ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

O.C. Pescara ADRICESTA dona AMBULATORIO CHIRURGIA ONCOLOGICA
Vai a Precedente  1, 2, 3
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
franca3



Registrato: 20/02/10 20:06
Messaggi: 567

MessaggioInviato: Gio Dic 22, 2011 17:09    Oggetto: Rispondi citando


Top
Profilo Invia messaggio privato
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3515
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Ven Dic 23, 2011 12:31    Oggetto: Rispondi citando


A tutti i cari bambini e e tutti coloro che ancora avere uno sguardo e il cuore di bambino.

http://www.youtube.com/watch?v=g-LW5AAc4_0&feature=endscreen&NR=1

http://www.youtube.com/watch?v=h1eHC-I3kPA

BUON E SERENO NATALE BAMBINI TUTTI !!

BACI,

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Marita



Registrato: 09/11/04 14:21
Messaggi: 458
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Ven Dic 23, 2011 13:33    Oggetto: Rispondi citando


Queste sono le notizie che danno un senso al Natale: condivisione d’Amore per gli Altri…Grazie Adricesta per l’impegno assiduo, coinvolgente e costruttivo…la Gioia riempie gli occhi e il cuore di chi si prodiga e di chi ispira: rimane impresso il dolce viso di Manuela Trifuoggi, per sempre Angelo, nel cui nome è nata questa iniziativa all’avanguardia per superare la malattia oncologica…
Grande Carla, insostituibile Alessandro e meravigliose Volontarie: che la pace del cuore e la vera serenità che donate risplendano per Voi tutto l’Anno....

Con stima ed affetto

Marita e Famiglia
Top
Profilo Invia messaggio privato
ROSY62



Registrato: 14/04/05 10:37
Messaggi: 339

MessaggioInviato: Ven Dic 23, 2011 15:22    Oggetto: Rispondi citando


VERAMENTE UNA BELLA NOTIZIA.. COMPLIMENTI E UN GRAZIE A TUTTE LE PERSONE CHE HANNO COLLABORATO PER REALIZZARE QUESTO MERAVIGLIOSO TRAGUARDO.
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34081

MessaggioInviato: Ven Dic 23, 2011 18:46    Oggetto: OC PESCARA 21/12/11 Ambulatorio Oncologico MANUELA TRIFUOGGI Rispondi citando




ha scritto:






    TVSEI - INFObox - News 21 dicembre 2011


Arrow Arrow Arrow 20 minuti www.youtube.com/watch?v=osXGtd80Ij8

inaugurazione del nuovo Ambulatorio di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Oncologica presso l'Ospedale Civile di Pescara "Santo Spirito", dedicato alla memoria di Manuela Trifuoggi






_________________


L'ultima modifica di genziana il Mer Mar 21, 2012 04:19, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
roberta63



Registrato: 23/04/08 13:56
Messaggi: 288

MessaggioInviato: Sab Dic 24, 2011 01:28    Oggetto: Rispondi citando


Sono sempre più orgogliosa di far parte della meravigliosa Famiglia di Adricesta... Grazie di cuore per questo ulteriore traguardo!!
Un abbraccio,
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ada



Registrato: 26/03/06 02:39
Messaggi: 187

MessaggioInviato: Sab Dic 24, 2011 16:19    Oggetto: Rispondi citando



_________________
Ada
Top
Profilo Invia messaggio privato
^Gaia^



Registrato: 20/03/04 22:22
Messaggi: 5202

MessaggioInviato: Mar Dic 27, 2011 17:37    Oggetto: Rispondi citando


Complimenti!!!

Bellissima notizia!!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34081

MessaggioInviato: Mer Gen 11, 2012 14:30    Oggetto: O.C. Pescara ADRICESTA dona AMBULATORIO CHIRURGIA ONCOLOGICA Rispondi citando



ha scritto:


LA STAMPA | Merc. 11/01/12 | Ed. Imperia e Sanremo | Pag. 53



    Imperia e Pescara unite nel ricordo della Trifuoggi

      Un Laboratorio Oncologico intitolato al Pm


Anche Pescara, come Imperia, ha voluto ricordare l'ex Pubblico Ministero Manuela Trifuoggi, scomparsa tre anni fa a soli 34 anni per un male incurabile. La Dottoressa Trifuoggi, originaria dell'Abruzzo, aveva ricoperto l'incarico di Sostituto Procuratore a Imperia, primo ruolo importante della sua breve e sfortunata carriera di Magistrato. In poco tempo era risucita a farsi apprezzare per le doti di simpatia, umanità e serietà professionale. Imperia l'ha ricordata intitolando a suo nome l'Aula Magna del Tribunale, dove si tengono i processi che necessitano di un collegio di giudici, mentre a Pescara in questi giorni le è stato intitolato l'Ambulatorio di Chirurgia Plastica Oncologica dell'Ospedale.
Un’iniziativa che ha visto impegnata l'Associazione di Volontariato 'ADRICESTA'.
All'inaugurazione era presente il papà della Dottoressa Trifuoggi, Nicola, Procuratore Capo a Pescara. Il quale ha ricordato la figlia con parole che hanno commosso tutti: "E' un momento che non avrei mai voluto vivere - ha detto con la voce incrinata dall'emozione - però quello che è successo fa parte del destino e, come fanno osservare i teologi, neppure Dio ha la capacità di modificare il passato. Sento di esprimere il mio orgoglio di padre perché sono convinto che la targa sia dovuta a Manuela per quello che era: un magistrato equilibrato, bravo, inflessibile quando era il caso di esserlo".
E ha proseguito: "Manuela è stata eccezionale anche come figlia, moglie, mamma, donna. Era un punto di forza della famiglia. E' stata eccezionale anche nella malattia: soffriva tanto ma aveva un sorriso per tutti. Non si è mai lamentata e infondeva forza alle persone che le stavano vicino. Queste intitolazioni, a Imperia come a Pescara, vogliono dire che Manuela ha lasciato qualcosa che non è stato dimenticato".

[MAU.VEZ.]







La donazione all'Ospedale di Pescara, da parte dell'ADRICESTA Onlus, grazie anche al sostegno della SIAD Healthcare Italia, va a migliorare la qualità di vita e di assistenza all'interno delle strutture ospedaliere.


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34081

MessaggioInviato: Dom Feb 19, 2012 15:02    Oggetto: 19/2/12 IL CENTRO: parla CARLA PANZINO Pres. ADRICESTA ONLUS Rispondi citando



ha scritto:


      dall’Africa a Pescara, una vita per gli altri



      Carla Panzino - la Presidente di ADRICESTA:
      ho raccolto fondi anche insegnando a cucinare


Melissa Di Sano

PESCARA. «Mia madre mi diceva sempre: se hai la fortuna di aiutare qualcuno, fallo». È cresciuta così Carla Panzino, Presidente dell’Associazione ADRICESTA. La sua è una vita dedicata agli altri.

«Da ragazzina volevo fare la suora e andare in Africa», racconta con il sorriso aperto che non lesina mai, «mi piaceva stare a contatto con le persone, d’altra parte sono la nona di dieci figli. A casa nostra c’era sempre una gran confusione, ma era bellissimo». Nove sorelle e un fratello, l’ultimo.
«Avere una sorella è la cosa più bella del mondo, figuriamoci com’è averne così tante», racconta Carla, «è una ricchezza immensa, siamo sempre state una cosa sola: ricordo che le osservavo rapita mentre si preparavano per uscire. Ero una bambina, e vivevo di riflesso le loro vite. Le estati in giro in roulotte, i pomeriggi passati a pettegolare davanti a un tè. Da una parte la famiglia numerosa ti impone sacrifici e responsabilità, dall’altra ti regala compattezza e senso di solidarietà. Una tribù su cui puoi sempre contare».

Questo senso di solidarietà che l’ha avvolta da bambina non l’ha mai abbandonata. E Carla ha sentito quasi il dovere di restituire agli altri lo stesso calore. «Per un lungo periodo di tempo ho seguito mio marito Giampiero in giro per il mondo», continua, «lui è nato al Cairo e ha sempre viaggiato molto come responsabile di una società di servizi petroliferi».

La prima tappa di Carla a seguito del marito, è in Algeria, nel ’90.
«Fu lì che decisi che mi sarei dedicata al volontariato. In Algeria ho conosciuto signore americane, anche loro mogli di dirigenti di multinazionali, che davano una mano in un orfanotrofio. Mi sono affezionata a questo luogo alle porte di Algeri in cui la miseria economica e umana mi imponeva di restituire qualcosa alla vita. Scoprii cose tremende, ad esempio che i topi sono attratti dall’odore del latte e hanno il cosiddetto “morso dolce”: rosicchiano le cartilagini dei piccoli il cui alimento base è il latte in polvere. Una realtà dura che non poteva lasciarmi immobile». È così che Carla inizia a darsi da fare, prima di tutto per ristabilire le condizioni di igiene. «Mio marito mi ha subito appoggiata, la società aveva un’associazione delle mogli e io la usai per raccogliere fondi e aiutare quella struttura e i suoi piccoli ospiti».

Nel ’97 è la volta del Camerun. «Dopo qualche mese dal mio arrivo, grazie all’International women’s club, organizzammo un vero e proprio ballo in maschera in stile veneziano per raccogliere fondi utili ad aprire due dispensari. Il capo era un dottore italiano, Alberto Piubello di Verona, che aveva lasciato tutto per stare lì. Arrivarono centinaia di persone. E così vedemmo trasformato un acquitrino in dispensario».

Ma l’Africa è stata anche un’esperienza difficile per questa giovane donna, che nel frattempo era diventata mamma di due bimbi, Alex e Gianmarco, che oggi hanno 25 e 18 anni, e che per ben quattro volte venne colpita dalla malaria. «Mia sorella ogni tanto mi spediva riviste e quotidiani», racconta, «avevamo voglia di sapere cosa succedeva a casa».
La nostalgia però lasciava sempre il posto alla voglia di fare. «Inventai di sana pianta il Gourmet Club. Tenevo lezioni di cucina alle mogli dei dirigenti. La sera ci raggiungevano i mariti e, a pagamento, cenavano con quello che era stato preparato. Tortellini e lasagne ci hanno permesso di aiutare molte persone».

Dopo tre anni in Camerun, finalmente il ritorno a Pescara, ma con la stessa voglia di fare. «Ho letto della nuova frontiera della donazione del cordone ombelicale», dice, «e allora ho fondato la sezione regionale dell’ADISCO. Da lì è nato tutto: la donazione di Francesco Totti, le partite di beneficenza».
Nella Banca di Sangue Placentare, nel Dipartimento Trasfusionale dell’Ospedale Civile di Pescara, è racchiusa la speranza di vita per chi ne può aver bisogno, «anche se il progetto ogni tanto zoppica perché i fondi non bastano mai». La Responsabile della Banca è Tiziana Bonfini, il Primario del Reparto Antonio Iacone. I centri di raccolta sono a Pescara, Lanciano-Vasto, L’Aquila, Avezzano, Teramo e Penne. Rimane fuori Chieti che, pur avendo fatto il corso di preparazione, non ha ancora aderito al piano. «Donare il cordone ombelicale è importantissimo», spiega Carla, «è una speranza di vita in più e non costa nulla».

Ma ecco che ancora una volta sono gli incontri a cambiare la vita di questa energica donna. «È stato grazie ad una ragazza di nome Stefania, come mia sorella che non c’è più, che altri progetti sono nati», racconta, «era innamorata di Alessandro Preziosi, voleva conoscerlo ad ogni costo».
Stefania era gravemente malata e Carla decise di provare ad esaudire il suo desiderio. «Chiamai un mio amico, redattore di un programma televisivo in cui l’attore sarebbe stato ospite, e Preziosi salutò in diretta Stefania. Alla fine del programma mi contattò perché voleva incontrarla». Preziosi decide di fare qualcosa in più. «Gli proposi di fondare un’associazione, l’ADRICESTA, a cui lui collabora attivamente ancora oggi dopo tanti anni». E il Progetto “Un Buco Nel Muro, che fornisce le camere dei bambini malati di computer e webcam per interagire, è stato realizzato finora a Pescara e a Napoli, e a breve sarà attivo anche nel Policlinico Umberto I di Roma e nel San Matteo di Pavia.
Ma la lezione di Stefania continua. Nasce “Un Sogno In Corsia”, per esaudire i desideri dei piccoli gravemente malati. «Un giorno mi sono sentita dire: “ci avete regalato l’ultimo sorriso di nostro figlio”, e ho capito che non potevamo fermarci».

ADRICESTA ha delegate in tutta Italia e a Pescara c’è la Sede principale, nell’atrio accettazione dell’Ospedale Civile. È lì che Carla passa le sue giornate, con la passione di sempre e l’aiuto dei tanti volontari e della sua famiglia.
Il Coordinatore Scientifico dell’Associazione è il Dottor Giovanni Visci, e i progetti realizzati o in dirittura d’arrivo grazie a sponsor e donatori sono tanti: l’Ambulatorio di Oncoplastica intitolato al Magistrato Manuela Trifuoggi, quello di Ipovisione, l’Ambulatorio Ferite Difficili fornito di camera iperbarica, quello per prevenire il diabete gestazionale; e poi lo Screening Oculistico Neonatale.

In tutto questo, Carla Panzino è stata anche Assessore al Volontariato per circa 18 mesi. «Da quel posto si può fare molto, moltissimo», dice con l’impeto che la contraddistingue.

Per informazione sull’Associazione e su come donare:
www.adricesta.com , www.alessandropreziosi.tv ,
o il numero 085/2056770. Le donazioni sono detraibili dalle tasse.



© RIPRODUZIONE RISERVATA




IL CENTRO Ed. Nazionale - Domenica 19 febbraio 2012 - Pescara






      in questo topic per commenti RISPONDI: Non Riporta

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7733

MessaggioInviato: Dom Feb 19, 2012 21:14    Oggetto: Grazie! Rispondi citando


Grazie mille!!!
Siete veramente fantastici!!!
Helena!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati