ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tutto quello che dicono i giornali dal... 9 ottobre 2006
Vai a 1, 2, 3 ... 35, 36, 37  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33370

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 04:46    Oggetto: Tutto quello che dicono i giornali dal... 9 ottobre 2006 Rispondi citando


ha scritto:

_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33370

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 08:02    Oggetto: ALESSANDRO, 14/7 Rapallo, legge Pessoa e parla di ADRICESTA Rispondi citando


VIVA RAPALLO ha scritto:


_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33370

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 08:17    Oggetto: ALESSANDRO e GIORGIO 1/7 1^Ed. PREMI Solidarietà ADRICESTA Rispondi citando


TELEPIU' - N. 3O/2006 ha scritto:

_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33370

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 08:32    Oggetto: PESCARA 1/7 ORE 21.00 CENA E PREMI Solidarietà ADRICESTA !!! Rispondi citando


ha scritto:


LUNEDÌ, 03 LUGLIO 2006

Pagina 4 - Pescara



IL 1° PREMIO SOLIDARIETA'

Le maglie di Maldini e Toldo a Mattoscio e Alessia Fabiani


PARATA DI STELLE PER ADRICESTA


Preziosi fa il mattatore

Una serata da 25 mila euro



Maria Rosa Tomasello

PESCARA. Non ci sono le stelle, spente dalle luci della città, a specchiarsi nell’acqua immobile della piscina, ma a bordo vasca ci sono le star dello spettacolo che hanno cancellato ogni impegno per essere a Pescara, accanto alle volontarie dell’associazione Adricesta.

Alessandro Preziosi, divertito, rilassato, è il mattatore della serata: canta, presenta, dispensa battute, baci e autografi, e tra una portata a l’altra della cena, rassicura al telefono con la compagna Vittoria Puccini, in ansia per le poppate della piccola Elena, nata pochi mesi fa. «Ma quanto latte artificiale si può dare per integrare quello materno?» chiede a Pierluigi Lelli Chiesa, primario del reparto di Chirurgia pediatrica all’ospedale civile.
C’è un clima sereno, familiare, attorno alla piscina dei ristorante «Il Moro» dove duecento persone celebrano la prima edizione del Premio Solidarietà promosso da Adricesta, l’associazione presieduta da Carla Panzino che promuove le attività di ricerca delle cellule staminali e si batte per migliorare la vita dei bambini in ospedale.
È una festa a cui gli amici vecchi e nuovi non hanno voluto mancare. Telefona Francesco Toldo, portiere dell’Inter, telefona Paolo Maldini, grande supporter dell’associazione, in vacanza ai tropici con la famiglia: «State facendo un bellissimo lavoro» dice. Per esserci, la showgirl Alessia Fabiani, bella in un abito baby-doll rosa confetto, ha affrontato un viaggio faticoso in condizioni fisiche precarie: «Ma non potevo non essere qui, l’avevo promesso» dice. Sarà lei, a fine serata, con un delicato gesto di generosità, ad aggiudicarsi per 500 euro la maglia di Paolo Maldini, messa all’asta per beneficenza. Al presidente della Fondazione PescarAbruzzo, uno dei tre premiati assieme al presidente della Provincia Pino de Dominicis e al questore Dante Consiglio, va invece per 350 euro la maglia di Francesco Toldo: «E non sono neppure interista» sussurra, «io tifo Fiorentina». «Ma Toldo ha giocato nei Viola...» lo conforta Preziosi. L’attore testimonial di Adricesta, che ha appena finito di girare il film sull’eccidio degli armeni che i fratelli Taviani hanno tratto dal libro «La masseria delle allodole» di Antonia Arslan, conferma il suo impegno per l’associazione: «Nonostante le difficoltà che ognuno di noi ha nella propria vita, le rinunce e i sacrifici che ognuno deve fare per essere qui» dice l’attore, «ogni volta che partecipo alle manifestazioni Adricesta sento una responsabilità sempre più concreta, mi accorgo che i risultati sono importanti: vale la pena non abdicare, essere sempre in prima linea e portare avanti con gioia la nostra “missione”». Daniela Poggi, protagonista di «Incantesimo», elegante in nero, è dal Duemila ambasciatrice dell’Unicef: «Quando Carla mi ha chiesto di fare parte di questa straordinaria cordata a sostegno dei bambini ammalati ho pensato fosse mio piacere e mio dovere partecipare, credo sia un nostro compito, facciamo un lavoro privilegiato». «A spingerci sono gli sguardi dei bambini e quelli delle mamme che incontriamo nelle camere sterili: anche oggi siamo andati in ospedale e come sempre ne siamo usciti arricchiti. Ho imparato che sono una persona fortunata perché il male entra nelle famiglie senza chiedere permesso» aggiunge Giorgio Borghetti, pronto a tornare con Preziosi sul set de «Il capitano».

Sotto la regia di Lorenzo Labarile, la manifestazione scorre. Ai premiati viene consegnata una preziosa stele creata da Italo Lupo. Il questore si dichiara commosso, Mattoscio è «grato» di essere stato coinvolto nel progetto, De Dominicis ringrazia i volontari. Sommando l’incasso per la cena, la lotteria, le donazioni (tra cui quella dell’Associazione mogli dei medici italiani «Isa Di Ianni»), l’iniziativa porta nelle casse di Adricesta circa 25 mila euro (lordi).

Piero Mazzocchetti siede al pianoforte, come ha fatto più volte nella serata, e canta, assieme a Borghetti «Imagine» di John Lennon. A loro si unisce il soprano Alexandra Lazic. Preziosi rispolvera il suo napoletano per «Malafemmina». Resta il tempo per le ultime foto e per l’arrivederci all’edizione del 2007.





_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33370

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 08:49    Oggetto: ALESSANDRO con REBECCHI, 21/6 FIRENZE Tshirt X ADRICESTA Rispondi citando


GRUPPO QN QUOTIDIANO NAZIONALE

IL GIORNO - IL RESTO DEL CARLINO -
LA NAZIONE - MODA + Edizione Firenze

Giovedì 22 Giugno 2006 - Pagina 34
ha scritto:



_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33370

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 09:02    Oggetto: ALESSANDRO parla di sè, dei giovani, di NOI e ADRICESTA Rispondi citando


MANIA MAGAZINE - Numero Giugno 2006

Periodico per le UNIVERSITA' Italiane
ha scritto:






_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33370

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 09:05    Oggetto: ALESSANDRO & ADRICESTA, Intervista PESCARA Marzo 2006 Rispondi citando


VARIO - Abruzzo in Rivista
N. 58, pag. 22-23-24
ha scritto:


Personaggi


Alessandro Preziosi

Solidarietà E' BELLO



di Daniela Peca

L’hanno definito “il bello della solidarietà” perché mette a disposizione di un’associazione di volontariato che aiuta i bambini malati il suo volto e il suo lavoro. Un ragazzo “pazzo e buono” che conserva stretti i veri valori della vita e cerca di essere di esempio per tanti giovani. Simpatico, ironico, versatile, bello. E’ lungo l’elenco degli aggettivi che potrebbero essere usati per descrivere Alessandro Preziosi, l’attore conosciuto ai più per aver interpretato l’appassionato Conte Fabrizio Ristori nella fiction televisiva “Elisa di Rivombrosa” (ruolo interpretato da Vittoria Puccini, con la quale è legato affettivamente anche nella vita reale). Occhi felini blu oltremare, sorriso disarmante e quel gesto scanzonato della mano che con misurata naturalezza allontana spesso i capelli dal viso fanno impazzire il gentil sesso. Ma oltre al fascino che emana quando interpreta i suoi eroi, romantici e coraggiosi, Alessandro ha un dono in più: un gran cuore.
Preziosi è un volontario dell’Adricesta, l’associazione donazione ricerca italiana cellule staminali trapianto e assistenza, nata a Pescara e che ha ormai sedi in tutta Italia. Anzi, ne è il suo testimonial. L’avventura che lega Ale (come affettuosamente lo chiamano le sue fans) a Pescara comincia un paio di anni fa quando Stefania, una ragazza di 19 anni affetta da una grave malattia emopatica, esprime desiderio di conoscerlo. Il suo sogno si realizza, e Stefania è felice perché riesce a parlare spesso con il suo idolo, e a incontralo anche. Ma la malattia non le regala molto tempo da vivere. Dalla scomparsa della ragazza nel cuore del bell’attore napoletano è scattata una volontà irrefrenabile: aiutare i bambini e i giovani meno fortunati di lui con le sue parole, il suo lavoro e, perché no, con il suo aspetto. E’ partito così il progetto “Un buco nel muro” con l’obiettivo di fornire di strumenti tecnologici avanzati, come computer e webcam, le camere di lungodegenza pediatrica nei reparti di onco-ematologia, chirurgia e trapianti dell’Ospedale di Pescara. Un modo per consentire ai bambini, costretti all’isolamento, di video-comunicare con la famiglia, gli amici, la scuola. Alessandro Preziosi ha girato il video per pubblicizzare l’iniziativa, ha realizzato un sito dove ha concesso lo sfruttamento della sua immagine e nel quale chiunque può comunicare con lui ( www.alessandroprezosi.tv ), ha dirottato su Pescara il suo ultimo spettacolo “Datemi tre caravelle!”, un musical dove interpreta un romantico e tenace Cristoforo Colombo, devolvendo l’intero incasso delle quattro rappresentazioni all’Adricesta per completare il progetto. Persino nei panni del navigatore genovese l’attore, che sul palco oltre a recitare canta e balla, ribadisce un concetto: bisogna credere nei sogni e avere la forza di perseguirli. Anche guarire è un obiettivo nel quale credere per vincere sulla malattia.


“Il mio cammino di volontario è cominciato incontrando delle persone con le quali mi sono identificato. Ho intuito che i loro valori erano i miei e per non perderli mi sto impegnando ad aiutare concretamente chi ne ha bisogno, cercando di essere costante e coerente con quello che dico. Io aiuto loro, e loro aiutano me a perseguire i veri valori della vita che a volte il successo confonde e allontana. Questo mi regala tanta energia e vitalità che investo credendo nel prossimo, avendo fiducia nelle persone che possono fare del bene a chi è più sfortunato di noi. Bisogna saper misurare il peso della fortuna, è una questione di equilibrio. Io mi riempio le tasche di successo e poi le svuoto dando agli altri: è questo equilibrio tra dare e avere che dà senso alla vita.

Cosa ti ha colpito di più di questi bambini e ragazzi che hai incontrato e che ti scrivono?
"La spensieratezza con la quale vivono la loro malattia. E’ un segno di maturità inaspettata, roba da adulti. Loro non vogliono essere compatiti, hanno bisogno di sorrisi, di energia per andare avanti con le difficili cure, di qualcuno che ti dice “ce la puoi fare” perché in effetti questa possibilità c’è. E io voglio gridarlo forte con la mia immagine e con le mie parole: forza che ce la puoi fare!”.

Cosa è cambiato nella tua vita da quando ti sei avvicinato a questo mondo?
“E’ aumentato il mio senso di responsabilità nell’affrontare la giornata. Mi metto a disposizione dell’associazione con grande amore. Io sono stato fortunato e voglio dare qualcosa agli altri. La prima a farmelo capire è stata Stefania. Lei voleva essere trattata con normalità e le piaceva la mia allegria. E’ stata una molla importante non solo perché alla fine è morta, ma perché con lei ho potuto vedere quanto è difficile accettare le rinunce”.

Questa tappa della tournée a Pescara, dove hai portato “Datemi tre caravelle!”, ha registrato il tutto esaurito nei quattro spettacoli. Ti sei sentito troppo assediato dalle tue giovani Fans?
“Venire qui ed essere così ricercato dalle ragazze che avevano in mano la mia foto mi ha fatto sentire felice. Per questo ho anche permesso ai giovani di venire a vedere le prove dello spettacolo. Questa città ha lanciato un grande messaggio di civiltà e di solidarietà, e il fatto che io lo possa rappresentare con il mio volto e con quello che faccio è un grande regalo che mi fate. Dare il buon esempio affinché tanti giovani lo seguano è un privilegio”.

Da uno studio legale ad un palcoscenico: come mai?
“Il teatro è sempre stato il mio sogno, ma anche gli studi umanistici e la giurisprudenza erano una passione. Dopo essermi laureato, però, avevo bisogno di consolidarmi più come persona che come avvocato o magistrato. Poi mi sono convinto pensando che non potevo andare in tribunale con il walkman alle orecchie”.

Cos’è per te il teatro?
“E’ un modo per celebrare la vita in tutti i suoi aspetti, con i suoi sentimenti e le sue contraddizioni. Il teatro comunica emozioni e lo spettatore ha sete di cultura, ma ha anche bisogno di immedesimarsi nelle situazioni e nei personaggi. Per questo penso che il teatro non debba essere troppo lontano dalla vita reale: bisogna prendere il sapere e renderlo pratico per viverlo fino in fondo”.

Ti piace vestire i panni di eroi coraggiosi e romantici?
“Mi piacciono i personaggi con i dubbi, quelli che portano malinconia e riflessioni. Personaggi magari ambigui, ma non per questo meno romantici”.

Cosa pensi della tv e del cinema?
“La tv è inevitabile e il cinema mi piace molto. Per me è naturale passare da un contenitore all’altro. Mi serve per rendere versatile il mio lavoro, così ho la sensazione di fare sempre qualcosa di diverso”.

Come mai un musical?
"Avevo delle proposte, ma volevo fare un genere “mio” e così ho lavorato su questa commedia musicale scritta da un amico, mischiando un po’ tutto. Mi piace definirlo un genere “bastardo”: è un modo di vivere il teatro in maniera più leggera, più accessibile a tutti. “Datemi tre caravelle!” è una favola dove vince il sogno, vince l’amore, e Cristoforo Colombo è colui che aiuta il nostro spirito e la nostra mente ad aprire nuovi orizzonti, a navigare verso l’oceano-mare. E’ un uomo solo contro tutti, che comunica valori forti, come quello di credere nei progetti apparentemente irrealizzabili, contro ogni pregiudizio”.

E tu come definiresti te stesso?
“Un bravo ragazzo. Pazzo e buono”.






Adricesta Onlus

aiuti preziosi alla ricerca



L’Adricesta (associazione donazione ricerca italiana cellule staminali trapianto e assistenza) è nata a Pescara. Svolge un’opera di sensibilizzazione sulla donazione di cellule staminali e sul trapianto e promuove inoltre iniziative per potenziare lo sviluppo della ricerca scientifica in questo campo. L’associazione sostiene anche l’organizzazione delle strutture ospedaliere cercando di migliorare l’assistenza sanitaria sociale e a questo proposito si è fatta promotrice ed organizzatrice del progetto “Un buco nel muro” che vede Alessandro Preziosi in prima linea. Si tratta di raccogliere fondi per dotare di strumenti e sistemi di comunicazione tecnologicamente avanzati alcuni reparti dell’Ospedale Santo Spirito di Pescara dove sono ricoverati in camere sterili piccoli pazienti. Lo scopo è quello di alleviare il senso di solitudine di chi è costretto a vivere per diversi mesi isolato dal mondo esterno, attraverso delle telecamere collegate a internet questo muro si può abbattere. Ed è quello che sono riuscite a fare le volontarie dell’Adricesta guidate dalla tenace e combattiva presidentessa Carla Panzino che stanno ultimando le installazioni dei macchinari in tre reparti del Santo Spirito. Il progetto si sposterà in altre regioni italiane e in altri ospedali che hanno lo stesso problema.

Info www.adricesta.com www.alessandropreziosi.tv
Il numero telefonico della sede di Pescara è
085 4293089 - e-mail adricesta@virgilio.it





_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
star



Registrato: 22/09/06 10:03
Messaggi: 221
Residenza: fiumicino

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 11:27    Oggetto: Rispondi citando


sono d accordo con carla in quello che dice,alesandro e vittoria insieme sono persone uniche e un esempio per tutti noi,ma anche da soli e separati resterebbero ugualmente straordinari...........a verissimo sono i giornalisti che sbagliano,se si sta su un set cosa centra la vita privata?è inevitabile che una persona nn risponda,nn pensate?
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
star



Registrato: 22/09/06 10:03
Messaggi: 221
Residenza: fiumicino

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 11:27    Oggetto: Rispondi citando


sono d accordo con carla in quello che dice,alesandro e vittoria insieme sono persone uniche e un esempio per tutti noi,ma anche da soli e separati resterebbero ugualmente straordinari...........a verissimo sono i giornalisti che sbagliano,se si sta su un set cosa centra la vita privata?è inevitabile che una persona nn risponda,nn pensate?
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
anonimo
Ospite





MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 15:21    Oggetto: Rispondi citando


Grazie di cuore Giuly per aver riportato tutti quegli articoli...grazie per tutto!
UN BACIO A TE E A TUTTE!

Maria Giulia
Top
Rossana



Registrato: 09/03/04 22:17
Messaggi: 7575
Residenza: Catania

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 15:52    Oggetto: Rispondi citando


MA QUANTI BEI ARTICOLI: PROPRIO UN PIACERE LEGGERLI! Wink Laughing
GRAZIE GIULY! Razz

_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Annalaura93



Registrato: 16/03/06 17:21
Messaggi: 4384
Residenza: Foggia

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 17:36    Oggetto: Rispondi citando


CHE BEI ARTICOLI.GRAZIE GENZIANA SEI UNICA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Very Happy Cool Laughing Embarassed Wink
ANNALAURA
SOSTENITRICE ADRICESTA ONLUS
MIGLIORIAMOCI PER I NOSTRI BIMBI. Wink Very Happy .
Top
Profilo Invia messaggio privato
vera



Registrato: 01/08/04 15:51
Messaggi: 937
Residenza: foggia

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 20:43    Oggetto: Rispondi citando


Grazie Very Happy
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
noemi 92



Registrato: 27/08/06 22:32
Messaggi: 150
Residenza: torino!

MessaggioInviato: Lun Ott 09, 2006 21:20    Oggetto: Rispondi citando


Very Happy Wink
_________________
Ale 6 tutto x me...Ale & Vitto vvtrbxs....


Top
Profilo Invia messaggio privato
My Angel



Registrato: 05/05/04 12:56
Messaggi: 2169
Residenza: Taurisano (LE)

MessaggioInviato: Mar Ott 10, 2006 09:39    Oggetto: Rispondi citando


ke bello leggere tutti questi articoli.... Wink
_________________
Non ho giustificazioni per il mio modo errato di provare sentimenti...Per istinto altero la natura degli istinti.Senza volere, voglio in modo sbagliato.
(F. Pessoa)
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Archivio messaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3 ... 35, 36, 37  Successivo
Pagina 1 di 37

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati