ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

ciao a tutti
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 50, 51, 52 ... 55, 56, 57  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Gio Mar 30, 2017 13:28    Oggetto: CLASSE Z - recensione di TV SORRISI E CANZONI n. 13| 03/2017 Rispondi citando




Alessandro PREZIOSI preside - film di Guido CHIESA

la "CLASSE Z" nelle sale italiane dal 30 MARZO 2017

produzione : Colorado Film; distribuisce Medusa Film









ha scritto:



Cinema : CLASSE Z, la scuola non è uguale per tutti



“Un film attuale, divertente e al tempo stesso istruttivo”. /di Alberto Rivaroli




TV SORRISI E CANZONI n. 13, 28/03/2017 - GUIDA: TUTTI I FILM

NELLE SALE, LE CURIOSITÀ, I COMMENTI, LA CLASSIFICA DEL BOX OFFICE









_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3430
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Gio Mar 30, 2017 14:43    Oggetto: Rispondi citando


Carissima Giuly,

Grazie mille per tutte queste informazioni e le foto di Ale Very Happy Very Happy ....

Mi è piaciuto molto Razz Razz !!

Io, come sempre, ho visto un 'Ale, molto amichevole, sarcastico, molto simpatico, con un grande senso di umorismo Wink Razz .........

Una persona affascinante Wink Wink !!

Ma carissima amica: quando tu riposate Rolling Eyes Rolling Eyes ??

Tanti baci con grande affetto da Madrid.

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
PATRICIA 22



Registrato: 27/08/16 08:28
Messaggi: 283
Residenza: USA

MessaggioInviato: Sab Apr 01, 2017 00:54    Oggetto: Rispondi citando


Andrò a vedere Classe Z non appena è possibile per me di farlo, alessandro.

Love ya, Namaste, me.
_________________
Patricia.

"Hell is empty and all the devils are here."
―William Shakespeare
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Sab Apr 01, 2017 11:47    Oggetto: CLASSE Z, regia di CHIESA, recensione IL MESSAGGERO ed. Roma Rispondi citando



ha scritto:




    IL FILM “CLASSE Z”,
    un anno scolastico vissuto pericolosamente



Conflitto di classi: la B e la F del Liceo Scientifico Kennedy del quartiere di Monteverde Vecchio incontrano cast artistico e tecnico di “CLASSE Zdi Guido Chiesa, film prodotto da COLORADO, distribuito in sala dal 30 marzo da MEDUSA e portato con una settimana di anticipo davanti agli occhi dei liceali romani grazie ad Alice nella città, bella e prestigiosa sezione della Festa del Cinema di Roma, da sempre attenta a infanzia e adolescenza.




La palestra dell’Istituto viene adibita a cinema e immediatamente il numero degli spettatori sale a più di cento per una proiezione assai partecipata e seguita da un breve ma interessante dibattito. Il film racconta di un anno scolastico vissuto “pericolosamente” da un gruppo di studenti somari riacciuffati didatticamente, e non solo, per i capelli da un giovane professore idealista cresciuto con il mito de “L’attimo fuggente”, ovvero quando il compianto Robin Williams invitava gli studenti di un college yankee di fine anni ’50 a salire sui loro banchi per vedere il mondo, e la scuola, da un’altezza diversa. “Abbiamo voluto inserire una battuta di critica a L’attimo fuggente perché si è fatta troppa retorica negli anni attorno al romanticismo di quel capolavoro” afferma il regista Guido Chiesa. “Perché anche io penso che l’insegnante interpretato da Williams abbia commesso l’errore nel film di sottovalutare la famiglia del ragazzo aspirante attore, spingendolo di fatto a una scelta che poi si sarebbe ritorta contro di lui”.
L’attimo è stato colto anche dagli studenti del Kennedy, i quali hanno salutato con affetto gli attori del film tra cui tante star del web come Il Pancio e Greta Menchi: “Abbiamo voluto fare dei provini a tutti gli attori, compresa Greta, non accontentandoci della loro fama virtuale”, ha proseguito Chiesa: “Io non ho pregiudizi verso chi esplode come personaggio del web. Allo stesso tempo non accetto che le tante visualizzazioni vogliano automaticamente dire che c’è del talento recitativo”. Da questo punto di vista CLASSE Z è effettivamente un piacevole ibrido: da una parte interpreti provenienti dalla commedia o da un percorso più tradizionale (Alessandro Preziosi, l’ottimo comico Andrea Pisani e i vibranti Alice Pagani, Enrico Oetiker, Luca Filippi e Armando Quaranta), dall’altra un occhio a nuove piattaforme di espressione come il controverso web. Fondamentale alla creazione del film l’intervento di consulenza di ScuolaZoo, community di studenti con quasi tre milioni di fan su Facebook, nata nel 2007 per denunciare mala istruzione e creare sinergie tra studenti di tutta la nazione. Vedremo come andrà in sala. Per adesso, almeno dentro il Liceo Kennedy di Monteverde, CLASSE Z pare proprio che sia stato promosso.

Claudio Alò –
- Riproduzione riservata

IL MESSAGGERO ed. Roma – Cronaca – pagina 52 -24/03/2017




Quell’aula di ragazzacci e il professore idealista



Professore di liceo idealista (Andrea Pisani) fissato con il cult movie “L’attimo fuggente” ed il tormentone “O capitano! Mio capitano!” da poesia di Whitman, arriva in una classe di perdigiorno pure aggressivi. Rischierà l’esaurimento nervoso ma fuori dalle aule scolastiche, forse, ritroverà la ragione confrontandosi con quei ragazzacci senza retorica. Continua il percorso di Guido Chiesa, ex critico militante e autore due volte in Concorso a Venezia, dentro la commedia nazionalpopolare dopo il più che pregevole “Belli di papà”. Pisani si conferma talento puro (nasce comico nel duo PanPers), mentre tra i giovani somari si distinguono Greta Menchi e l’impressionate Armando Quaranta (il suo scontroso Yuri pare uscito dal pezzo punk rock dei CCCP). Complimenti per l’approccio post-ideologico al cinema d’ambientazione scolastica.

Claudio Alò


IL MESSAGGERO ed. nazionale – Spettacoli pagina 29 -30/03/2017





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Sab Apr 01, 2017 11:51    Oggetto: CLASSE Z - Matrix-Canale 5 MEDIASET ospita PREZIOSI e CHIESA Rispondi citando




31/3/17 MATRIX Canale 5 Mediaset ospita PREZIOSI

Guido Chiesa e Greta Menchi per parlare di CLASSE Z

il preside si rivede al Liceo Classico Umberto I, Napoli



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Sab Apr 01, 2017 18:18    Oggetto: CLASSE Z di Guido Chiesa - FC n. 14/2017 - 10 anni SCUOLAZOO Rispondi citando



ha scritto:




10 ANNI DI SCUOLAZOO «Siamo i vostri compagni di banco»

di Laura Bellomi - pubblicato da

FAMIGLIA CRISTIANA n. 14|2017 in Italia nel Mondo pag. 46 e 49





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Sab Apr 01, 2017 18:19    Oggetto: CLASSE Z di Guido Chiesa - recensione di FAMIGLIA CRISTIANA Rispondi citando



ha scritto:



Un film leggero che affronta temi seri: la meritocrazia, la didattica, l’esclusione e la dispersione scolastica



SEZIONE H: la RIVINCITA DEGLI ULTIMI della

CLASSE dal 30 marzo al cinema| «CLASSE Z»




La scuola e i “perdenti”:
in una commedia lo scontro tra modi diversi di insegnare




Nelle scuole, in ogni classe, i ragazzi sono diversi tra loro e la bravura di un insegnante è proprio sapere adattarsi alle diversità. Significa riuscire a non annoiare e demotivare i più bravi e al tempo stesso trainare e sostenere quelli che fanno più fatica.
CLASSE Z, il film di Guido Chiesa (prodotto da COLORADO e MEDUSA in collaborazione con ScuolaZoo), immagina un liceo scientifico in cui il preside decide di fare un “esperimento”: formare una sezione di “asini”, di ragazzi in difficoltà a scuola come nelle relazioni, di condannati alla bocciatura. In tal modo le altre classi non verranno rallentate nella preparazione alla maturità e si lasciano gli asini al loro destino. Cerca di aiutarli il professore Andreoli, interpretato da Andrea Pisani, idealista, convinto di poter riproporre ai ragazzi di oggi la semplice ricetta del professor Keating de “L’attimo fuggente”. Ma appare subito chiaro che non basta declamare “Capitano mio capitano…” Andreoli è costretto anche lui a gettare la spugna con i reietti della scuola.
Quando tutti li hanno dati per sconfitti e ghettizzati, i ragazzi della sezione H, a tre mesi dall’esame di Stato, capiscono che hanno in mano il loro destino. Cercano e ritrovano Andreoli, il professore, che hanno fatto scappare. Anche se per poco, è l’unico che ha creduto in loro.
Il regista Guido Chiesa, noto per l’impegno dei suoi film (come Il partigiano Johnny), ha due figlie che frequentano il liceo. Racconta di avere incontrato i ragazzi di ScuolaZoo per poter sviluppare un film ambientato nel mondo dell’istruzione: “L’obiettivo era realizzare una commedia che parlasse del conflitto tra due idee di didattica: una orientata all’efficienza, alla meritocrazia e alla selezione; un’altra attenta agli studenti in quanto persone, alla loro crescita e creatività”.
Nel cast, oltre ai giovani attori, molti alle prime armi, anche Antonio Catania, il commissario del provveditorato, e Alessandro Preziosi nei panni del dirigente efficientista e manager.
Il risultato è un film piacevole, leggero ma che affronta temi seri come le difficoltà nello studio, la meritocrazia, la didattica, l’esclusione e soprattutto la dispersione scolastica da parte di tutti quegli studenti che non tutti i docenti hanno voglia e tempo di “guardare in faccia”.
Una commedia in cui si esasperano volutamente i toni e si estremizzano le situazioni, con una riflessione sociale ed educativa così spiegata dal regista che sottolinea la crisi del nostro modello scolastico: “Non favorisce in alcun modo la creatività, l’inventiva, i talenti che non si inquadrano nella logica programma/verifica/voto. Non dico che a scuola si debba insegnare “YouTube”, ma la noiosa processione di interrogazioni e pagelle con professori e studenti demotivati che senso ha? E’ un sistema che penalizza la persona (ragazzo e docenti) e che si adatta solo a chi si comporta da bravo soldatino. Tutti gli altri rischiano di diventare dei vuoti a perdere”.


di Orsola Vetri - pubblicato da

FAMIGLIA CRISTIANA n. 14|2017 - Aziende Creative - pagina 50





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Sab Apr 01, 2017 19:16    Oggetto: RAI 3 Le parole della settimana, GRAMELLINI ospita PREZIOSI Rispondi citando




"Le Parole della Settimana" condotto da GRAMELLINI

ospita sabato 1° aprile 2017 ALESSANDRO PREZIOSI

in studio per commentare parole chiave: 20:30 RAI 3






ogni sabato Massimo Gramellini commenta le parole chiave della settimana tra politica
e cronaca, in compagnia degli ospiti e di Geppi Cucciari, a lei è affidata la parte ironica



Il programma di Rai3 realizzato in collaborazione con Endemol Shine Italy va in onda dagli studi del Centro di Produzione Rai di Milano con la regia di Cristian Biondani. Le parole della settimana è un programma di Claudia Carusi, Fabio Fazio, Massimo Gramellini, Arnaldo Greco, Piero Guerrera, Veronica Oliva. (RAI Ufficio Stampa)





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3608
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Dom Apr 02, 2017 20:49    Oggetto: Classe Z Rispondi citando


Ciao Ale....ti ho seguito in queste partecipazioni televisive ed è sempre un piacere vederti e ascoltarti.

Questo pomeriggio ho visto il tuo film (ero con delle amiche insegnanti di liceo Laughing ) e ci siamo divertite molto. E' una commedia leggera... ma che mette in risalto i problemi della scuola di oggi sotto tutti i punti di vista...che toccano soprattutto i ragazzi....quelli che hanno poca voglia di studiare e gli insegnanti.
I protagonisti infatti sono loro...i ragazzi. Ho chiesto alle mie amiche se il ritratto tracciato in questo film rispondesse alla realtà e mi hanno risposto che purtroppo è così....ed è molto amaro.
I ragazzi/attori sono stati bravissimi. Il Preside/tu fa benissimo la sua parte.
E' un buon film da vedere tutti.

Un abbraccio
mariella
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
PATRICIA 22



Registrato: 27/08/16 08:28
Messaggi: 283
Residenza: USA

MessaggioInviato: Lun Apr 03, 2017 01:35    Oggetto: Rispondi citando


Alessandro, Amo l'intervista che hai fatto l'altro giorno, quando lo spettacolo ha fatto la storia di vostro tempo al liceo. Mi piaceva guardare tutte le diverse espressioni sul viso. shock, eccitazione, imbarazzo, e, infine, le risate. per vedere si passa attraverso tutte queste emozioni in una volta è come guardare un film muto. Laughing davvero carino!

Later, Namaste, me.
_________________
Patricia.

"Hell is empty and all the devils are here."
―William Shakespeare
Top
Profilo Invia messaggio privato
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Lun Apr 03, 2017 19:30    Oggetto: CLASSE Z - Radio COLONNA Roma intervista ALESSANDRO PREZIOSI Rispondi citando






RADIO COLONNA intervista ALESSANDRO PREZIOSI

ROMA Greta Menchi e Andrea Pisani per "CLASSE Z"






Alessandro Preziosi è il Preside Frigotto, l’ideatore della CLASSE Z e nemesi degli studenti dell’ultimo anno: “È stata una bella rivincita fare il preside, passare da giudicato a giudicante aveva un certo gusto, ma in questo film non c’è una parte cattiva e buona. Ognuno è legittimato nel proporre la propria posizione, il preside nel ritenere che interpreto che la scuola non è un diritto e non un’opportunità”.

L’impatto che ho avuto nel rivedermi è stato di grande divertimento e malinconia, un tempo che non c’è più e che se tornassi indietro lo vivrei con molta più passione nel mondo della scuola e fa specie che oggi la professionalità degli insegnanti sia un po’ latente ma perché sono distratti da politiche sociali e culturali molto pesanti. Io insegnante che entro in classe ho molti problemi fra cui gestire gli asini, degli animali come quelli mostrati in questo film. Io non andavo meglio di loro, ma il riscatto della Maturità mi ha portato a vivere il finale del film con grande malinconia” ricorda l’attore.




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Lun Apr 03, 2017 20:01    Oggetto: CLASSE Z di Guido Chiesa - recensione di FAMIGLIA CRISTIANA Rispondi citando



ha scritto:



Un film leggero che affronta temi seri: la meritocrazia, la didattica, l’esclusione e la dispersione scolastica



Nelle scuole, in ogni classe, i ragazzi sono diversi tra loro e la bravura di un insegnante è proprio sapere adattarsi alle diversità. Significa riuscire a non annoiare e demotivare i più bravi e al tempo stesso trainare e sostenere quelli che fanno più fatica.
CLASSE Z, il film di Guido Chiesa (prodotto da COLORADO e MEDUSA in collaborazione con ScuolaZoo), immagina un liceo scientifico in cui il preside decide di fare un “esperimento”: formare una sezione di “asini”, di ragazzi in difficoltà a scuola come nelle relazioni, di condannati alla bocciatura. In tal modo le altre classi non verranno rallentate nella preparazione alla maturità e si lasciano gli asini al loro destino. Cerca di aiutarli il professore Andreoli, interpretato da Andrea Pisani, idealista, convinto di poter riproporre ai ragazzi di oggi la semplice ricetta del professor Keating de “L’attimo fuggente”. Ma appare subito chiaro che non basta declamare “Capitano mio capitano…” Andreoli è costretto anche lui a gettare la spugna con i reietti della scuola.
Quando tutti li hanno dati per sconfitti e ghettizzati, i ragazzi della sezione H, a tre mesi dall’esame di Stato, capiscono che hanno in mano il loro destino. Cercano e ritrovano Andreoli, il professore, che hanno fatto scappare. Anche se per poco, è l’unico che ha creduto in loro.
Il regista Guido Chiesa, noto per l’impegno dei suoi film (come Il partigiano Johnny), ha due figlie che frequentano il liceo. Racconta di avere incontrato i ragazzi di ScuolaZoo per poter sviluppare un film ambientato nel mondo dell’istruzione: “L’obiettivo era realizzare una commedia che parlasse del conflitto tra due idee di didattica: una orientata all’efficienza, alla meritocrazia e alla selezione; un’altra attenta agli studenti in quanto persone, alla loro crescita e creatività”.
Nel cast, oltre ai giovani attori, molti alle prime armi, anche Antonio Catania, il commissario del provveditorato, e Alessandro Preziosi nei panni del dirigente efficientista e manager.
Il risultato è un film piacevole, leggero ma che affronta temi seri come le difficoltà nello studio, la meritocrazia, la didattica, l’esclusione e soprattutto la dispersione scolastica da parte di tutti quegli studenti che non tutti i docenti hanno voglia e tempo di “guardare in faccia”.
Una commedia in cui si esasperano volutamente i toni e si estremizzano le situazioni, con una riflessione sociale ed educativa così spiegata dal regista che sottolinea la crisi del nostro modello scolastico: “Non favorisce in alcun modo la creatività, l’inventiva, i talenti che non si inquadrano nella logica programma/verifica/voto. Non dico che a scuola si debba insegnare “YouTube”, ma la noiosa processione di interrogazioni e pagelle con professori e studenti demotivati che senso ha? E’ un sistema che penalizza la persona (ragazzo e docenti) e che si adatta solo a chi si comporta da bravo soldatino. Tutti gli altri rischiano di diventare dei vuoti a perdere”.


di Orsola Vetri - pubblicato da

FAMIGLIA CRISTIANA n. 14|2017 - Aziende Creative - pagina 50





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Lun Apr 03, 2017 20:03    Oggetto: CLASSE Z: Radio2 Social Club RAI 03/04/17 in studio PREZIOSI Rispondi citando






RAI RADIO 2 Social Club 3 aprile 2017 in diretta con

ALESSANDRO PREZIOSI, presenta il film "CLASSE Z"

canta "Tu si' 'na cosa grande" di Domenico Modugno!






RAI Radio 2 Social Club |podcast: Ascolta tutta la puntata 03/04

soltanto così puoi risentire la canzone interpretata da Alessandro





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Lun Apr 03, 2017 21:20    Oggetto: Premio CIVICRAZIA 2017 NAPOLI per l'eccellenza 0304 PREZIOSI Rispondi citando



ha scritto:




METROPOLIS ediz. Napoli - Cultura-Società - dom. 02/04/17 pag. 27





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 33138

MessaggioInviato: Lun Apr 03, 2017 21:21    Oggetto: Premio CIVICRAZIA 2017 NAPOLI per l'eccellenza 0304 PREZIOSI Rispondi citando



ha scritto:




IL MATTINO ediz. Napoli - Cultura-Società - dom. 02/04/17 pag. 58





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 50, 51, 52 ... 55, 56, 57  Successivo
Pagina 51 di 57

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati