ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

I NOSTRI INCONTRI
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 91, 92, 93 ... 194, 195, 196  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 17:10    Oggetto: 18/07/13 VELEIA Festival Teatro Antico - PROMETEO di Eschilo Rispondi citando



      I NOSTRI INCONTRI... a VELEIA Romana


      VELEIA • Festival Di Teatro Antico • 2013

      ALESSANDRO PREZIOSI apre la rassegna

      Con 'Prometeo' di Eschilo, 18 luglio 21.30


      Evento Speciale e in Esclusiva per VELEIA




      adattamento dei testi - a cura di Tommaso Mattei
      musiche dal vivo: al violoncello Nicoletta Mainardi
      ingresso libero e gratuito - apertura platea: 21.00















_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 17:45    Oggetto: 18/07/13 VELEIA Festival Teatro Antico - PROMETEO di Eschilo Rispondi citando





ha scritto:



      L’attore che ama le sfide in teatro e al cinema
      è domani sera al Festival di Veleia Romana-Pc




        . PREZIOSI fa Prometeo : “Simbolo
        . dell’uomo diviso tra bene e male

        ... Frammenti da Eschilo e musica


Sara Chiappori

Essere soltanto bello non gli è mai bastato. Forse agli inizi gli è stato d'aiuto, ma poi la carriera di Alessandro Preziosi ha seguito traiettorie poco scontate. Archiviati i romantici tempi di Elisa di Rivombrosa, è stato tutto un giocare di sfide. In televisione (dove è stato Sant'Agostino e presto sarà don Peppino Diana), al cinema (con Faenza, i fratelli Taviani, Ozpetek e l'ultimo Pappi Corsicato, la commedia nera Il volto di un'altra), in teatro soprattutto (dove si è messo alla prova con ruoli impegnativi come Amleto e anche come regista, fino all'ultima avventura da direttore artistico dello Stabile d'Abruzzo). Insomma, se qualcosa sembra troppo facile, lui sterza e si infila su un sentiero in salita. Un esempio? Il Prometeo realizzato per l'apertura del festival di teatro antico nell'area archeologica di Veleia Romana (Pc), un montaggio di frammenti da Eschilo su adattamento di Tommaso Mattei e l'accompagnamento dal vivo della violoncellista Nicoletta Mainardi.

Preziosi, come mai proprio Prometeo, che nella tragedia di Eschilo è immobile tutto il tempo, incatenato a una rupe dalla collera di Zeus per aver rubato e donato il fuoco ai mortali?
"Proprio per questo si presta bene a un ritaglio monologante. E poi perché è un personaggio vicino alla nostra sensibilità".

Un titano contemporaneo?
"È una metafora potentissima per raccontare l'eterno problema dell'uomo nel districarsi tra bene e male. Che uso facciamo della conoscenza? Le sembrerà un azzardo, ma pensavo a Prometeo mentre registravo lo spot per Apple Italia. La tecnologia ci dà infinite possibilità, ma con quale intelligenza ci garantiamo un progresso giusto e sano? ".

Come avete costruito la drammaturgia?
"Con Tommaso Mattei abbiamo montato una sorta di percorso antologico che incrocia anche Goethe, Simone Weil e Byron. Immaginiamo Prometeo come il serpente nel giardino dell'Eden: entrambi offrono all'uomo la possibilità di varcare il limite imposto dall'autorità divina".

Le piacerebbe mettere in scena l'intera tragedia?
"Molto, magari per portarla a Siracusa".

E nel frattempo?
"Ho avuto un periodo intenso. Gli ultimi due film, Il volto di un'altra di Corsicato e Passione sinistra di Marco Ponti mi hanno richiesto parecchie energie. Il teatro ancora di più, la regia di Cyrano è stata molto impegnativa".

Il testo di Rostand è il suo cavallo di battaglia. Anni fa il ruolo di Cristiano nello spettacolo di Corrado D'Elia le ha regalato i primi successi teatrali.
"Si, ma il mio spettacolo è un'altra cosa. Mi sono tolto la soddisfazione di fare finalmente Cyrano e soprattutto di togliergli il naso".

Dal 2011 è direttore artistico dello Stabile d'Abruzzo. Con Gassman in Veneto siete gli unici under 50 a ricoprire questo tipo di incarico. Lei per di più in una regione ancora piegata dal terremoto. Che cosa significa?
"Per un attore è l'occasione di dimostrare concretamente il suo amore per il teatro perché le difficoltà sono molte di più delle soddisfazioni, che pure ci sono. A fine luglio faremo Sogno di una notte di mezza estate nella zona rossa di L'Aquila con gli allievi di un laboratorio di recitazione. E non escludo di lavorarci ancora per trasformarlo in un musical. Bello, ma non facile: oltre a cercare soldi, devi coinvolgere il territorio, confrontarti con le associazioni locali, vigilare sugli interessi che muovi. Vuol dire avere voglia di fare politica in Italia nel 2013. Ma se ci riesci a L'Aquila puoi farcela anche a Teheran".


© Riproduzione riservata



LA REPUBBLICA - Ed. Milano - Spettacoli XXIII - Merc. 17/07/13





_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 18:34    Oggetto: 18/07/13 VELEIA Festival Teatro Antico - PROMETEO di Eschilo Rispondi citando





ha scritto:




Festival di Teatro Antico di Veleia: al via il 18 luglio con Alessandro Preziosi



E’ stato presentato questa mattina il programma dell’edizione 2013 del Festival di Teatro Antico di Veleia Romana, i classici interpretati sotto le stelle in un sito archeologico noto per il Foro romano. Da anni l’antica località romana del comune di Lugagnano ospita il Festival di Teatro antico, un “must” dell’estate culturale piacentina che quest’anno ha rischiato di sparire inghiottito nel vortice della crisi. E invece il Festival si farà, con una novità – l’ingresso gratuito – che farà senz’altro piacere agli amanti del teatro.

9 luglio 2013 / liberta.it -










FESTIVAL DEL TEATRO ANTICO – Giovedì si apre la rassegna diretta da Paola Pedrazzini e sostenuta dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano



        Preziosi: “Sono figlio dell’Umanesimo


A Veleia l’attore darà voce e corpo a Prometeo, uno dei miti per eccellenza del teatro antico



Donata Meneghelli

Immagino il mio lavoro come quello di un contadino. Anche io a mio modo produco qualcosa, in una professione che mi permette non solo di far nascere sogni, ma anche di realizzarli”. A parlarci in modo così appassionato e proteso al futuro, ma con le radici ben piantate in “quella cultura umanistica che mi ha affascinato sin da giovanissimo”, è l’attore, regista, produttore (per cinema, teatro e tv) Alessandro Preziosi, che giovedì sera (inizio spettacolo attorno alle 21) terrà a battesimo la nuova edizione del Festival del Teatro Antico di Veleia, diretto da Paola Pedrazzini, e con ingresso da quest’anno gratuito, grazie al contributo dei finanziatori e del main sponsor, la Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Sarà un evento unico e imperdibile, in esclusiva per Veleia, impreziosito dal sofisticato accompagnamento al violoncello di Nicoletta Mainardi.
Preziosi darà voce e corpo ad uno dei miti per eccellenza del teatro antico: Prometeo, il titano che ruba il fuoco agli dei, per permettere all’uomo di conoscere cosa è il bene e cosa è il male e di assumersi quindi la responsabilità del pensiero e dell’azione. Il titano, punito da Zeus per il atto rivoluzionario e filantropico, nella tragedia di Eschilo compare in scena incatenato, con l’aquila di Zeus che gli divora il fegato. Insieme al socio Tommaso Mattei (nella casa di produzione Khora) Preziosi ha scelto un mito antico e moderno assieme, tragico nel suo supplizio ed eroico nella sua scelta.

Da tempo – ci racconta Preziosi volevamo portarlo come tragedia greca a Siracusa (al Festival del Teatro Antico Preziosi aveva interpretato Oreste nelle Coefore e nelle Eumenidi) ma c’erano già state versioni importanti con Popolizio ed Herlitzka. Occorre avere la consapevolezza culturale di capire perché c’è bisogno di risentire ancora quelle parole. Con Tommaso abbiamo preso la tragedia di Eschilo, legandola anche ad altri racconti: dai testi biblici a Goethe, Byron. Il tema che li lega è la nascita della coscienza dell’uomo che parte da quando Adamo si ciba del frutto della sapienza. Prometeo è come il serpente: ruba il fuoco che gli dà la conoscenza, prima monopolio degli dei. C’è un aspetto che non smette di affascinarmi: il fatto che Prometeo sia così esposto, che il supplizio sia in pubblico. Si gioca qui il problema della dignità di questo mezzo uomo e mezzo dio. C’è poi il tema tecnologia, che può essere un mezzo per conoscere ma anche per fare del male”.

E’ accaduto che le letture sceniche di autori classici, per lei si siano poi trasformati in spettacoli o film. Penso alle Confessioni di Agostino che aveva interpretato con Depardieu, e che poi ha messo in scena in un film tv di grande successo.
Incontrare questi personaggi per me è un passaggio naturale nella mia vita di lavoratore, con la differenza che mi rimangono attaccati come tatuaggi che voglio siano indelebili. Un uomo impara a conoscere il suo presente, la sua memoria e il suo futuro, il tempo interiore, per dirla con Agostino”.

Ha interpretato il teatro classico, le tragedie shakespeariane. Presto sarà don Beppe Diana, il prete ucciso dal clan dei Casalesi. Per una fiction Rai. Sono tutti personaggi contemporanei, pur appartenendo ad epoche diverse.
Ricordo quando feci a Siracusa Oreste. L’attualità si intrecciava a quella tragedia perché c’era stato da poco il delitto di Erba. Si parlava non solo di matricidio, ma anche di giustizia e di certezza della pena”.

Oltre alle imminenti riprese per la fiction su don Diana, sta vivendo una stagione densa di impegni.
Ho appena terminato le riprese de Il ritorno, film tv coprodotto con la Germania che parla di un uomo che ritorna in Puglia dopo essere stato testimone di un omicidio della Sacra Corona Unita. Sarò all’Aquila la prossima settimana per Sogno di una notte di mezza estate di cui curo la regia. Interpreti sono i ragazzi formatisi all’Accademia dello Stabile di Abruzzo (che Preziosi dirige da due anni, ndr).
Dopo laboratori di drammaturgia, scenografia, recitazione, faremo rivivere il centro de L’Aquila, ancora incerottato, perché le ferite del terremoto sono state profonde e si ha paura a levare i punti. Questi ragazzi danno a me grande entusiasmo, io cerco di dare loro una speranza concreta, che risiede nei finanziamenti e nella forza propulsiva delle idee”.

Preziosi come un novello Prometeo che si spende per gli uomini. Lui, figlio di avvocati, laureato in giurisprudenza, ma amante da sempre della cultura umanistica. “Sono figlio dell’Umanesimo del Quattrocento, che fin da giovanissimo esercitò su di me un’attrazione incredibile, insieme all’ateismo inteso come consapevolezza dell’uomo delle sue possibilità”.




LIBERTA' - Quotidiano di PIACENZA - mercoledì 17 luglio 2013 -





Veleia Romana- Festival di Teatro Antico - foto di LIBERTA.it (Marinetti-Franzini)


_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
claudia_napoli



Registrato: 14/02/07 11:47
Messaggi: 11449
Residenza: Roma (ma 'tengo' il cuore napoletano)

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 18:45    Oggetto: Rispondi citando


Che meraviglia sarà questo spettacolo complimenti a te e Tommaso Mattei
per le iniziative che avete e che riuscite sempre a trasformare in realtà.
Questa è la vostra più grande forza.
In bocca al lupo per stasera e per i tuoi prossimi impegni

bacioni Claudia
_________________


Con tutto l'oro del mondo non si può comprare il battito del cuore, nè un lampo di tenerezza-de Lamartine
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 19:20    Oggetto: 18/07/13 VELEIA Festival Teatro Antico - PROMETEO di Eschilo Rispondi citando





ha scritto:




Festival-Veleia: stasera viaggio nel mito di Prometeo con Alessandro Preziosi



La prima serata del Festival di Teatro Antico di Veleia Romana è affidata a un attore pluripremiato e molto amato dal pubblico e a una tragedia secolare ancor più nota: il Prometeo di Eschilo letto e interpretato dalla voce di Alessandro Preziosi. Il noto attore di fiction televisive e di opere cinematografiche questa sera arriverà a Veleia romana per raccontare al pubblico il “suo” Prometeo contemporaneo.

Un montaggio di frammenti del mito che narra la tragedia del titano che rubò il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, con l’adattamento di Tommaso Mattei e con l’accompagnamento dal vivo della violoncellista Nicoletta Mainardi.
Un percorso antologico che incrocia anche Goethe, Simone e Weil, creato appositamente per l’edizione 2013 del festival piacentino.

L’appuntamento è alle 21.30: tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

18 luglio 2013 / liberta.it







    . Un Prometeo tra mito, storia e attualità


Veleia, la rilettura di Preziosi e Mattei con il violoncello di Nicoletta Mainardi



Donata Meneghelli

LUGAGNANO - Il mito di Prometeo riletto, non solo attraverso la tragedia di Eschilo, ma alla luce della contemporaneità e affondando le radici nelle origini della cultura cristiana, della dialettica tra Bene e Male. Una rilettura che consente di aprire. Solo in questo modo il mito antico rimane fecondo. Lo sanno bene Alessandro Preziosi e Tommaso Mattei, fautori della lettura scenica che vedremo stasera a Veleia Romana, nella cornice del foro archeologico (ingresso gratuito, apertura platea alle 21, inizio spettacolo alle 21,30). Lo spettacolo è una prima nazionale per il Festival del Teatro Antico, diretto da Paola Pedrazzini e promosso da Comune di Lugagnano, Regione, Provincia, vari sponsor e Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Alessandro Preziosi interpreterà brani da Eschilo ma anche passi biblici (dal Vecchio e Nuovo Testamento) in un originale parallelo tra Prometeo che ruba il fuoco agli dei e Adamo che si ciba del frutto dell'albero della sapienza. Parte integrante dello spettacolo i brani musicali eseguiti dalla violoncellista Nicoletta Mainardi, bolognese d'origine, oggi docente al Conservatorio "Verdi" di Milano, dove fa anche parte di "Milano ‘808 Ensemble", nato per le celebrazioni del Bicentenario della fondazione del Conservatorio di Milano.

«Interrogarsi sul mito di Prometeo in questo momento - dice Tommaso Mattei, che ha curato la drammaturgia - non può prescindere dal confrontarsi con le radici della cultura occidentale che sono quelle cristiane. Vogliamo tenere aperta la tensione dell'uomo in rapporto al mistero». La scelta dei brani a cui Preziosi darà corpo e voce, è guidata in parte dalla riflessione del filosofo Massimo Cacciari che ha dedicato un libro al fratello dei Prometeo, Epimeteo (Il potere che frena. Saggio di teologia politica, Adelphi) dando spazio ad un passo enigmatico della II Lettera ai Tessalonicesi in cui San Paolo parla di un katechon che trattiene il trionfo finale del male. Chi, o cosa è questa forza che frena al contempo lo scatenamento del male e la vittoria del bene? La questione torna ad essere interrogata anche attraverso gli strumenti del teatro. «Associamo il Prometeo al paradiso perduto - chiarisce Mattei - E' l'uomo che in entrambi i casi, nel mito greco come in quello biblico, vuole sostituirsi a Dio. Avremo quindi l'incipit della Genesi, che costruirà da subito un parallelo tra la tragedia greca e la nascita della nostra cultura mediterranea, duemila anni dopo. Perno del percorso, una poesia straordinaria di Simone Weil». Viene riletto anche il supplizio dell'aquila che divora il fegato al Titano incatenato alle rocce del Caucaso. «Da un lato - spiega Mattei - c'è l'uomo della ragione, dell'illuminismo, della tecnologia, dall'altro il non saziarsi. Cosa condanna Prometeo? Cosa lo divora? Forse lo arrovella la domanda sul fatto che nonostante abbia rubato il fuoco per gli uomini, in qualche modo non abbia dato loro tutto. Forse il fatto che lui, con un peccato d'orgoglio, abbia scelto la strada più breve per aiutare gli uomini, come se tutto venisse risolto con la tecnologia. Ma non di solo il pane vive l'uomo. Ai giovani vogliamo dire: ci sono il pane e le rose». I brani scelti dalla violoncellista come intermezzi vanno da Bach alla musica contemporanea. Dalla visione algida della solitudine del violoncello nelle composizioni di Bach fino alla tragedia della guerra, dal senso dell'afflato religioso, all'ansia febbrile di un secolo breve denso di conflitti che caratterizza i compositori più vicini a noi: Paul Hindemith (Sonata op. 25 n. 3, con i temi della rabbia e dell'impotenza della sofferenza), Ernest Bloch (Prelude dalla suite n. 1), Kirchner (da Medidationen Und Salomo sprach). Per dirla con la violoncellista Mainardi «c'è la musica, quando non hai più parole per esprimere il mistero dell'umano».




LIBERTA' - Piacenza - Spettacoli, pag.34 - giov. 18/07/13





_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Daniela_G



Registrato: 04/09/12 22:24
Messaggi: 970
Residenza: Bucharest, Romania

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 19:30    Oggetto: Rispondi citando


Come sempre, una scelta molto interessante, un approccio originale, uno spettacolo fatto di talento e intelligenza. Complimenti e un grande ... in bocca al lupo per una magnifica squadra! Buona fortuna, Ale! Di sicuro sara un grande successo.
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato
pattyFI



Registrato: 03/01/07 21:15
Messaggi: 3276
Residenza: PELAGO (FI)

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 19:30    Oggetto: Rispondi citando


In bocca al lupo x stasera.....sperando che il tempo sia clemente......le letture sono un altra tua grande forza........e molto bella la tua voce che sottolina la pubblicita' televisiva,,,,sempre presente in questo perido.......

Patty,Ida......
_________________
Donare un sorriso ad un bambino malato è un atto d'amore!



Io e te che facemmo invidia al mondo, avremmo vinto mai contro un miliardo di persone! [Mille giorni di te e di me]
C.Baglioni
Top
Profilo Invia messaggio privato
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3688
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Gio Lug 18, 2013 23:44    Oggetto: Rispondi citando


Sarà stato un successo e e tutti avranno applaudito a piene mani!!! Laughing Laughing

Sono curiosa di leggere le critiche e di vedere qualche video dello spettacolo!!! Smile Smile Smile

Grande Ale!!!!! Laughing Laughing Laughing
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Ven Lug 19, 2013 08:18    Oggetto: 18/07/13 VELEIA Festival Teatro Antico - PROMETEO di Eschilo Rispondi citando



ha scritto:



    .Veleia Romana [Pc] folla e applausi per il

    .'PROMETEO' contemporaneo di PREZIOSI



.........



Il bel sorriso che l’ha aiutato a conquistare il pubblico e un’evidente emozione: la folla che questa sera ha invaso le rovine del teatro di Veleia Romana non ha lasciato indifferente neppure un attore affermato e di lunga esperienza come Alessandro Preziosi, accolto e salutato con lunghissimi applausi.
Un trionfo per la serata d’esordio del Festival di Teatro Antico e per il Prometeo contemporaneo ideato e interpretato dallo stesso Preziosi: “Il mito, la contrapposizione del bene del male, lo stesso dolore, di cui è vittima il protagonista della tragedia, sono condizioni senza tempo che sempre hanno fatto e faranno parte della vita dell’uomo – ha raccontato l’attore ai microfoni di Telelibertà – abbiamo mescolato il testo di Eschilo ad alcuni brani della Genesi e di Goethe, il tutto accompagnato da un sottofondo musicale di violoncello”.
Prometeo ruba il fuoco agli dei per donarlo agli uomini – ha aggiunto Preziosi - una simbologia potente che oggi potremmo paragonare a una certa tecnologia e all’uso che possono farne gli uomini”.
La miscela classico-contemporanea e la possente voce dell’attore hanno convinto il foltissimo pubblico piacentino che si è presentato ai cancelli con ore di anticipo per non mancare l’appuntamento di questa sera.
18 luglio 2013 / liberta.it





.........





_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Helena x



Registrato: 08/10/06 18:42
Messaggi: 7781

MessaggioInviato: Ven Lug 19, 2013 08:25    Oggetto: Grazie!!! Rispondi citando


Grazie mille cara Giuliana!!!
Alessandro é stato unico e originale come sempre!!!
Sono molto felice e molto orgogliosa per lui!!!
"LA SERATA MAGICA" veramente!!!
Grazie!!!
Helena!
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Ven Lug 19, 2013 08:41    Oggetto: 18/07/13 VELEIA Festival Teatro Antico - PROMETEO di Eschilo Rispondi citando



ha scritto:



          PREZIOSI incanta VELEIA



.........



.........



.........



Festival di Teatro Antico a Veleia, al debutto la rassegna, curata da Paola Pedrazzini, e sostenuta da Fondazione di Piacenza e Vigevano, con il Patrocinio del Comune di Lugagnano e della Provincia di Piacenza.
Ad aprire le rappresentazioni nello scenario incantevole del foro romano di Veleia Alessandro Preziosi. Al centro dello spettacolo il mito per eccellenza, il più fecondo, il più segreto, forse il più rappresentativo della cultura occidentale, Prometeo, il titano che ruba il fuoco agli dei per donarlo agli uomini. La potenza della scrittura tragica di Eschilo rivive nella voce e nell’interpretazione dell’affascinante Alessandro Preziosi, pluripremiato (Premio Gassmann, Efebo d’Argento, Premio Persefone...) e amatissimo attore che ha conquistato grande pubblico (grazie a serie tv come Elisa di Rivombrosa) e addetti ai lavori (per le ottime prove in tv, teatro e cinema).
Un evento unico e imperdibile, in esclusiva per Veleia, impreziosito dal sofisticato accompagnamento al violoncello di Nicoletta Mainardi.

18 luglio 2013 /PiacenzaSera.it/teatro






_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
margherita79



Registrato: 07/02/12 14:57
Messaggi: 2936
Residenza: napoli

MessaggioInviato: Ven Lug 19, 2013 15:28    Oggetto: Rispondi citando


Sono felice che sia stato un vero successo,complimenti Ale un abbraccio
_________________
margherita79
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 35443

MessaggioInviato: Ven Lug 19, 2013 16:31    Oggetto: 18/07/13 VELEIA Festival Teatro Antico - PROMETEO da Eschilo Rispondi citando



      I NOSTRI INCONTRI...a Veleia Romana [Pc]










      VELEIA • Festival Di Teatro Antico • 2013

      ALESSANDRO PREZIOSI apre la rassegna

      Con 'Prometeo' di Eschilo, 18 luglio 21.30


      Evento Speciale e in Esclusiva per VELEIA




      adattamento dei testi - a cura di Tommaso Mattei
      musiche dal vivo: al violoncello Nicoletta Mainardi


_________________

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Lba91



Registrato: 21/01/12 15:44
Messaggi: 1266
Residenza: bisceglie provincia di bari

MessaggioInviato: Ven Lug 19, 2013 16:55    Oggetto: Rispondi citando


MAGNIFICO... COME SEMPRE <3
Top
Profilo Invia messaggio privato
Beate-1969



Registrato: 16/04/12 20:20
Messaggi: 2871
Residenza: Deggendorf/Deutschland

MessaggioInviato: Ven Lug 19, 2013 17:27    Oggetto: Rispondi citando


Caro Alessandro,

Congratulazioni per il loro grande successo. Sono molto orgoglioso di loro. Sono molto contento.

Tanti baci

Beate Smile Smile Smile Smile Smile
_________________


Mi dispiace per il mio cattivo italiano

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 91, 92, 93 ... 194, 195, 196  Successivo
Pagina 92 di 196

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy