ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

IL FURTO DELLA GIOCONDA
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9, 10, 11  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Dark90



Registrato: 04/05/05 16:52
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Gio Mag 05, 2005 19:45    Oggetto: Rispondi citando


qualcuno sa dirmi qualcosa del cast completo???


nn ci sn siti su questo film? Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
sissi



Registrato: 10/03/04 00:31
Messaggi: 4009
Residenza: ROMA

MessaggioInviato: Ven Mag 06, 2005 18:11    Oggetto: Rispondi citando


ragazzi.....non c'entra molto, ma stasera la trasmissione Ulisse di RaiTre è tutta dedicata alla storia del Palazzo del Louvre a Parigi dove si trova la Gioconda, e che sarà una delle prossime location della fiction.....che in parte è girata a Parigi, ma mi viene il dubbio che sia domani, sabato
Idea Idea comunque buona visione per chi vuole, la tenentina

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
sissi



Registrato: 10/03/04 00:31
Messaggi: 4009
Residenza: ROMA

MessaggioInviato: Ven Mag 06, 2005 18:15    Oggetto: Rispondi citando


confermato per stasera, ore 21 raitre..baci la tenentina
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2005 11:25    Oggetto: SALUZZO: SI GIRA! Rispondi citando


LA STAMPA web ha scritto:



(Del 6/5/2005 Sezione: Cuneo Pag. 47)


A Saluzzo il primo «ciak»


SALUZZO

Violante Placido è sul set, ma non si fa vedere. A ogni «ciak», qualcuno dal buio dell'androne impone il silenzio e l'ordine si tramanda in un fitto passaparola, fino alla strada, dove i saluzzesi accalcati sui marciapiedi di via Spielberg ogni volta trattengono il fiato. Nel vecchio Palazzo del Falcone, abbandonato da decenni e riscoperto dal regista Fabrizio Costa, si gira da ieri la miniserie «Il furto della Gioconda». E’ la scena di una fiction, ma, paradossalmente, non c'è nulla da vedere. Nella location, senza il pass non si entra. Sono vietate anche le fotografie. «Ogni scatto dev'essere approvato dagli attori» spiega lo staff di Mediaset. Le auto da via monsignor Savio vengono fermate davanti all'ospedale. Qualcuno si azzarda a passare, ma viene respinto, dietro la lunga fila di camion della produzione e il camper del trucco.
In costume del primo Novecento, nel cortile, entrano solo le comparse. Davanti alla panetteria «Blengino», tra le quinte che riproducono gli esterni di due botteghe parigine del secolo scorso. Un ragazzo sbircia oltre il portone: «Ho visto Alessandro Preziosi, era come in ‘’Elisa di Rivombrosa’’». L'attore alloggia all'hotel «Griselda» di via 27 Aprile: si fermerà fino al 21 maggio, insieme a tutto il cast. Il film sarà in lavorazione tutta l'estate e andrà in onda in autunno, su Canale 5. A Saluzzo i riflettori si sono accesi mercoledì mattina, per gli interni di «casa Lapine», ripresi al primo piano di un caseggiato di corso Piemonte. Nei prossimi giorni, verranno allestiti un quartiere di Parigi, un mercato fiorentino, la villa di un pittore e la stazione di Santa Maria Novella di Firenze, per la scena in cui parte il treno che riporterà la Gioconda in Francia. Davanti alla macchina da presa scorreranno anche i paesaggi della ferrovia Saluzzo-Airasca, Cervignasco, la Castiglia, il castello di Racconigi. Lo sceneggiato racconta lo storico «colpo» al Salone Carrè del Louvre, nel 1911. Un furto sensazionale - la scomparsa del capolavoro di Leonardo - rimasto a lungo avvolto nel mistero: fu sospettato il poeta francese Guillaume Apollinaire e accusato anche Pablo Picasso. Poi si scoprì che il ladro era un emigrato italiano, il decoratore Vincenzo Perugia: rubò la Monna Lisa semplicemente uscendo dal museo con il quadro sotto il cappotto. Arrestato, dichiarò di aver agito per amor di patria.


Massimo Mathis





A quanto si legge, dopo le foto rubate dal set e comparse su alcune riviste, le riprese proseguono "blindate"; in fondo è giusto, se pensiamo al set di EdR2: praticamente si conosce già la storia e l'aspetto dei nuovi personaggi.
De "Il furto della Gioconda" come andarono i fatti già si sa, è storia; per creare un minimo di curiosa attesa attorno al film tv, non si devono vedere sulle riviste le foto di scena. Vedremo il film in autunno e avrà interpreti e ambientazioni stupende, un po' di suspense garantirà un gran successo e noi vogliamo sia così per Alessandro e tutta la troupe al lavoro!

Saluti e Baci, Giuliana
Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2005 14:19    Oggetto: La storia del furto della Gioconda. Da "STOP" in e Rispondi citando


Stop ha scritto:



Il conte Ristori a Parigi ruberà la "Gioconda"

Torino, maggio.

Sarà una miniserie in due puntate, che andrà in onda, probabilmente in autunno, su Canale 5 e che vedrà protagonisti una coppia a dir poco "esplosiva", Alessandro Preziosi e la bellissima Violante Placido.
Entrambi verranno riportati indietro nel tempo, esattamente nell'estate del 1911, quando a Parigi fu rubata la tela della Gioconda, dipinta da Leonardo da Vinci, considerato il quadro più famoso del mondo.
A sottrarre la celeberrima tela, dalla sala Carré del museo del Louvre, il 22 agosto 1911, fu un imbianchino italiano, Vincenzo Perugia, che nello sceneggiato di Mediaset avrà proprio il volto di Alessandro Preziosi.
Quel fatto di cronaca all'epoca fece giustamente scalpore, perché la polizia francese e i responsabili del museo più famoso del mondo temettero di avere perso per sempre il capolavoro di Leonardo da Vinci.
Pur di scoprire i colpevoli del furto, gli investigatori addossarono la responsabilità del crimine a due celebri personaggi della cultura di quel tempo, il poeta francese Guillaume Apollinaire, che venne addirittura arrestato e trattenuto in prigione per qualche giorno, e un giovane pittore spagnolo, destinato a diventare il più famoso artista di tutto il Novecento, Pablo Picasso.
Ma i due riuscirono a provare il loro alibi e la polizia francese, dopo averli scagionati, si ritrovò con un pugno di mosche in mano. A quel punto, si credette davvero di aver perso per sempre la Gioconda. Ma due anni dopo, per puro caso, si scoprì che l'autore di quel clamoroso furto era stato un emigrato fiorentino, tale Vincenzo Perugia, di professione imbianchino proprio al Louvre di Parigi.
L'uomo, originario di Dumenza, sul Lago Maggiore, confessò il furto, spiegando che lo aveva fatto convinto che il dipinto appartenesse all'Italia e non dovesse quindi restare in Francia. La tela, fortunatamente ancora intatta, fu ritrovata sotto il letto di una stanza di un alberguccio di Firenze, dove Perugia si era recato per venderla ad un mercante d'arte.
Tutto ciò verrà raccontato nella fiction, intitolata "Il furto della Gioconda", con Preziosi, appunto, nel ruolo dell'imbianchino italiano e Violante Placido nei panni di Aurore, la fidanzata di un antiquario parigino che agevolò l'assunzione di Perugia al Louvre.
Inutile aggiungere che tra i due sboccerà anche una relazione sentimentale, destinata ad avere risvolti importanti in tutta quella vicenda.



Antonio Folli


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Adry



Registrato: 07/05/04 18:52
Messaggi: 3257
Residenza: provincia di Trapani

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2005 14:22    Oggetto: Rispondi citando


sissi ha scritto:
ragazzi.....non c'entra molto, ma stasera la trasmissione Ulisse di RaiTre è tutta dedicata alla storia del Palazzo del Louvre a Parigi dove si trova la Gioconda, e che sarà una delle prossime location della fiction.....che in parte è girata a Parigi, ma mi viene il dubbio che sia domani, sabato
Idea Idea comunque buona visione per chi vuole, la tenentina

CARA SISSI GRAZIE ALLA TUA SEGNALAZIONE IERI SERA SONO RIUSCITA A VEDERLO.
E' STATA UNA PUNTATA BELLISSIMA.....IN CUI SI E' PARLATO ANCHE DEL FURTO DELLA GIOCONDA AD OPERA DI VINCENZO PERUGIA,UTILIZZANDO IMMAGINI DI UN VECCHIO SCENEGGIATO RAI.
VINCENZO PERUGIA ERA UN IMBIANCHINO,IMPEGNATO CON ALTRI OPERAI NEI LAVORI DI RESTAURO DELLA SALA DOVE ALLOGGIAVA LA GIOCONDA CON ALTRI QUADRI,ED UTILIZZANDO UN GROSSO DRAPPO DI STOFFA LA RUBO' E LA PORTO' VIA CON ESTREMA FACILITA',NASCONDENDOLA PER MOLTO TEMPO SOTTO IL LETTO.
UNA VOLTA SCOPERTO VENNE CONDANNATO A DUE ANNI DI CARCERE.
LA "GIOCONDA"NON VENNE SUBITO RIPORTATA IN FRANCIA,MA VENNE PRIMA ESPOSTA IN MOLTI MUSEI ITALIANI,TRA CUI GLI "UFFIZI"A FIRENZE.
Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
valentina



Registrato: 09/03/04 18:03
Messaggi: 18106
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2005 17:54    Oggetto: Rispondi citando


L'HO VISTO ANCH'IO GRAZIE SISSI
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
007



Registrato: 23/03/04 18:46
Messaggi: 273
Residenza: Verona

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2005 17:59    Oggetto: Rispondi citando


Un quadro stupendo .... ammesso che LA GIOCONDA tornata in Francia sia quella autentica e non un'altra; Giorgio Vasari, lo storico dell'arte del Rinascimento, quando la descrive dice che aveva sopracciglia bellissime!!! Voi le vedete nel ritratto di Parigi??? Non vorrei che quel Vincenzo Peruggia ...

by 007 Wink
_________________
Abbi cura del tuo talento... perchè esso è un dono straordinario
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2005 19:49    Oggetto: Cartolina per il Forum Rispondi citando





Exclamation Notte Preziosa e Ventosa da Saluzzo, provincia di Cuneo Piemonte Exclamation


Saluzzo è situata sulla propaggine che, scendendo dal Monviso, separa la Val Varaita dall'Alta Valle del Po. Il centro storico della città, d'impianto medioevale, è situato nella parte alta ed ha mantenuto a tutt'oggi la sua struttura architettonica originale. Fino al '500 Saluzzo fu sede di un fiorente marchesato.




L'ultima modifica di genziana il Sab Mag 21, 2005 10:22, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
moma



Registrato: 08/03/05 20:28
Messaggi: 19

MessaggioInviato: Dom Mag 15, 2005 20:37    Oggetto: Rispondi citando


Che delusione..........oggi sono andata a Saluzzo, che, a quanto scritto da qualcuno sul forum, in questi giorni è al centro delle riprese de "il furto della gioconda"...bè, l' ho girata in lungo e in largo e anche nei dintorni..ma nessuna traccia nè delle riprese...e nemmeno degli attori!!
Alessandro in particolare!

_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Sab Mag 21, 2005 10:16    Oggetto: Non essere delusa come una fan, questo è un forum solidale. Rispondi citando


moma ha scritto:
..........oggi sono andata a Saluzzo, che, a quanto scritto da qualcuno sul forum, in questi giorni è al centro delle riprese de "il furto della gioconda"...bè, l' ho girata in lungo e in largo e anche nei dintorni..ma nessuna traccia nè delle riprese...e nemmeno degli attori!!
Alessandro in particolare!



Moma Cara,

chi scrive sul forum non fa altro che riportare gli articoli di giornali che seguono il backstage delle riprese; se leggi attentantemente quasi in cima a questa pagina, era chiaro che il set veniva blindato e "nascosto" al pubblico; in più le riprese non erano previste solo all'interno della città di Saluzzo ma anche lungo la Ferrovia, a Racconigi, ecc.
Da subito io scrissi che era quasi impossibile, anche trasferendosi una settimana a Saluzzo rintracciare la troupe, in più anche per ritardi dovuti al mal tempo, avrebbero solo lavorato senza intrattenersi con la gente o i giornalisti; infatti anche gli articoli scritti sulla fiction si contano sulla punta delle dita di una sola mano.


Un'occasione per incontrare Alessandro c'è stata, recentissima, all'Acquario di Genova per il battesimo di Pallino il 17 scorso: qui lui si è intrattenuto con la gente per tutto il tempo a disposizione, era presente per parlare del progetto "Un Buco nel Muro" di ADRICESTA ONLUS; ed ha rinunciato al suo giorno di riposo per incontrarsi con noi.

Continua a seguire il Forum (che non è un Fan Club) e saprai luoghi e appuntamenti delle prossime manifestazioni di solidarietà, e dove Alessandro è presente potrai incontrarlo a tu per tu, e magari cogliere l'occasione per un gesto generoso nei confronti dei fanciulli che sono ricoverati per lungo tempo negli ospedali, in completo isolamento dal mondo esterno.

Con simpatia, Giuliana
Smile
_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Sab Mag 21, 2005 10:21    Oggetto: ALESSANDRO e "Il Furto della Gioconda" continua Rispondi citando


La Stampa - Spettacoli ha scritto:


(Del 20/5/2005 Sezione: Spettacoli Pag. 29)


SUL SET DELLA FICTION «IL FURTO DELLA GIOCONDA», ISPIRATA ALLA STORIA VERA DI UN EMIGRANTE ITALIANO IN FRANCIA


Preziosi: «Punto a Monna Lisa,
mi innamoro e la rubo»



«Amo i personaggi dai grandi valori. Fossi stato nei panni di questo Vincenzo Peruggia forse avrei agito come lui». Sono parole di Alessandro Preziosi, il protagonista della fiction «Il furto della Gioconda» in lavorazione in questi giorni a Saluzzo. Aggiunge l’attore, prossimo ad interpretare sul palco di Taormina un musical su Cristoforo Colombo e a dar vita per Mediaset alla commedia «Non mi sposerò mai», insolito progetto che prevede due puntate per la televisione e un successivo e conclusivo film per il cinema: «Sono entrato in un mondo che non conoscevo grazie a una storia che mi è subito piaciuta dalla scrittura. Io non sono un grande lettore di sceneggiature, soprattutto per la televisione, ma questa mi ha appassionato e portato a documentarmi».
La miniserie, articolata in due puntate per l’autunno di Canale 5, racconta di Vincenzo Peruggia, italiano di provincia che nel 1911 decide di fuggire dalla miseria in cui vive per andare in cerca di fortuna a Parigi. Nella capitale francese, Vincenzo trova lavoro come manovale al Louvre, s’innamora della giovane Aurore, consorte di un ricco antiquario nonchè equilibrista in un circo, e, per amore della sua bella, ruba la Gioconda. «La storia - dice il produttore Matteo Levi - nasce da un piccolo spunto di cronaca: nel 1911 l’imbianchino Vincenzo Peruggia, personaggio di cui si conosce pochissimo, arriva a Parigi, trova lavoro al Louvre, s’innamora della non ancora mitizzata Gioconda, la trafuga e se la mette nell’armadietto, da cui la riprende quindici giorni più tardi per portarla in Italia, dove diventerà una sorta di eroe nazionale». «È un avvenimento - ricorda Levi - che conoscevo da anni, tempo fa anche negli Stati Uniti ne volevano fare un film con Robin Williams poi il progetto evidentemente tramontò».
La regia è di Fabrizio Costa, il cui prossimo «Sacco e Vanzetti» per Canale 5 verrà presentato alla Mostra di Venezia come «Evento Speciale» in omaggio alla Titanus: «È una storia ispirata a un fatto vero - dice - ma molto romanzato, la vicenda è infatti realmente accaduta ma gli sceneggiatori Calderoni e Rosella ne hanno dato una versione molto fantasiosa. Racconta di emigranti italiani d’inizio secolo: si parla sempre dei nostri connazionali che andarono in cerca di opportunità in America, raramente di quelli che tentarono di farsi una vita in Francia».
A fianco di Alessandro Preziosi recitano Violante Placido nel ruolo di Aurore, i francesi Frederic Pierrot e Cecile Cassel, il torinese Fabio Troiano. «Il furto della Gioconda» è una produzione Rti, 11 Marzo Film e la francese Studio International. Dieci le settimane di lavorazione previste: in Piemonte (Torino, Pinerolo, Saluzzo), a Parigi, Praga e a Roma in teatro. «La scelta di Torino come location principale - sottolinea Matteo Levi - deriva principalmente da due motivi: l’eccellente lavoro della Film Commission, notoriamente la migliore d’Italia, e il fatto che lo scenografo François Chauvaud, lo stesso de “Les Choristes”, in visita a Torino venne subito conquistato dalla città che giudicò set ideale per la nostra storia».


Daniele Cavalla
inviato a SALUZZO






Ringrazio la cortese Robin81 per avermelo segnalato tempestivamente e lascio a voi la lettura.

Novita da rimarcare
Questa volta l'idea di Alessandro è stata accolta dai produttori televisivi: per "Non mi sposerò mai" girerà due puntate per la tv e poi un sequel per il Cinema.

Se avessero creduto in questo proposta innovativa, fatta a suo tempo da Preziosi, anche i produttori di "Elisa di Rivombrosa", il Conte Ristori non sarebbe morto in duello e avremmo potuto vedere sul grande schermo proseguire la storia e coronarsi il grande amore destinato a durare tutta una vita, segnando anche il ritorno di Cinzia TH Torrini alla regia cinematografica (mentre di EdR2 solo le prime 6 puntate porteranno la sua firma) De Angelis Group però vogliono una saga tv che duri 6 anni e più (lo annunciarono già sul palco durante la premiazione dei Telegatti 2004) e nessun attor giovane può trascorrere i suoi anni migliori di crescita professionale legandosi ad una sceneggiatura così lunga, neppure Vittoria Puccini, e anche la regista Torrini se ne separerà.
Il tempo dirà qual'era la scelta giusta da fare, nel rispetto del pubblico.



Sereno Weekend a Tutto il Forum, da Piero e Giuliana
_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Mar Mag 24, 2005 13:31    Oggetto: ULTIMISSIME ALE & Il Furto della Gioconda Rispondi citando


La gentilissima NIC mi ha trasmesso in 3 allegati l'articolo che

"La Repubblica", di Torino, ha scritto su "Il furto della Gioconda"



La Repubblica - Cronaca di Torino ha scritto:



venerdì 20 maggio 2005, prima pagina


LA FICTION

Preziosi sarà il ladro del Louvre

"Ho rubato la Gioconda per amore"



Nella campagna attorno a Saluzzo, sulla ferrovia che Treintalia utilizza per collaudare le locomotive, si gira la nuova fiction in costume di Canale 5. "Il furto della Gioconda", titolo provvisorio, è un film in due puntate prodotta da Rti, dalla 11 Marzo Film e dal francese Studio International, con la regia di Fabrizio Costa, che andrà in onda il prossimo autunno sulla prima rete Mediaset. E' la versione romanzata della vita vera dell'emigrante italiano Vincenzo Peruggia, che all'inizio del '900 fugge a Parigi in cerca di fortuna, sopporta dai francesi (che lo disprezzano e lo chiamano "macheronì") ogni tipo di angheria e, diventato imbianchino al Louvre, in uno slancio patriottico e di revanche, ruba la Gioconda per riportarla in Italia, dove è convinto che per giustizia storica debba stare.

segue a pagina XII



Preziosi: "Che bella storia, sono io
l'italiano che rubò il capolavoro"


IL LADRO DELLA GIOCONDA

"Così ho rivissuto il colpo del secolo"


Il set è allestito ai lati dei binari, accanto a quella che pare una vecchia stazione abbandonata. I contadini assistono incuriositi, dai campi arriva il rumore di un trattore, dall'aia vicina il verso delle galline. Lo sguardo fiammeggiante di Alessandro Preziosi, protagonista nei panni del leggendario manovale, spunta sotto un basco marrone. Valigia in mano, si avvia verso il treno inseguito da una sorella (nella fiction) Mariuccia, che ha gli occhioni blu e il broncio molto parigino di Cecile Cassel, sorella (nella vita) di Vincent.
"E' una storia che ho subito amato - racconta Preziosi - Mi è piaciuta la scrittura, l'ambientazione, il fatto che racconta una vicenda di immigrazione, un tema motlo attuale. Cerco sempre un senso alto e una moralità nei ruoli che interpreto".

L'attore anticipa però che il suo prossimo impegno sarà una commedia sullo stile di "Notting Hill" o "Quattro matrimoni e un funerale", sempre per Mediaset: "Si intitolerà "Non mi sposerò mai", sarà una serie con due puntate in tv e la terza al cinema. Una novità, un modo per spostare il pubblico dal salotto di casa al cinema, che ha bisogno di aiuto".

"Il furto della Gioconda" conclude oggi le riprese piemontesi (a Torino, Pinerolo e Saluzzo) e va a ultimare a Parigi, Praga e Roma le sue dieci settimane di lavorazione. Spiega il produttore Matteo Levi: "Ho scelto di girare nella vostra regione perché avete la Film Commission migliore d'Italia e alcune location davvero fantastiche. A Saluzzo abbiamo ricreato il quartiere degli immigrati italiani a Parigi e alcuni scorci di Firenze, dove la storia si conclude". La sceneggiatura è di Pietro Calderoni e Gualtiero Rosella ("Il soggetto risale a tempi non sospetti, molto prima del successo del "Codice Da Vinci" di Dan Brown", dice Levi). Ne cast figurano anche Violante placido, nella parte di Aurore, la fanciulla di cui Vincenzo si invaghisce e per amore della quale, nella versione tv, ruba la Gioconda, Frederic Pierrot, Fabio Troiano, Michel Cremades, Tom Novembre, Adolfo Fenoglio.

Il regista Fabrizio Costa ("Cime tempestose" e "Sacco e Vanzetti", che verrà presentato a Venezia per l'omaggio a Titanus ed è destinato a Canale 5), impegnato con un'autobotte a creare pozzanghere sul sentiero dove si inseguono e battibeccano Vincenzo-Preziosi e Mariuccia-Cassel, racconta l'impronta che ha dato alla storia: "Abbiamo molto romanzato la vicenda reale, sviluppandone il coté avventuroso e fantasioso. Il fatto storico si è rivelato un ottimo pretesto narrativo e un modo per trattare la vicenda degli emigranti italiani in Europa all'inizio del secolo scorso, dei quali rispetto a quelli partiti per l'America si è sempre parlato molto poco"


CLARA CAROLI





Preziosa Lettura a Tutto il Forum, da Nic e Giuliana
_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
*lisicris*



Registrato: 19/11/04 19:16
Messaggi: 10422
Residenza: Gaeta (LT)

MessaggioInviato: Mar Mag 24, 2005 16:07    Oggetto: Rispondi citando


Grazie giuly mi sto creando la mia bella cartyolina dei giornali!!!! Finalmente la stampante mi funziona!!!! Grazie per le informazioni sono molto interessanti!!!!!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Dom Mag 29, 2005 21:22    Oggetto: Fiction NEWS Rispondi citando


NIP - News ITALIA PRESS ha scritto:



Notiziario NIP - News ITALIA PRESS agenzia stampa -
N° 104 - Anno XII, 27 maggio 2005



La Gioconda: il furto diventa fiction

L'incredibile storia dell'emigrato italiano Vincenzo Perugia sarà presto al centro di uno sceneggiato televisivo in onda su Canale 5 il prossimo autunno

Milano - La storia dell'emigrato italiano Vincenzo Perugia sarà presto al centro di uno sceneggiato televisivo in onda su Canale 5 il prossimo autunno. Accadde realmente a Parigi il 22 agosto 1911 e tra qualche mese, in Italia, sarà una fiction. 'La Gioconda', forse il più celebre dipinto di Leonardo Da Vinci, fu sottratto al Museo del Louvre in circostanze misteriose. L'indagine che ne seguì appassionò la Francia e condusse gli inquirenti a seguire strani percorsi che condussero addirittura all'interrogatorio del pittore Pablo Picasso e all'arresto del poeta Guillaume Apollinaire, prima che la verità saltasse fuori qualche tempo dopo.

"Il furto della Gioconda", miniserie articolata in due puntate per la programmazione autunnale di Canale 5, prende spunto dal fatto di cronaca per raccontare una vicenda parzialmente romanzata. Vincenzo Perugia, italiano di provincia, nel 1911 decide di fuggire dalla miseria personale per andare in cerca di fortuna a Parigi . Dopo aver trovato lavoro come manovale presso il Louvre, conosce la giovane Aurore di cui presto s'innamora, e, proprio per lei, decide di rubare la Gioconda per portarla in Italia dove diventerà un eroe nazionale.

La vicenda in realtà si svolse diversamente e con motivazioni molto meno nobili dell'amore o dell'orgoglio artistico nazionale. L'ex impiegato italiano del Louvre, che, si scoprì in seguito, era semplicemente uscito dal museo con il quadro nascosto sotto il cappotto, fu infatti tradito dalla personale avidità, dopo aver tentato inutilmente di vendere il dipinto ad un mercante d'arte fiorentino, che lo fece scoprire e arrestare. Per quanto romanzata e fantasiosa, la storia potrà comunque offrire un'interessante affresco storico dell'epoca evidenziando la storia, spesso ignorata, di quegli emigranti italiani che invece di solcare l'oceano, scelsero di varcare il confine transalpino.

La pellicola, che vede tra i suoi interpreti principali Alessandro Preziosi e Violante Placido, oltre ai francesi Frederic Pierrot e Cecile Cassel, e al torinese Fabio Troiano, sarà diretta da Fabrizio Costa, affermato regista di film per la televisione.

'Il furto della Gioconda' è una produzione di Rti, 11 Marzo Film e della francese Studio International. Sono dieci le settimane di lavorazione previste che porteranno la troupe a toccare sei diverse località: Torino, Pinerolo e Saluzzo in Piemonte, Parigi, Praga e Roma.


News ITALIA PRESS






Very Happy Gelati e granatine per Tutti/e, Piero & Giuliana Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9, 10, 11  Successivo
Pagina 5 di 11

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy