ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

TOURNE' 2018 di ALE con VAN GOGH
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 16, 17, 18  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Dom Apr 08, 2018 13:13    Oggetto: PREZIOSI per ADRICESTA Onlus a CHIETI, Brunch di Beneficenza Rispondi citando





con ALESSANDRO PREZIOSI protagonista della pièce

VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

CHIETI Brunch di Beneficenza pro ADRICESTA Onlus






appuntamento: domenica 15 APRILE 12:00 in punto

presso il CIRCOLO CAPSICUM di piazza Umberto I, 3

nel Centro Storico di Chieti in zona Teatro Marrucino








per prenotare, ricevere conferma assegnazione posti

e Donare l'Offerta minima Solidale di partecipazione:





contatta ADRICESTA: Associazione Donazione Ricerca

Italiana Cellule Staminali Trapianto Assistenza
ONLUS

347.26.15.019 - info@adricesta.com - 085.20.56.770











promotore e Testimonial ufficiale Alessandro Preziosi

insieme da 14 anni per Solidarietà con l'Associazione

ADRICESTA Onlus che dal 2004 va in aiuto dei Bimbi

Ospedalizzati, a livello nazionale con Progetti Solidali


a sostegno dei Malati, dell'Infanzia e della Famiglia e

del processo di Umanizzazione dei reparti di degenza




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Dom Apr 08, 2018 13:16    Oggetto: VINCENT VAN GOGH 14-15/04/2018 ACS / Teatro Marrucino CHIETI Rispondi citando








_ KHORA.teatro con TSA - Teatro Stabile d'Abruzzo

presentano



ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco

di STEFANO MASSINI con regia di Alessandro Maggi








per il BiCentenario del Teatro MARRUCINO di CHIETI


e in chiusura della prima tournée della pièce teatrale

sabato 14 e domenica 15 aprile 2018 / ACS, Abruzzo

Circuito Spettacolo,
in sinergia con la Città di CHIETI







_________________


L'ultima modifica di genziana il Lun Apr 16, 2018 18:26, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Dom Apr 08, 2018 13:17    Oggetto: VINCENT VAN GOGH 6-7-8/04/18 Teatro Mario Del Monaco TREVISO Rispondi citando




rassegna stampa selezionata dal Forum ufficiale di


ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco

dal 6 all'8 aprile 2018 - TREVISO Teatro Del Monaco





ha scritto:





    L’attore interpreta il pittore MALEDETTO ne

    L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO, pièce

    di Massini; PREZIOSI: VAN GOGH in bianco

Giambattista Marchetto

Il GAZZETTINO Nord Est ed. Treviso pag. 29 06/04/18 Spettacoli













_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Mar Apr 10, 2018 17:51    Oggetto: VINCENT VAN GOGH | 10-11-12/04/2018 - Teatro Comunale THIENE Rispondi citando




ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco

dal 10 al 12 aprile 2018 . THIENE, Teatro Comunale





ha scritto:






          Mistero Van Gogh dal “male

          di vivere” un’arte immortale



THIENE - L’arte, il genio e la follia di Van Gogh in uno spettacolo – “VINCENT VAN GOGH. L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO” – che ne ripercorre l’ultimo anno di vita trascorso quasi per intero fra le austere pareti dell’ospedale di Saint Paul, poco distante da Saint Rémy de Provance. In scena stasera al Comunale alle 20.45 (si replica domani e giovedì) il lavoro è firmato da Stefano Massini, che con questo testo si è aggiudicato nel 2005 il Premio Tondelli “per la scrittura limpida, tesa, capace di restituire il tormento dei personaggi con feroce immediatezza espressiva”. La motivazione della giuria mette l’accento sull’intensità espressiva di una drammaturgia asciutta e potente impegnata a scavare nella mente e nell’anima di un pittore straordinario, costretto a combattere per tutta la vita con i demoni di un male di vivere che lo portò a spararsi un colpo di rivoltella il 29 luglio 1890. Aveva solo 37 anni, ma lasciava in eredità un patrimonio di bellezza e poesia destinato a durare nei secoli.
Protagonista dell’allestimento sarà Alessandro Preziosi, che si misura con uno dei più grandi artisti di sempre, cercando di restituirne le luci e le ombre, il tormento e la gloria, il travaglio interiore e la lucida follia. Costruito intorno al momento più lacerante, ma allo stesso tempo più produttivo dell’attività di Van Gogh, il lavoro di Massini scava nel mistero che avvolge il processo creativo. Dove sta la genesi di tanta forza e bellezza? Come può una mente, così apparentemente ottenebrata e confusa, produrre oltre un centinaio di tele nel breve arco di 53 settimane? Le molte contraddizioni che innervano la sua opera possono trasformarsi in una prova d’attore «incredibilmente stimolante e complessa». «Calarsi nei panni dell’autore dei “Girasoli” o del “Seminatore” – spiega infatti Preziosisignifica accostarsi a uno spirito che avrebbe voluto incendiare il mondo con la sua immaginazione, ma che nei fatti si trovò costretto alla solitudine perché gran parte di coloro che gli stavano attorno erano in grado di percepire solo un piccolo alito dell’immenso fuoco da cui era posseduto e che in qualche modo finirà con il divorarlo». Diretto da Alessandro Maggi, l’allestimento si muove all’interno di uno spazio totalmente bianco (ideato da Marta Crisolini Malatesta, che si è occupata anche dei costumi) dentro il quale il mondo visionario di Van Gogh si confronta con presenze che ebbero nella sua vita un ruolo fondamentale. Costante il riferimento al fratello Theo (Massimo Nicolini). Come importante fu il suo rapporto con l’enigmatico dottor Peyron (Francesco Biscione) responsabile dell’ospedale. Un universo, quello che gli ruota intorno, ricco di colori, voci e presenze, che lo condurranno al limite estremo di un percorso abitato da una sorta d’ipnotica sinestesia, fra le cui pieghe ogni confine sarà scardinato e travolto da mari di grano, gialli roventi, blu cobalto e bagliori d’argento. Il mistero della creazione artistica viene indagato nelle forme di un avvincente thriller psicologico.


Maurizia Veladiano • © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL GIORNALE DI VICENZA Spettacoli|Teatro pag. 41 10/04/18














_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2018 19:21    Oggetto: VINCENT VAN GOGH | 10-11-12/04/18, Teatro THIENE, recensione Rispondi citando




ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco


Teatro Com.le THIENE - 11 aprile 2018 - recensione

















ha scritto:




Thiene, Van Gogh di Preziosi strega il Comunale




Le aspettative non sono state tradite da uno spettacolo di intensità che lascia il segno quando ti lasci la porta del teatro alle spalle.
Un ‘Van Gogh’ straziante quello andato in scena al ‘Comunale’ di Thiene, dove stasera e domani, tornerà in replica la performance maestosa di Alessandro Preziosi.

Il suo ‘Vincent Van Gogh, l’odore assordante del bianco’ è stato apprezzato da una platea attenta, dall’inizio alla fine, nonostante la ‘durezza’ di un testo che, specialmente sulle battute iniziali, poteva risultare ostico anche per i più esperti di teatro.

“Preziosi è un attore di un certo livello e a Thiene ha portato sempre spettacoli di grosso calibro – ha dichiarato Maria Gabriella Strinati, Assessore alla Cultura – E’ stato un ‘Van Gogh’ carico di pathos, capace di ammaliare gli spettatori dall’inizio alla fine, tenendo una presenza scenica quasi fissa sul palco”.



P.V. 11 aprile 2018 - pubblicato via AltoVICENTINOonline.it Thiene





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2018 19:23    Oggetto: VINCENT VAN GOGH | 10-11-12/04/18, Teatro THIENE, recensione Rispondi citando




ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco


Teatro Com.le THIENE - 11 aprile 2018 - recensione





ha scritto:




Questa sera al Comunale di Thiene l’ultima replica di “VINCENT VAN GOGH



    . Dalle notti dell’anima scaturisce il genio

    . Ma il prezzo da pagare nega la speranza



Alessandro Preziosi, carismatico e potente, con ottimi comprimari.




VINCENT VAN GOGH. L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO” titolo inebriato da una folgorante sinestesia, racconta l’ultimo anno di vita del grande pittore olandese. Non a caso il tema delle genesi artistica è il fil rouge di un lavoro attraverso il quale Van Gogh riesce a portare lo spettatore fra le pieghe più nascoste della sua delirante solitudine […].
Scritto da Stefano Massini, che proprio con questo testo vinse nel 2005 il Premio Tondelli a Riccione Teatro, lo spettacolo è in scena ancora stasera al Comunale di Thiene nell’ambito della tradizionale stagione teatrale. Interpretato da un Alessandro Preziosi in stato di grazia, il dramma scandaglia i territori di una mente che, pur infestata da ogni sorta di fantasmi, è in grado di stabilire un contatto profondo […].
Il suo primo interlocutore è il fratello Theo – impersonato da un empatico, sensibile Massimo Nicolini – a cui si aggrappa sperando di poter uscire dalla sua allucinata segregazione. Intorno a lui un girotondo di medici e infermieri (molto suggestiva la prova di Francesco Biscione nei panni del Direttore Peyron, al quale fa da abile contraltare Roberto Manzi nel ruolo del vanaglorioso Dottor Lazàre) […].
Tesa e ben disegnata la regia di Alessandro Maggi, capace di sbalzare con singolare efficacia la nevrosi tonale del protagonista risolto da un Alessandro Preziosi carismatico e potente.



citazioni da: Maurizia Veladiano • © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL GIORNALE DI VICENZA Spettacoli|Teatro pag. 51 12/04/18











_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2018 19:29    Oggetto: VINCENT VAN GOGH L'odore assordante del bianco, TOUR 2018-19 Rispondi citando




"VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco"




        PERSONAGGI E INTERPRETI


        Vincent Van Gogh: Alessandro Preziosi

        Dottor Peyron: Francesco Biscione

        Theo Van Gogh: Massimo Nicolini
        Dottor Vernon-Lazàre: Roberto Manzi
        infermiere Gustave: Alessio Genchi
        infermiere Roland: Vincenzo Zampa



ha scritto:





Massimo Nicolini riminese, a teatro con Preziosi

interpreta Theo, il fratello di Van Gogh
l'intervista




Rimini. Di una gentilezza fuori dal comune, giovane ma con un bagaglio teatrale alle spalle non indifferente. Riminese di nascita (zona stadio), questo è Massimo Nicolini, classe 1981, attore impegnato che sta girando l’Italia con “Vincent Van Gogh - L’odore assordante del bianco” per la regia di Alessandro Maggi. Affiancando un ipnotico Alessandro Preziosi nelle vesti del pittore olandese, Nicolini presta anima e corpo a Theo, il fratello di Van Gogh. Lo spettacolo è un thriller psicologico in cui emerge il viscerale rapporto tra un pittore imprigionato nel vuoto, l’assordante del bianco di un manicomio in cui gli è vietato dipingere, e un fratello pronto a nutrirlo della speranza di uscire da quella gabbia che lo imprigiona.

Vincitore del Premio Tondelli a Riccione Teatro nel 2005, il testo risulta essere un disperato dialogo tra emozioni, ricordi e allucinazioni che si intersecano nella concretezza spietata di medico, infermieri e direttore del manicomio. Ne abbiamo parlato con Massimo Nicolini.

Nicolini, perché ha accettato di fare “Van Gogh”?
«Posso dire che Van Gogh è un personaggio che mi gira intorno da tempo e finalmente è arrivato.
Il rapporto tra Vincent e Theo lo conoscevo abbastanza bene perché per conto mio avevo già iniziato a documentarmi. Quando poi è arrivata la possibilità di poter accedere ai provini per questo spettacolo con il regista e
Alessandro Preziosi, sono stato ben felice di buttarmi a capofitto in quest’avventura. Fortunatamente è andato tutto bene».

Interpreta un intenso Theo, fratello del pittore. Come si è preparato?
«Esiste una fitta rete di corrispondenza tra i due fratelli, anche se le lettere scritte dal pittore sono nettamente di più rispetto a quelle di Theo, circa 400 su 40. Grazie a questo rapporto epistolare, ho avuto modo di riuscire a delineare il mio personaggio, anche se ci vuole sempre una certa cautela perché portiamo in scena uomini realmente esistiti. Ho fatto un’attenta analisi del testo teatrale che mi è stato dato, in modo tale da far emergere tutte le informazioni di cui necessitavo. Quella che porto in scena è una commistione tra il Theo che fuoriesce dalle lettere e il Theo che mi è stato presentato nel testo teatrale. La vita di Vincent non è stata per nulla semplice e altrettanto si può dire per il fratello; l’artefice della fortuna di Vincent non è stato di fatto Theo, bensì la moglie di quest’ultimo».

Nella pièce, Van Gogh dialoga tra realtà e immaginazione proprio con suo fratello a cui chiede disperatamente di uscire dal manicomio. Theo, nonostante Vincent morirà suicida, può essere considerato una sorta di sogno salvifico per il fratello?
«Assolutamente sì. Avere avuto un fratello come Vincent non deve essere stato semplice, e probabilmente Theo ha toccato con mano la luce e i coni d’ombra del fratello; c’era tuttavia un filo d’affetto fortissimo tra i due fratelli, un vero e proprio intreccio di anime. Nello spettacolo, abbiamo cercato di cogliere ogni possibile sfumatura del viscerale legame che li univa».

«Prima sogno i miei dipinti, poi dipingo i miei sogni» sosteneva Van Gogh. Esiste un confine tra sogno e realtà?
«Non credo a una netta separazione tra i due, esattamente come non sento vicina la divisione tra quello che è tangibile e quello che non lo è. È un intersecarsi, mescolarsi e unirsi meravigliosamente».

Nello spettacolo affianca Preziosi che veste anima e corpo un tormentato Van Gogh.
«È una bellissima sfida. Non lo conoscevo così bene come attore ma sono ben contento di dividere il palco con lui anche per la forte intesa che è nata lavorando insieme. È un vero e proprio interprete che conosce i codici teatrali alla perfezione. Ho trovato sul palcoscenico un attore, nel senso totale del termine». [...]



dall'intervista di Giulia Farneti © RIPRODUZIONE RISERVATA CorriereRomagna.it

CORRIERE ROMAGNA - Cultura e Spettacoli - pag. 34 - 08/04/2018






_________________


L'ultima modifica di genziana il Lun Apr 16, 2018 00:33, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Sab Apr 14, 2018 01:51    Oggetto: VINCENT VAN GOGH 14-15/04/2018 ACS / Teatro Marrucino CHIETI Rispondi citando

















ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco

le dichiarazioni a conclusione del primo tour teatrale





ha scritto:




A teatro Preziosi\Van Gogh: operazione riuscita




Ultima tappa a Chieti il 14-15 aprile, e ora due produzioni




(ANSA) - CHIETI - Tappa conclusiva a Chieti, al Teatro Marrucino, il 14 e 15 aprile prossimi, per la tournée di Alessandro Preziosi, in scena con uno spettacolo che ha registrato il tutto esaurito in tutte le date: 'Vincent Van Gogh. L'odore assordante del bianco', che immagina il dialogo in una stanza di un manicomio tra il pittore e suo fratello Theo. "Finire una tournée è come abbandonare un luogo di villeggiatura dove si è consumato tutto: il primo amore, la prima compagnia, albe e tramonti meravigliosi - racconta Preziosi in un'intervista all'ANSA tracciando un bilancio alla vigilia della conclusione del suo fortunato tour - questa prima fase della tournée, che continuerà il prossimo anno, per me è come andare via da una villeggiatura che ti lascia la salsedine addosso e te la senti nelle ossa". E poi passando al personaggio. "Nella mente del pittore - spiega Preziosi - si creano barriere tra lui e la realtà, tra lui e la tela bianca".
Nel testo di Stefano Massini una immediatezza drammatica si mescola a una scrittura limpida e asciutta trasmettendo il tormento dei protagonisti. "Quando un testo è scritto bene e il pubblico lo apprezza, capisci che l'operazione è veramente riuscita", dice Preziosi che aggiunge: "Un personaggio intenso e di grande potenza che ha le tinte della fragilità e del bipolarismo, ma al tempo stesso della dolcezza e di ciò che è giusto e di ciò che non lo è".
E per i programmi futuri, Preziosi anticipa la partecipazione a due produzioni, una, tratta da un libro di Luca Bianchini dal titolo 'Nessuno come noi', commedia romantica per la regia di Volfango De Biasi "dove sono il protagonista maschile e l'altra un film per la tv per la regia di Giacomo Campiotti dove si equiparano i figli della 'ndrangheta ai figli dei genitori violenti o tossicodipendenti: un punto di vista che ha rivoluzionato la sistematicità che voleva i figli di genitori o nonni appartenenti alla malavita comunque destinati alla carriera malavitosa. Un film a cui tengo molto", conclude l'artista.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA - Redazione, 13/04/2018, ANSA.it Abruzzo






_________________


L'ultima modifica di genziana il Lun Apr 16, 2018 18:33, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Sab Apr 14, 2018 01:56    Oggetto: VINCENT VAN GOGH 14-15/04/2018 ACS / Teatro Marrucino CHIETI Rispondi citando




ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco

CHIETI 200° Teatro MARRUCINO, 14 e 15 aprile '18





ha scritto:



Chieti:
Van Gogh di Preziosi il Marrucino è già sold out




ultima tappa del tour che ha riscosso clamorosi
successi in tutta Italia, oggi e domani si replica



Stefania Ortolano ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IL MESSAGGERO ediz. ABRUZZO - CHIETI pagina 48 14/04/2018






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Sab Apr 14, 2018 19:51    Oggetto: PREZIOSI con ADRICESTA Brunch Benefico per VAN GOGH a CHIETI Rispondi citando




CHIETI Brunch di Beneficenza pro ADRICESTA Onlus

con ALESSANDRO PREZIOSI protagonista della pièce

VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco





ha scritto:






      CHIETI "L'odore assordante del bianco"

      PREZIOSI è VAN GOGH al MARRUCINO



IL CENTRO ediz. Nazionale SOCIETA' pag. 39, 15 CHIETI 14/04/18







Solidarietà, pranzo con ALESSANDRO PREZIOSI




Pranzo di Beneficenza con l'attore Alessandro Preziosi, domani dalle 12, al Capsicum di Chieti. L'attore, amico dell'Associazione ADRICESTA, incontrerà i fan e tutti insieme assaggeranno le specialità preparate dal locale. L'obiettivo è raccogliere fondi per un Progetto Solidale di arredamento a favore del Reparto di Pediatria dell'Ospedale di Pescara.











_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Sab Apr 14, 2018 19:54    Oggetto: PREZIOSI con ADRICESTA Brunch Benefico per VAN GOGH a CHIETI Rispondi citando



ha scritto:





Preziosi a Chieti per Van Gogh, prima il Brunch

di Beneficenza al Capsicum
-.- L'appuntamento

con la Solidarietà è alle 12:00, in centro storico





Redazione, 14/04/2018 - pubblicato via: CHIETItoday.it (CityNews)








ADRICESTA (Associazione Donazione Ricerca Italiana

Cellule Staminali Trapianto e Assistenza)
è una Onlus

INFO-line Adricesta / 085.20.56.770 / 347.26.15.019




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Dom Apr 15, 2018 10:45    Oggetto: ADRICESTA con PREZIOSI Brunch Benefico per VAN GOGH a CHIETI Rispondi citando




CHIETI Brunch di Beneficenza pro ADRICESTA Onlus

con ALESSANDRO PREZIOSI protagonista della pièce

VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco





ha scritto:





        . Alessandro Preziosi A CHIETI

        . per il pranzo della Solidarietà


Stefania Ortolano ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IL MESSAGGERO ediz. ABRUZZO - CHIETI pagina 47 15/04/2018













_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34274

MessaggioInviato: Dom Apr 15, 2018 22:24    Oggetto: VINCENT VAN GOGH - Quaderni della PERGOLA intevista PREZIOSI Rispondi citando




ALESSANDRO PREZIOSI nel ruolo di protagonista in

VINCENT VAN GOGH. L'odore assordante del bianco

di STEFANO MASSINI con regia di Alessandro Maggi





ha scritto:






      ALESSANDRO PREZIOSI magnetica energia



Scegliendo di compiere tanti piccoli atti di coraggio e di spregiudicatezza: è così che sono diventato un attore. Il teatro è qualcosa che, quando lo incontri, ti rapisce e cambia il tuo modo di stare al mondo.




Che cosa significa essere Vincent Van Gogh? Sulla scena, in “VINCENT VAN GOGH. L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO”, incarna la follia di questo grandissimo pittore simbolo di un colore forte e materico…
Essere Vincent Van Gogh vuol dire cercare di entrare nella sensibilità e nel mondo di un artista, proprio per riuscire a capire quali siano i presupposti che conducono ogni animo artistico all’espressione della creatività. Da dove nasce il colore? Questa è la vera domanda… Mi ritengo davvero fortunato: il fatto di essere credibile interpretando Van Gogh io lo devo al pubblico, sarebbe solo una dimostrazione di superbia da parte mia affermare semplicemente di ‘essere Van Gogh’… Non posso arrogarmi tale diritto. A volte ho la sensazione di condividere con gli spettatori il fatto che loro possano osservare qualcosa in me che assomigli a Vincent Van Gogh: è il processo creativo ad essere messo in scena, si riflette anche sulla fatica collegata alla creatività vissuta da ogni artista. Van Gogh non faceva delle semplici pennellate, piuttosto i suoi erano dei tocchi di colore, dei vortici di energia pura delineati da piccoli ritocchi… Un poeta come Rainer Maria Rilke diceva che per esprimere bene l’intensità di ogni parola all’interno di un verso occorre fare di tutto: per riuscire ad arrivare a quell’istante di bellezza, all’intuizione dell’arte, c’è bisogno di incamerare dentro se stessi tante cose compiendo anche delle rinunce e dei sacrifici”.

Il pubblico, secondo lei, quali aspetti può ritrovare dell’attore Alessandro Preziosi nel personaggio di Vincent Van Gogh?
Credo forse che possa ritrovare l’umanità dell’uomo. La grazia e la bellezza magnetica di certi suoi quadri nascono da una natura estremamente forte, animalesca e fisica, e anch’io vivo il palcoscenico in maniera ipnotica. Il mio essere sulla scena è sempre intenso: mi sembra di sentirmi, allo stesso tempo, animalesco ed aggraziato, percepisco il fatto di essere più cose insieme… In molti si immedesimano nella sorte toccata a Vincent Van Gogh: lui improvvisamente, a causa della sua follia, viene internato in un manicomio dove tutto è bianco. Questa privazione del colore a cui è sottoposto tocca profondamente lo spettatore perché è la dimostrazione di come la mente umana riesca comunque a sopravvivere, anche di fronte alla negazione dei nostri desideri più intimi e delle nostre pulsioni. Questa lotta in mancanza di ciò a cui aneliamo, questa battaglia a cui è destinato, prima o poi, ogni essere umano credo che commuova profondamente il pubblico. La consapevolezza di essere imbrigliati in qualcosa più grande di noi, e che non possiamo vincere, è un sentimento straziante e umano”.

Ogni artista, alla fine, è un folle?
In ogni incontro con un personaggio, io cerco di non caricare mai il carattere predominante. Che sia Vincent Van Gogh per quanto riguarda la follia oppure il mito di Don Giovanni con il suo potere seduttivo, è la verità senza maschere o inganni che deve mostrarsi sul palcoscenico. Credo che per essere artisti non si debba avere paura. L’attore, in particolare, sul palcoscenico è sempre molto vigile e attento perché sa che potrebbe commettere un errore. Solo in una situazione di pericolo l’attore riesce a dare il meglio di sé. Le mie scelte di attore sono sempre state fatte cercando una moralità, raramente mi è capitato di prendere delle decisioni per altre ragioni. Io in genere ho molto coraggio perché in scena condivido tutto: tristezza, felicità, terrore… Il pubblico diventa allora l’altra metà di me: posso entrare in scena anche molto distratto e pieno di timori, ma è il desiderio di umanità – la mia ricerca costante – che mi fa arrivare finalmente a non avere paura. Credo che per riuscire a avere fortuna in questo lavoro sia necessario avere una grande umanità, un grande amore per l’uomo e quindi per lo spettatore”.

Partendo da una carriera sicura con una laurea in giurisprudenza e con una prospettiva anche di un percorso forte nel mondo accademico universitario, lei ha scelto fermamente nella sua vita di diventare attore. Che cosa l’ha spinta a lasciare la strada più sicura per gettarsi a capofitto nell’incertezza e nella precarietà, caratteristiche che per definizione sono legate al mestiere dell’attore?
Scegliendo di compiere tanti piccoli atti di coraggio e di spregiudicatezza: è così che sono diventato attore. Ci sono dei momenti nella vita in cui si individuano delle cose future, degli istanti infiniti in cui prevedi certe emozioni che ti riguardano visceralmente. Sai che ancora non riesci a toccare con esattezza quello che desideri, ma lo intuisci e lo impari a vedere con spregiudicatezza e coraggio, appunto, due condizioni essenziali per riuscire a costruire un tuo ipotetico futuro. In quella fase della mia vita era importante pensare all’aspetto lavorativo, ma ancora di più diventava fondamentale per me ascoltare le mie passioni. Il teatro è qualcosa che, quando lo incontri, ti rapisce e cambia il tuo modo di stare al mondo. Ad un certo punto il teatro diventa l’unico posto in cui ti senti davvero a tuo agio”.

La sua valigia di attore: cosa contiene oggi in più rispetto al passato? Com’è cambiata, nel corso del tempo, la sua quotidianità di attore?
Nella mia valigia ci sono molti più libri… In tournée sono sempre stato molto pigro e in genere non ho mai letto tanto in viaggio, invece il mio mestiere di attore adesso si accompagna quotidianamente e costantemente ai libri. Ultimamente ho letto L’arminuta di Donatella Di Pietrantonio, vincitrice del Premio Campiello, e la traduzione dell’Ecclesiaste fatta da Erri De Luca, un libro bellissimo, e ora sto leggendo uno scrittore come Roberto Calasso, difficilissimo… Mi piace leggere: nella parola scritta ritrovo delle immagini, come se fossero delle storie raccontate su un palcoscenico, che mi legano agli autori e mi riguardano profondamente”.
Foto di Tristan Fewings per Getty Images




QUADERNI della PERGOLA, febbraio 2018, "La paura" pagine da 16 a 19








aggiornamenti, date, interviste, rassegna stampa selezionata da


Alessandro Preziosi official Forum arrivederci al 2019

se trascrivi per gentilezza cita
www.alessandropreziosi.tv



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Marisol



Registrato: 07/01/11 10:40
Messaggi: 3525
Residenza: Madrid

MessaggioInviato: Lun Apr 16, 2018 09:20    Oggetto: Rispondi citando




¡Enhorabuena por tu gran éxito mi querido Ale!

Ayer nos despedidos de Vincent Van Gogh, pero no es un “adiós” definitivo, es un “hasta la próxima”, porque en próximo año si Dios quiere, volverá a enloquecernos en enero, con una segunda turné.

Ayer después de un éxito ensordecedor, estrepitoso, grandioso, también nos despedimos de Ale, pero tampoco es un “adiós”, tu despedida es un “hasta pronto” en el mes de junio con una lectura de la célebre novela de William Faulkner, “Moby Dick”.



Ahora toca descansar de esta maravillosa, pero agotadora locura, que te ha llevado por los teatros de Italia. Una extraordinaria locura que comenzó el 27 de junio del año pasado en Nápoles, y recomenzó el 20 enero de este año hasta ayer en Chieti.

Mi querido Ale, te deseo de todo corazón, un tranquilo y feliz descanso. Qué todo lo que hagas, durante este periodo de pausa, programado o no, sea un éxito, pero sobre todo, te deseo que seas feliz.

¡Un beso con gran y sincero cariño desde Madrid y hasta tu vuelta!




TVB Ale Wink Wink!

Marisol

_________________
La vera ricchezza è prendere la vita con amore, donando amore.



Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marystone



Registrato: 12/11/11 18:10
Messaggi: 3638
Residenza: Palermo

MessaggioInviato: Lun Apr 16, 2018 17:39    Oggetto: Rispondi citando


.....e anche questa tournèe è finita!!! Smile Smile

Carissimo Ale spero che dopo questa estenuante e bellissima tournèe tu possa riposare per ritrovare le energie che questo spettacolo ti ha tolto!
Chiudi la stagione con una grandissima ovazione che proviene da tutti i teatri d'Italia...leggendo tutte le critiche e le varie recensioni.
Il pubblico (me compresa) ti ha applaudito e i giornali hanno scritto cose bellissime su di te. Hanno usato tutti gli aggettivi che il dizionario potesse contenere per definire la tua eccelsa....immensa...magnetica....superba...intensa...magistrale....superlativa....ecc.ecc..... interpretazione. Non ho letto neanche una critica che fosse negativa!!! Quindi meriti tantissimi applausi da parte nostra e da parte di tutti!!! Laughing Laughing Laughing
Van Gogh può ritenersi soddisfatto!!! Laughing Laughing Wink

Spero di poterti rivedere l'anno prossimo sul palco e poterti riapplaudire!! Laughing Laughing

Complimenti ancora grande Ale e CHAPEAU A TE per le grandi emozioni che riesci sempre a regalare quando reciti!!! Laughing Laughing Laughing

TVB e un forte abbraccio Smile Smile
mariella
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 16, 17, 18  Successivo
Pagina 17 di 18

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy