrato: 10/03/04 11:38
Messaggi: 1245

MessaggioInviato: Mer Dic 13, 2006 23:37    Oggetto: Rispondi citando


CLAUDIA HA SCRITTO :

CARLO LUCARELLI ha scritto:


CARTA BIANCA

Aprile 1945. Negli ultimi giorni della repubblica di Salò, un omicidio dei quartieri alti apre a chi indaga squarci sul mondo dei gerarchi, su un traffico finanziario-spionistico tra il regime e i nazisti, sulla corruzione di una classe dirigente dai giorni contati. E a poche ore dal crollo finale, il commissario De Luca scopre una torbida verità e, nella confusione e la paura, è chiamato a una scelta. "Carta Bianca" è un racconto giallo a pretesto, in cui è il fascismo pretesto per la trama poliziesca e per quella caratteristica interrogazione morale in cui il giallo confluisce. Dittature e totalitarismi si prestano infatti a quelle situazioni di precarietà del diritto in cui la malinconia, connaturata a chi investigando fruga nelle vite, diventa l'ultimo rifugio del senso di giustizia.



L'ESTATE TORBIDA

Con L'estate torbida Carlo Lucarelli ha scritto il suo secondo romanzo giallo. Il primo - pubblicato nel 1990 da questa casa editrice col titolo Carta bianca - è nato da una tesi di laurea sulla polizia della Repubblica di Salò (nascita non singolare per chi sappia quanto il racconto poliziesco s'adagia sulla storia, sull'evento quotidiano, e quanto gli è parente l'occhio cinico o moralista dello storico). E dalla storia della polizia repubblichina, Lucarelli ha tratto, non tanto un singolo caso misterioso, quanto una atmosfera torbida, foriera di ogni possibile intrigo e di disillusione inquieta degli onesti: un miscuglio, letterariamente felice, di modernità raggiunta e senso dell'abisso, di lusso e precarietà, di lotta per la sopravvivenza e abbandono al destino. Ma soprattutto, ha distillato da quell'atmosfera un personaggio vivido, il commissario De Luca, uomo onesto e laico in un mondo di corruzione e di ideologie, funzionario fedele al dovere tra i felloni, moralmente certo, nel pieno della notte, che qualcosa va salvata alla luce che verrà. Nell'estate torbida seguente al tracollo del fascismo, De Luca, richiamato ufficiosamente a indagare, si occupa di una strage dai misteriosi moventi e dalle delicate implicanze.


VIA DELLE OCHE

Via delle Oche, a Bologna, è una strada rinomata. Prima della Legge Merlin, vi erano le case chiuse. Tra mercoledì 14 aprile 1948 e giovedi 15 luglio 1948 (un pugno di mesi che include svolte decisive: le elezioni del Quarantotto, l'attentato a Togliatti, Bartali maglia gialla) un'inchiesta di polizia si svolge, che muove da un delitto in un casino, cui seguono alcuni omicidi disparati e apparentemente indipendenti. Il commissario De Luca lavora per forzarne l'apparente autonomia e ridurli a un unico disegno. Alberto Savinio aveva decretato l'assurdità, per ragioni d'ambiente, di un 'giallo' italiano. Varie prove hanno dimostrato incauta quella profezia. Tra queste prove hanno un posto importante le inchieste di De Luca: un commissario, si direbbe, alla Ingravallo del "Pasticciaccio brutto". Investiga - e a questo deve il suo successo e la sua italianità - per una specie di intuito storico; conosce, per condivisione, il grumo profondo, il ritmo, la legge, in cui la cronaca italiana - criminale, in questo caso - germoglia dalla storia d'Italia. E coglie la verità del delitto nell'attimo in cui la ragione dello stato e della storia viene ad inghiottirla. E in quell'attimo, come per un ultimo guizzo, quella verità appare piena e chiara. Sempre più profonda, più triste e inaspettata di quanto apparisse a lui, e al lettore.



_________________
Carla -
Adricesta
Top
Profilo Invia messaggio privato
ellebi



Registrato: 20/10/04 07:40
Messaggi: 516
Residenza: roma

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 07:47    Oggetto: Rispondi citando


Non ho mai letto nulla di Lucarelli, anche se , stimandolo molto come giornalista ed autore televisivo, mi ero ripromessa di farlo, ed ora...ecco l'occasione buona!!!

Ieri ho ordinato i tre libri nella libreria vicino a casa e credo che prima di Natale me li faranno avere.

Qualcuno di voi li ha gia' letti?

Il commissario De Luca si prospetta come un uomo molto complesso ed interessante. Un personaggio diverso, una nuova sfida per un grande attore.

Buona giornata.
Loretta
Laughing Laughing Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
WALLY



Registrato: 10/03/05 08:30
Messaggi: 874

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 10:40    Oggetto: Rispondi citando


Grazie Carla per la notizia; sarà una ghiotta occasione per acquistare questi tre libri e conoscere quindi l'autore e le storie che verranno rappresentate poi in video dal ns. caro capitano, futuro commissario De Luca. Very Happy Very Happy Sempre in pista con storie e personaggi interessanti. Wink Wink
Un'altra stimolante opportunità di conoscenza della letteratura italiana.
Ciao a presto
Wally

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33264

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 11:54    Oggetto: ALESSANDRO sarà IL COMMISSARIO DE LUCA, 4 film RAIFICTION Rispondi citando


Carissime/i,

la trilogia dedicata al COMMISSARIO DE LUCA non è molto conosciuta al grande pubblico che segue da tempo, in televisione come in libreria, e recentemente anche al cinema, CARLO LUCARELLI, uno dei grandi giallisti contemporanei, nato a Parma nel 1960, autore e personaggio televisivo tra i più seguiti degli ultimi anni. I tre libri, che appartengono al filone del "giallo storico" tanto congeniale a Lucarelli, sono opere "giovanili" pur se l'abile investigatore protagonista è uno dei personaggi meglio riusciti: il primo, "Carta Bianca", che prende spunto da una tesi di laurea sulla polizia della repubblica di Salò mai presentata, è scritto nel 1990; del 1991 "L'estate torbida", nel 1996 si chiude (per ora) con "Via delle Oche".



Nota: la trilogia è pubblicata solo da EDITORE SELLERIO di Giorgianni - Collana La memoria.
Non lasciatevi trarre in inganno dal titolo "Via delle Oche", copertina b/n, Editore CLUEB - Collana Simulazioni: il libro è stato scritto da Lucarelli, ma propone la versione teatrale dell'omonimo romanzo.




Aggiornamento a proposito della trasposizione televisiva:
Le riprese inizieranno il 7 maggio a ROMA,
poi il set si trasferirà a BOLOGNA.
Le prime dichiarazioni di ALESSANDRO

http://www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=5702&postdays=0&postorder=asc&start=135

MARZO 2007 - I FILM TV SARANNO 4: si aggiunge alla serie un altro poliziesco storico "Indagine non autorizzata" (2005), stesso autore, stesso periodo, l'inchiesta però nel libro non era affidata allo stesso personaggio; l'adattamento che soddisfa appieno Carlo Lucarelli la porterà all'esame del commissario De Luca.

- Intervista da Il Resto del Carlino, 30 marzo 2007 -

- L'attualità di De Luca?
"E' un personaggio che riflette la fragilità dei nostri tempi. Quando sembra che intorno alle istituzioni si creino delle zone oscure e il senso dello Stato si svuota di veri significati. De Luca è un uomo che, per arrivare alla verità, deve 'sporcarsi', entrare in contatto con la corruzione. E' un uomo che si muove su un terreno di frontiera instabile". -

www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=5702&postdays=0&postorder=asc&start=165




P.S. - Maggiori informazioni circa l'uscita in Spagna de "El comisario De Luca", volume che raccoglie la traduzione in lingua spagnola della trilogia: "Carta blanca", "El verano turbio" e "Via delle Oche". e la presentazione fatta da Lucarelli in occasione del festival Semana Negra de Gijón. Da pag. 8 di questo topic:
www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?t=5702&start=360


Novità: anche in Germania esiste un sito che recensisce i libri di Carlo Lucarelli, la trilogia dedicata al Commissario De Luca in primis: http://www.krimi-couch.de/krimis/carlo-lucarelli.html ,
ma questa è un'altra storia... per chi conosce la lingua tedesca.

NEU! Con l'ausilio di lila abbiamo tradotto le recensioni tedesche:
www.alessandropreziosi.tv/forum/viewtopic.php?p=215262
„Freie Hand für De Luca“ „Der trübe Sommer“ „Der rote Sonntag“








Al termine di questa mia prima incursione nel DIARIO DEL COMMISSARIO DE LUCA, non potevo non presentarvi l'autore ed il suo sito ufficiale dove troverete molte informazioni, mai tutte perché Carlo è una menta fervida in continua evoluzione e perpetuo movimento. Non lasciatevi impressionare dal colore nero, ama anche il blu che lo ha portato in televisione...
il seguito alla prossima indagine!




_________________


L'ultima modifica di genziana il Gio Ago 09, 2007 00:32, modificato 6 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
DOLLY



Registrato: 07/12/06 19:38
Messaggi: 194

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 12:21    Oggetto: Rispondi citando


CHE BELLO VEDERE ALE IN UNA NUOVA IMPRESA COSì INTERESSANTE.... QUANDE SFACCETTATURE... CAPITANO, CONTE.... E ORA PER SINO COMMISSARIO! COMPLIMENTI.... Razz TUTTI RUOLI EROICI CHE FANNO UN Pò PARTE DEL TUO "IO"....
IN BOCCA AL LUPO..... Wink Wink !! Razz Very Happy Exclamation
_________________
Ciò che nasce come puntino si può trasformare in punto di riferimento..Sn le piccole cose che ti danno le più grandi emozioni...
Alessandro è una di queste!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 13:14    Oggetto: Rispondi citando


Io sto facendo Ricerche e per ora vi posto la sua biografia per conoscere meglio l'autore che andremo a trattare

www.geocities.com/spanio/libri.html ha scritto:


Biografia di Carlo Lucarelli

Carlo Lucarelli nasce a Parma (l'Emilia Romagna è costantemente presente nei suoi romanzi) il 26 ottobre 1960, e vive a Mordano, in provincia di Bologna.

Scrittore (membro dell'Associazione Scrittori Bolognesi e della sezione italiana dell'AIEP - Associazion Internazional Escritor de Poliziaco) e fondatore del Gruppo 13 che riunisce i giallisti emiliano-romagnoli, commediografo, cronista di nera, sceneggiatore di videoclip (anche di uno di Vasco Rossi), coordinatore di una rivista su Internet (Incubatoio 16), docente di scrittura creativa alla scuola "Holden" e nel carcere "Due Palazzi" di Padova, Carlo Lucarelli svolge la tesi di laurea sulla polizia della Repubblica di Salò.

Esponente di spicco del nuovo noir anni novanta, Lucarelli ha reinterpretato i moduli della narrativa di genere per indagare le contraddittorie e molteplici realtà della società contemporanea. Ha pubblicato una serie di romanzi e raccolte di racconti, che hanno sempre riscosso un lusinghiero successo di critica e di pubblico.

Canta a tempo perso in un gruppo post punk, Progetto K. Collabora e ha collaborato con quotidiani e riviste Il Manifesto, Il Messaggero, L'Europeo...), è stato cronista di nera per il Sabato Sera di Imola dal 1991 al 1996 e conduce una fortunata trasmissione televisiva sui delitti irrisolti, "Mistero in blu" poi diventata "Blu notte".

Ha collaborato inoltre alla sceneggiatura del film "Non ho sonno" di Dario Argento, ed è uno degli autori del programma di Celentano andato in onda dal 26/4/01 (25 milioni di c.....e). Da uno dei suoi maggiori successi editoriali, è stato tratto un film - "Almost Blue".

Dal 1985 scrive testi (soprattutto commedie) per la "Compagnia delle feste" di Mordano - un gruppo amatoriale del paese in cui vive.

Dal 4 febbraio 2002 RAISTEREO3 ha trasmesso 20 puntate del suo radiothriller - Radio Bellablù.

Nel novembre 2002 Carlo Lucarelli aderisce ufficialmente alla fondazione Arezzo Wave Italia entrando nell'Advisory Board (comitato di Garanzia).


Spero di essere stata d'utilità!!!!!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 13:21    Oggetto: Rispondi citando


Ecco presentati uno dei tre libri che vede come pro tagnista "Il commissario De Luca

Via delle Oche
Sellerio - Palermo - 1996

Ultimo (?) romanzo della serie del commissario De Luca, ambientata a ridosso delle elezioni del 1948.

E lo sfondo "politico" con lo scorrere della vicenda diventa sempre di più motivo e pretesto di una serie di omicidi che ruotano attorno a Via delle Oche, una strada di Bologna che un tempo "ospitava" delle case chiuse.

E' forse la più bella delle storie della serie del commissario, e il finale lascia al lettore la sensazione/speranza che prima o poi, tornerà a leggere una nuova avventura del grande De Luca.



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Cindy



Registrato: 24/07/06 13:30
Messaggi: 156

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 14:11    Oggetto: Rispondi citando


La notizia di questo nuovo lavoro data da Preziosi è stato veramente un bel Regalo di Natale per tutti i suoi fans.

In primo luogo per "la primizia" ma anche per l'entità del lavoro, che si preannuncia una cosa impegnativa e molto appropriata per la sua carriera artiatica in questo momento.

Se i copioni rispetteranno i testi originali, sarà un personaggio che per Alessandro dovrà nascere dalle sue rielaborazioni interiori di Pesasoa, Consalvo e un poco anche Colombo!!!

Sarà un bel lavoro d'introspezione.... Auguri di cuore, Alessandro!!!!!

e un saluto a tutte voi.

Cindy Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes [size=18][/size]
_________________
L'amore è........
Top
Profilo Invia messaggio privato
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 14:34    Oggetto: Rispondi citando


....... E PER COMPLETARE IL MESSAGGIO PRECEDENTE MANDO UN GROSSISSIMO IN BOCCA AL LUPO PER QUESTO SUO NUOVO LAVORO!!!!

iN BOCCA AL LUPO CAPITANO!!!!!

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33264

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 14:49    Oggetto: DIARIO DEL COMMISSARIO DE LUCA Rispondi citando


IBS.it INTERNETBOOKSHOP ha scritto:



LUCARELLI, CARLO, Carta bianca

LUCARELLI, CARLO, L'estate torbida

LUCARELLI, CARLO, Via delle Oche



scheda di De Federicis, L.,

Rivista L'INDICE 1996, n.11



Di Carlo Lucarelli sono usciti in sei anni nove titoli. Brevi romanzi che raccontano misteri e trame delittuose. Alcuni sono estravaganti, come l'insolito "Guernica" (Minotauro, 1996), avventura nella Spagna del 1937; uno, sull'Italia degli anni trenta, è un Giallo Mondadori ormai introvabile, "Indagine non autorizzata" (1993, con intervista a cura di Lia Volpatti); tre formano la serie che ha per protagonista il commissario De Luca. Fra i narratori con ambizioni letterarie della sua generazione Lucarelli, nato a Parma nel 1960, è l'unico che abbia scelto di investire il proprio notevole talento nel genere codificato del romanzo poliziesco. E rispetto ai grandi autori italiani, da Gadda a Sciascia, che hanno utilizzato i meccanismi dell'inchiesta ma per far altro, Lucarelli si distingue perché dentro il genere vuole starci. Il suo è un poliziesco storico. Il periodo che lo interessa è quello del fascismo, specie alla fine, nel torbido passaggio dalla guerra civile alla ricostruzione. Di libro in libro, il commissario De Luca acquista uno sfondo e una carriera. Ha vinto il concorso nel 1928; è stato il più giovane commissario della polizia italiana, con tessera del Partito (è normale); e con tessera inoltre durante Salò, e nella squadra politica della Muti. In "Carta bianca", aprile 1945, nonostante il disastro degli ultimi giorni De Luca s'accanisce a scoprire l'assassino di un bell'uomo che piaceva a tutti (pugnalato al cuore e all'inguine). Ma infine scappa, verso il Nord, saltando in fretta su un'automobile. Qualche mese dopo, in "L'estate torbida", lo ritroviamo fuggiasco per i paesi della Romagna, sotto falso nome; ma è riconosciuto, costretto a indagare su un caso di strage; e in conclusione eccolo con le manette ai polsi spinto dai carabinieri. In "Via delle Oche", terzo episodio, è il 1948, a Bologna. Fra aprile e luglio - con le elezioni, l'attentato a Togliatti, e Bartali maglia gialla - De Luca, che è stato declassato a vice commissario della Buoncostume, seguendo la cattiva stella di investigatore per passione, e muovendosi da un bordello all'altro, scopre la pasticciata ragion di stato nascosta dietro tre delitti. Peggio per lui .Il libro termina lasciandolo seduto su un divanetto, mentre aspetta che il questore lo chiami per avviarlo a non si sa quale destino. La frase preferita (e la giustificazione) di De Luca è "Sono un poliziotto". Invece Lucarelli ha spiegato che lo attira quanto c'è di ambiguo nella figura del poliziotto, "strumento della verità" e "strumento del potere". Può dar fastidio, in Lucarelli, una certa propensione a uscire dalle vecchie mitologie per entrar subito nelle nuove, da cui viene il tipo del fascista innocente. A compenso, vale la sua capacità di creare un universo romanzesco, che coincide con il momento storico osservato però dal basso, là dove poliziotti e assassini stanno insieme, e più delle idee spiccano i corpi. Lucarelli è visivo (come tutti gli scrittori che frequentano anche fumetti e video) e selettivo. Costruisce mentalità e personaggi insistendo su due o tre particolari opportunamente ingranditi. Un vestito a fiori o una ciabatta, o l'occhiata, il gesto, stringersi nelle spalle, mordersi il labbro.






E come sottolinea Cindy, GRAZIE Alessandro per questo DONO di NATALE,
l'anticipazione di un futuro impegno artistico riservata SOLO al suo Forum!

Insieme, IN BOCCA AL LUPO Capitano, futuro Commissario, Piero e Giuly


_________________


L'ultima modifica di genziana il Gio Dic 14, 2006 14:54, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Doni



Registrato: 18/01/06 20:27
Messaggi: 6010
Residenza: Bergamo

MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 14:50    Oggetto: Rispondi citando


Anch'io, come Loretta non ho mai letto Lucarelli..ma l'annuncio di Alessandro mi ha incuriosito, curisodando in internet, devo dire che la storia mi affascina.
Un bel personaggio il Commissario De Luca.

Ad Alessandro.... un grosso in bocca al lupo !!!!!!!!


Carta Bianca
Sellerio - Palermo - 1990

E' il primo romanzo di Lucarelli, ambientato nell'aprile del 1945.

E' il primo dei tre in cui compare il commissario De Luca, un personaggio malinconico e a volte pauroso. Sono gli ultimi giorni della Repubblica di Salò e un omicidio apre a chi indaga squarci sul mondo dei gerarchi e su traffici clandestini... sono 121 paginette che si leggono in un soffio

ps. Tra un po' esco.. vediamo se in bilioteca li trovo Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
anonimo
Ospite





MessaggioInviato: Gio Dic 14, 2006 19:37    Oggetto: Rispondi citando


Grazie a tutte...! Very Happy
Io Sabato mi recherò in libreria...e spero di non tornare a mani vuote!!! Wink Forza Ale..grazie per averci comunicato il tuo futuro impegno...sei sempre il nostro Capitano! Very Happy

Un caro abbraccio a tutte,

Maria Giulia
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3 ... 45, 46, 47  Successivo
Pagina 1 di 47

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati