ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

I NOSTRI INCONTRI
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 191, 192, 193, 194, 195  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Ven Mar 13, 2020 18:27    Oggetto: ALESSANDRO PREZIOSI #iorestoacasa per Emergenza CORONAVIRUS Rispondi citando





"Siamo tutti CON VOI .medici infermieri parenti delle

vittime .e voi Amici che non ci siete più
" .12/03/2020





ALESSANDRO PREZIOSI invita a restare uniti, gli uni

agli altri, rispettando le regole che ci hanno dato per

Vincere l'Amore per il Prossimo
…Contro il COVID-19








Alessandro Preziosi official FORUM condivide l'appello

questo è l'unico sito WEB personale aperto dall'artista

dal 2004 dedicato alla Solidarietà con Adricesta Onlus




_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3621
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Lun Mar 16, 2020 13:12    Oggetto: Rispondi citando


Ciao a tutti.

Ánimo, fuerza, fe y esperanza de que entre todos y siguiendo las indicaciones de nuestros respectivos gobiernos, venceremos en esta larga lucha.

Mille baci a tutti.

VVB

Marisol
_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2020 18:50    Oggetto: AMLETO di CALENDA - 1998 - Museo Accademia Musumeci Greco - Rispondi citando





in attesa di ripartire con nuove date per gli spettacoli

rinviati
, ritorniamo in teatro: "Amleto" 1998, Calenda

con foto dal Museo Accademia Musumeci Greco-1878


















_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Gio Mag 07, 2020 21:38    Oggetto: POLIZIA DI STATO omaggio ad APICELLA, condiviso da ADRICESTA Rispondi citando




      "…Tu che sostieni gli angeli
      quando attraversi il cielo
      dipingi un paio d'ali anche per noi…
      "

      all'Agente Scelto Pasquale Apicella

      e a tutti coloro che hanno donato la Vita
      per il Bene comune, la Polizia di Stato
      dedica "La preghiera del poliziotto"


      con un video ufficiale commemorativo






interpreti: Nicky Nicolai, Violante Placido, Alessandro
Preziosi, Di Battista; Dario Rosciglione, Andrea Rea,
Luigi Del Prete; arrangiamento di Stefano Di Battista






_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7780

MessaggioInviato: Dom Mag 10, 2020 08:40    Oggetto: AUGURIIII Rispondi citando


AUGURI PER LA FESTA DELLA MAMMA......

VI VOGLIO BENE....

HELENA....
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Lun Mag 25, 2020 20:42    Oggetto: PREZIOSI racconta WAGNER a RAVELLO 26/5/1880-2020 - docufilm Rispondi citando







RICHARD WAGNER a RAVELLO nel 140° anniversario

ELEONORA ABBAGNATO danza a Villa Rufolo: Evento

a porte chiuse
; canta il soprano Carmen Giannattasio




progetto organizzato da Fondazione Ravello in stretta

sinergia con Regione CAMPANIA e Comune di Ravello,

video e promozione turistica per "CAMPANIA SICURA"









ALESSANDRO PREZIOSI racconta il passaggio, 1880

per la registrazione del lungometraggio, in onore del

#WagnerDay, 26 maggio 2020, "CAMPANIA DIVINA"




La Fondazione Ravello in stretta sinergia con la Regione Campania e il Comune di Ravello, ricorda il 140esimo anniversario del passaggio di Richard Wagner a Ravello, evento che più di ogni altro ha segnato il destino della perla della Costiera Amalfitana, diventata poi, Città della Musica e sede del Ravello Festival, nato 68 anni orsono proprio come omaggio al genio di Lipsia.
L’evento, ideato dal Maestro Alessio Vlad, si svolgerà in una Villa Rufolo vuota, senza pubblico così come imposto dall’emergenza Covid-19 che ha così pesantemente segnato e continua a segnare, la nostra quotidianità.

Nell’evento, che diventerà un lungometraggio, saranno coinvolte due grandi artiste: Eleonora Abbagnato e Carmen Giannattasio a rappresentare ognuna simbolicamente un aspetto dell’amore tra Parsifal, il “puro folle” e Kundry. Ad Alessandro Preziosi, attore oggi tra i più amati dal grande pubblico, l’onere e l’onore di raccontare quell’amore e la visita di Wagner a Ravello. La regia è affidata a Gino Aveta (a destra nella foto).

Centoquarant’anni orsono, il 26 maggio 1880, Richard Wagner, accompagnato dalla moglie Cosima e da un piccolo seguito, dopo aver affrontato a dorso di mulo l’impervia salita, da Amalfi arrivava a Ravello. Più che l’incanto panoramico lo richiamavano i resti delle architetture arabo-normanne e la bellezza dei giardini che sapeva sarebbero potuti essere fonte di ispirazione per la messa in scena dell’opera che stava portando a termine: il Parsifal.
“Wagner sapeva che quell’ultima opera che stava componendo avrebbe rappresentato il suo testamento spirituale. – spiega Alessio Vlad, autore anche del testo – Parsifal dominava i suoi pensieri da oltre un quarto di secolo, fin dalla gestazione del Lohengrin, e voleva che i significati di cui la vicenda era intrisa assurgessero a significati universali in virtù di un contrasto, ovvero nel nome di un percorso iniziatico e conoscitivo che doveva comprendere tutto il mondo occidentale considerato nel rapporto di ciò che rappresentava il suo opposto. A Ravello – continua – trovò da un lato quell’abbandono che andava cercando per dare vita definitiva a quel secondo atto dell’opera dove Kundry metteva in pratica tutti quei sensuali adescamenti per portare a sé il “puro folle”, abbandono che solo l’atmosfera forte di colori e di profumi del Sud gli poteva dare, dall’altro, addentrandosi nei giardini di Villa Rufolo, ebbe la visione pittorica che cercava per definire la scenografia del giardino incantato in cui faceva svolgere l’azione.
La città e la Fondazione Ravello vogliono ricordare quell'avvenimento nel nome di una tradizione che da allora in un percorso mai interrotto ha fatto si che Ravello diventasse il luogo ideale dove il mondo del nord, in nome di radici comuni, incontra il sud”.






    https://www.rainews.it/tgr/campania/notiziari/index.html?/tgr/video/2020/05/ContentItem-0d63a5e1-e080-429c-b0cf-2c27e5c1f5a8.html


Eleonora Abbagnato, étoile dell’Opera di Parigi e direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, danzerà nei giardini di Villa Rufolo indossando un abito Dior su una inedita coreografia di Simone Valastro. L’assolo, creato appositamente sulla musica del Preludio del Parsifal, vuole rappresentare quell’abbandono estetico che fu alla base del concepimento dell’opera e che Wagner trovò a Ravello.

La Giannattasio, campana, icona di stile nel panorama operistico internazionale è una delle interpreti più richieste dai maggiori teatri del mondo. Accompagnata dal pianista Maurizio Agostini, nell’atmosfera del giardino di Klingsor, si prepara ad interpretare una aria dal Lohengrin di Wagner (con la composizione del Lohengrin - Lohengrin nella storia figlio di Parsifal - Wagner iniziò il suo percorso verso quella che sarebbe stata la sua ultima opera). Lunedì 25 maggio si è tenuta la prova generale dello spettacolo.





ha scritto:


_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Mar Mag 26, 2020 17:48    Oggetto: PREZIOSI per WAGNER Day con ELEONORA ABBAGNATO, Ravello [SA] Rispondi citando








Instagram ANTEPRIMA VIDEO del DocuFilm ufficiale:


RICHARD WAGNER a RAVELLO nel 140° anniversario

ELEONORA ABBAGNATO danza a Villa Rufolo: Evento

piano: M. Agostini; soprano CARMEN GIANNATTASIO








progetto organizzato da Fondazione Ravello in stretta

sinergia con Regione CAMPANIA e Comune di Ravello,

video e promozione turistica per "CAMPANIA SICURA"





"WAGNER DAY" 2020 - SPOT scaricabile anche al LINK www.regione.campania.it/regione/it/multimedia/web-tv/spot-wagner-day




ALESSANDRO PREZIOSI è voce narrante del docufilm

in lavorazione registrato a porte chiuse in omaggio al

WAGNER DAY, 26 maggio 2020, "CAMPANIA DIVINA"









Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania dichiara "A 140 anni dalla visita di Richard Wagner a Ravello, a Villa Rufolo, nel giardino che fu luogo di ispirazione per le composizioni di uno dei più importanti musicisti di tutti i tempi, la Regione Campania, insieme alla Fondazione Ravello e al Comune, ha voluto ricordare quell’evento.
Grazie alle magnifiche interpretazioni della ballerina Eleonora Abbagnato, del soprano Carmen Giannattasio, dell’attore Alessandro Preziosi, per aver rievocato oggi alcuni dei capolavori del genio di Lipsia, dando vita ad un’interpretazione unica ed originale, ancora più difficile proprio perché senza pubblico, soltanto attraverso l’ausilio della registrazione, come in un set cinematografico.

L’attività culturale della Regione Campania riparte con un grande evento internazionale, una grande rievocazione artistica, da cui ci arriva anche il messaggio che il ritorno alla vita normale è possibile, sempre rispettando le regole di distanziamento e di protezione personale. “Campania Sicura”.
"









Si sono tenute oggi nella Villa Rufolo di Ravello le celebrazioni per la visita effettuata dal compositore tedesco Richard Wagner (1813-1883) il 26 maggio 1880, fonte di ispirazione del quadro scenico del secondo atto del “Parsifal”, andato in scena per la prima volta al Festival di Bayreuth nel 1882. Come rende noto l'Ambasciata d'Italia a Berlino con un comunicato, la Regione Campania, la Fondazione Ravello e il Comune di Ravello hanno voluto ricordare quell’avvenimento nel nome di “una tradizione che da allora, in un percorso mai interrotto, è legata alla produzione musicale di Wagner”. In una Villa Rufolo che “reinterpreta la sua storia in una suggestiva atmosfera da set cinematografico”, si è dunque svolto “il primo evento in Campania che segna la sua rinascita culturale dopo il periodo di pandemia del Covid 19”. Ad aprire la scena sono state le danze di Eleonora Abbagnato, étoile del Teatro dell'Opera di Parigi sulle note del preludio del “Parsifal”, quasi a voler rappresentare “quell’abbandono estetico che fu alla base del concepimento dell’opera e che Wagner trovò a Ravello”. La voce del celebre soprano Carmen Giannattasio ha interpretato “Der Engel” dai “Wesendonk Lieder”, ciclo di liriche composto da Wagner tra il 1857 e il 1858, e “Casta Diva” dalla “Norma” di Vincenzo Bellini (1801-1835), il compositore italiano più amato dal maestro tedesco per cui fu un modello, “rappresentando un’ ideale unione” tra il mondo musicale di Germania e Italia. Da trait d’union, la narrazione dell’attore Alessandro Preziosi, “capace di far rivivere il passato nella sua attuale e quanto mai naturale dimensione”. Direttore artistico dell'evento, il maestro Alessio Vlad, compositore, direttore d’orchestra, esperto wagneriano, attualmente direttore artistico del Teatro dell’Opera di Roma. Ravello, “gelosa custode delle testimonianze del passato, memore della sua vocazione internazionale, offre al mondo intero un patrimonio unico e insostituibile, espressione della propria identità culturale e la Campania è pronta ad accogliere in sicurezza i tanti appassionati dei tanti luoghi di arte e cultura della regione”, si conclude nel comunicato. via Notiziario AgenziaNOVA.com Cultura (Geb) Riproduzione riservata






_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Ven Giu 05, 2020 09:23    Oggetto: PREZIOSI narra WAGNER A RAVELLO 2020 con ELEONORA ABBAGNATO Rispondi citando









WAGNER DAY, 26 maggio 2020 "CAMPANIA DIVINA"



"CAMPANIA SICURA" TRAILER ufficiale del DocuFILM


ALESSANDRO PREZIOSI è voce narrante del viaggio:


RICHARD WAGNER a RAVELLO nel 140° anniversario

ELEONORA ABBAGNATO danza a Villa Rufolo: Evento

piano: M. Agostini; soprano CARMEN GIANNATTASIO









In anteprima, il trailer ufficiale del video celebrativo realizzato nel 140esimo anniversario dell’arrivo di Richard Wagner a Ravello.
Immagini, musiche e testi davvero emozionanti per la rievocazione della visita del “Genio di Lipsia”, avvenuta il 26 maggio 1880.
La Regione Campania, insieme alla Fondazione Ravello e al Comune, si è fatta promotrice del primo grande evento internazionale realizzato in Italia dall’inizio dell’emergenza COVID-19.
Il docufilm sarà trasmesso in particolar modo in Germania, per rafforzare il legame storico con questa terra.
Ripartiamo dalla cultura per il rilancio e la promozione turistica della bellissima regione: "Campania Divina, Campania Sicura".








_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7780

MessaggioInviato: Ven Giu 05, 2020 19:41    Oggetto: CARISSIMI.... Rispondi citando


CHE BELLO,GRAZIE MILLE.....

HELENA....
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3688
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Ven Giu 12, 2020 14:38    Oggetto: Rispondi citando


BELLISSIMO....GRAZIE!!! Laughing
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Gio Lug 02, 2020 20:24    Oggetto: RAFFAELLO Una vita felice 18/7/20 URBINO reading di PREZIOSI Rispondi citando




"RAFFAELLO. UNA VITA FELICE" 18/7/20 A URBINO

reading di e con ALESSANDRO PREZIOSI su testo di

ANTONIO FORCELLINO, ore 21, piazza Rinascimento









nell’ambito di RINASCIMENTI per il Cinquecentenario di Raffaello Sanzio, lo spettacolo è organizzato dal Comune di Urbino e AMAT Marche in occasione delle Celebrazioni RAFFAELLO 1520 - 2020.







Urbino, dal 18 luglio 2020 si apre un contenitore di eventi, quello di "Rinascimenti", "che permette al visitatore di capire che durante tutto l’anno c’è qualcosa a Urbino", l’assessore al Turismo Andrea De Crescentini ha promosso il calendario di iniziative in programma per i prossimi mesi a partire, però, dalla giornata clou, quella della "ripartenza" anche culturale della città. Con lui l’illustratrice Serena Riglietti, autrice dei disegni sui pannelli dell’itinerario di "Raffaello Bambino", cui si aggiungeranno delle miniguide per i più piccoli: "Mi dispiace che il maestro Logli non ci sia più perché nei pannelli c’è una dedica per lui, con la sospensione di Urbino, e per Gianni De Conno e la sua luna a falcetto – ha detto Riglietti -. Io sarò sempre indicata come l’illustratrice di Harry Potter ma da oggi sono anche la disegnatrice di Raffaello e lavorare per questo progetto a Urbino è stato come rinascere".

Il 18 luglio, alle 21 in piazza Rinascimento ad Urbino, andrà in scena lo spettacolo con Alessandro Preziosi "Raffaello. Una vita felice" tratto dall’opera di Antonio Forcellino, grazie ad Amat.

Fra i volti più amati dello spettacolo italiano, talento poliedrico che si divide tra teatro, cinema e televisione, Preziosi ha costruito con grande sensibilità artistica un percorso nell’affascinante biografia di Raffaello, a partire dal libro di Antonio Forcellino, Raffaello. Una vita felice.
“Seppe dipingere le Madonne più belle del mondo perché sapeva dipingere le donne più sensuali del mondo, o viceversa? Raffaello. Una vita felice, ovvero: come scrivere una biografia”. Questo il commento di Antonio D’Orrico, critico letterario del “Corriere della Sera”, al libro di Antonio Forcellino. Merito principale del volume è di mettere in crisi la leggenda del tormento e della disperazione che ruota attorno alla figura dell’artista. Raffaello smonta impietosamente ogni traccia di questo mito romantico e dimostra al contrario che proprio la felicità piena e l’appagamento delle pulsioni possono dare luogo al raggiungimento dei massimi vertici della creatività.

Preziosi, che in passato si era cimentato altre volte con opere di alto contenuto biografico, ripercorre la fulminante parabola di Raffaello attraverso testimonianze e documenti; anche grazie a una lettura esperta e approfondita delle sue opere, l’attore fa emergere soprattutto i momenti che riguardano il periodo giovanile di Raffaello e il suo legame con Urbino.

Lo spettacolo è organizzato dal Comune di Urbino e AMAT Marche per le Celebrazioni del V Centenario della morte di Raffaello Sanzio.







_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Gio Lug 02, 2020 20:54    Oggetto: LE QUATTRO STAGIONI di VIVALDI - Balletto dell'Opera di ROMA Rispondi citando




ALESSANDRO PREZIOSI è voce recitante registrata

/ 25-26 e 30 luglio / 2 e 3 agosto 2020 / alle 21:00

A ROMA, Circo Massimo (biglietti disponibili on line)




    letture di brani tratti dai testi di ALDA MERINI

    negli intermezzi per "LE QUATTRO STAGIONI"

    di ANTONIO VIVALDI; DOMENICO SCARLATTI







regia e coreografia a cura di Giuliano Peparini, per il

nuovo allestimento del TEATRO dell'OPERA DI ROMA

con il Corpo di Ballo -diretto da Eleonora Abbagnato-

musiche su base registrata dall'Orchestra del Teatro

Opera di Roma - Violino solista: Vincenzo Bolognese








BALLETTO in un atto IN PRIMA ASSOLUTA il 25 luglio

interpreti principali:
Rebecca Bianchi, Michele Satriano, Susanna Salvi,
Claudio Cocino, Sara Loro, Alessio Rezza, Marianna
Suriano, Giacomo Castellana

scene di Andrea Miglio; costumi di Anna Biagiotti;
luci: Marco Vignanelli;
video: Edmondo Angelelli e Giuliano Peparini








E’ in prima assoluta un nuovo balletto, "Le quattro stagioni" coreografato da Giuliano Peparini su musica di Antonio Vivaldi. Il coreografo romano, alla sua terza creazione per la compagnia capitolina, racconta le naturali “stagioni” della coppia: dai primi sguardi che si incrociano con pudore (la Primavera), ai fuochi della passione (l’Estate) e al loro progressivo spegnimento (l’Autunno), fino ad arrivare al gelo della noia (l’Inverno). Intorno alle coppie principali, ci sarà il nostro Corpo di Ballo che Peparini farà danzare rispettando il distanziamento fisico obbligatorio.

Di forte impatto emotivo sarà la voce recitante di Alessandro Preziosi che farà da intermezzo tra una stagione e l’altra. Le musiche, su base registrata, saranno eseguite dall’Orchestra del Teatro dell’Opera con Vincenzo Bolognese, violino solista concertante. Completano la creazione, scene e costumi improntati ad un’essenziale linearità, rispettivamente firmati da Andrea Miglio e Anna Biagiotti. Fondamentale l’apporto delle luci di Marco Vignanelli e le proiezioni di Edmondo Angelelli. I danzatori: Rebecca Bianchi, Susanna Salvi, Sara Loro, Marianna Suriano, Michele Satriano, Claudio Cocino, Alessio Rezza e Giacomo Castellana. Spetterà a loro superare la sfida della danza a un metro di distanza l’uno dall’altro. Dopo la prima assoluta di sabato 25 luglio, previste quattro repliche: domenica 26 luglio, giovedì 30 luglio, domenica 2 agosto, lunedì 3 agosto, ore 21.




_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Ven Lug 03, 2020 07:55    Oggetto: GIBELLINA dedica a LUDOVICO CORRAO Vigneto del Mediterraneo Rispondi citando




a Gibellina, il progetto del "Vigneto del Mediterraneo"

nel segno di Ludovico Corrao inaugurazione 3.7.2020

accesso riservato, in diretta via Facebook dalle 20:30


Alessandro Preziosi legge da "Il Sogno Mediterraneo"









A Gibellina un anno fa a conclusione della terza edizione dello "Scirocco Wine Fest" veniva lanciato il progetto "Vigneto del Mediterraneo". Ideato e realizzato dal gruppo Cantine Ermes - Tenute Orestiadi, si inaugura venerdì 3 Luglio alle 20.30. Composto da diverse varietà di un'unica cultivar, il Moscato, il vigneto vede per ogni filare l'espressione di questo varietale presente in un diverso Paese del Mediterraneo.
Nel segno di Ludovico Corrao, figura chiave della rinascita di Gibellina e strenue sostenitore dell'importanza di realizzare ponti culturali, il vigneto si prefigge l'obiettivo di rappresentare l'incontro, il dialogo e la condivisione tra i popoli del Mare Nostrum. Cantine Ermes - Tenute Orestiadi ha chiesto di usufruire di uno spazio inutilizzato adiacente all'Orto Botanico - Giardino del Mediterraneo di Gibellina, per trasformarlo in vigneto: si tratta di circa 1.800 metri quadrati su cui sono state impiantate a cura dello staff agronomico dell'azienda più o meno 500 barbatelle espressione dei diversi Paesi del Mediterraneo: Italia, Spagna, Francia, Grecia, Malta, Turchia, Tunisia. Al simbolico taglio del nastro, trasmesso in diretta sulle pagine social per evitare assembramenti, prenderanno parte Rosario Di Maria, Presidente del gruppo Cantine Ermes - Tenute Orestiadi; Salvatore Sutera, Sindaco di Gibellina; Calogero Pumilia, Presidente della Fondazione Orestiadi; Domenico Mogavero, Arcivescovo di Mazara del Vallo; Keith Abdelhafid, capo della comunità islamica di Sicilia. Dopo un dibattito su vino, arte e cultura nel Mediterraneo l'attore Alessandro Preziosi leggerà alcuni frammenti di Ludovico Corrao tratti da "Il Sogno Mediterraneo".







_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Sab Lug 04, 2020 19:04    Oggetto: PREZIOSI gira docufilm LA LEGGE DEL TERREMOTO - Valle Belìce Rispondi citando








PREZIOSI sta girando "LA LEGGE del TERREMOTO"

"Nel viaggio della memoria della Valle del Belìce", il

docufilm di cui è produttore regista e voce narrante





ha scritto:




l'intervista - PREZIOSI: "Il Belìce e gli altri terremoti nel mio documentario di emozioni".

"Amo la Sicilia e voglio rappresentarla con un racconto che va dal 1968 ai giorni nostri"




Prima la tragedia ha distrutto, poi l’arte ha resuscitato. La nuova Gibellina è come una giovane attrice che mette in scena se stessa per esorcizzare la morte. L’intera città è come una galleria di arte contemporanea. L’anima del paese, raso al suolo dal devastante terremoto del Belìce, nel gennaio del 1968, si è reincarnata in tripudio d’arte che, da oltre 40 anni, rappresenta un laboratorio creativo a cielo aperto, arricchito dalle opere di tantissimi artisti di fama mondiale. Il simbolo della memoria, accanto ai ruderi superstiti di Gibellina Vecchia, è sicuramente il Grande Cretto di Alberto Burri. Un labirinto di blocchi di cemento che ricopre la collina dove la terra ha tremato distruggendo le case, seminando la morte. Una sorta di memoria in ricordo delle vittime del terremoto. Un sudario che copre pietosamente le ferite del paese. Ed è lì che Alessandro Preziosi, uno degli attori di cinema e di teatro più apprezzati nel panorama nazionale, ha deciso di girarci un documentario.

Un attore campano che vive a Roma come si è avvicinato alla Sicilia?
L’incontro con la Sicilia è stato scandito da tanti momenti, ma ciò che mi è rimasto dentro è il dialetto che ho imparato per conoscere con profondità questa terra. Ci sono luoghi straordinari, diciamo che il momento più profondo con il quale sono entrato in contatto con i siciliani e con la Sicilia è stato durante la lavorazione de I Vicerè. Approfondendo la Sicilia attraverso quel meraviglioso libro di De Roberto e le riprese del film di Faenza”.

Lei è stato più volte nella Valle del Belìce. Cosa la spinge da quelle parti?
Sono stato chiamato per commemorare recitando alcuni frammenti teatrali i 50 anni dal terremoto del Belìce ed è stata per me una grande opportunità di racconto di quello che è stato il primo terremoto mediatico della storia del nostro Paese, l’Italia ne venne a conoscenza grazie ad immagini potentissime, che oggi rappresentano un tesoro come cultura storica del paese, di quello che è stato il devastante terremoto che ha cambiato geologicamente quella Valle e l’ha colpita per sempre. Il mio rapporto con questo luogo magico è che dentro c’è riassunto il grande sforzo dell’uomo di reagire ad un trauma così profondo come quello di un terremoto. Ludovico Corrao, più volte sindaco di Gibellina, ha provato con le opere d’arte, con il Grande Cretto di Burri, a lasciare una memoria e a costruire una nuova città fondata sull’arte e sulla cultura. Un'esperienza culturale affascinante che mi ha spinto come artista e come essere umano, ad avvicinarmi a questa situazione attraverso la realizzazione di un documentario".

Ci può dare anticipazioni su questo progetto?
Al momento lo chiamerò LA LEGGE DEL TERREMOTO, e già lunedì (29/6) cominceremo le riprese. Un’analisi che parte da quel 1968 e arriva ai giorni nostri, a terremoti come il Covid, un terremoto che dura 90 secondi o 2 minuti ma dura due mesi, ogni giorno, un terremoto continuo, di diversa natura ma ugualmente devastante. Sarà un documentario che partendo dal Belìce, attraverserà altri terremoti d’Italia. Ho conosciuto personaggi che sono diventati protagonisti della mia storia, rappresentano l’opportunità che il terremoto ha dato a queste persone che si sono reinventate, ricostruendo la loro professione, la loro vita, hanno dato una linfa di grande speranza a tutto il territorio”.

Lo scorso anno, al Grande Cretto ha recitato un testo di Massimo Recalcati. Qual è il suo rapporto emotivo, personale, intimo, con quella che è la più grande opera di land art al mondo?
Per me rappresenta la pietà verso i corpi delle cose sepolte, ha dentro una grande forza di pietas nel senso più antico e moderno della parola. Quelle macerie rappresentano i corrugamenti della terra, il vagare allucinante della gente, è stato un impatto morale il mio, quando ho recitato lì sopra, ho sentito di essere un mezzo attraverso le migliaia di spettatori che erano lì, per far comprendere quanto fosse importante non solo ricordare quello che era accaduto ma quanto fosse complicato riuscire a recuperare la tradizione, la cultura dei nostri padri, attraverso un luogo che non c’è più e che noi possiamo solo immaginare. Il Cretto è una grande responsabilità per tutti noi”.



Riproduzione riservata - a cura di FRANCESCA CAPIZZI, 4 luglio 2020 - pubblicata da


CORRIERE DELLA SERA - inserto MEZZOGIORNO - ediz. Sicilia










_________________




L'ultima modifica di genziana il Mar Lug 07, 2020 18:18, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35414

MessaggioInviato: Dom Lug 05, 2020 13:10    Oggetto: TOTO' OLTRE LA MASCHERA - 21/7 Sant'ELPIDIO 28/7/2020 PADOVA Rispondi citando





due MARTEDI' dell'estate teatrale con lo spettacolo


TOTO' OLTRE LA MASCHERA Omaggio ad ANTONIO

DE CURTIS
, reading di ALESSANDRO PREZIOSI con

Daniele Bonaviri, chitarra live - prod. KHORA.teatro








21 LUGLIO - ore 21:15 - SANT'ELPIDIO A MARE (FM)

in Piazza MATTEOTTI per R-ESTATE IL CENTRO .2020

con AMAT e il contributo di MiBACT e Regione Marche








28 LUGLIO, 21:30 - PADOVA, CASTELLO CARRARESE

nell'ambito del CASTELLO FESTIVAL '20 Piazza d'Armi

ospiterà anche la Rassegna "IL SUONO E LA PAROLA"








restano validi biglietti già acquistati potranno essere

utilizzati anche se riportano la data 13/05 o 21/5/20

informazioni per nuove prenotazioni tel.3421486878




aggiornamenti qui NEL FORUM personale dell'artista!



_________________


Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 191, 192, 193, 194, 195  Successivo
Pagina 192 di 195

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy