ContoCorrente  Eventi  Shopping
Home Page Personal Curriculum Photo Gallery


 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

TOURNE' 2018 - 2019 ALE con VAN GOGH
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 28, 29, 30, 31  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Ven Gen 25, 2019 19:15    Oggetto: Aperitivo Benefico con PREZIOSI a favore ADRICESTA - Pescara Rispondi citando





PESCARA Aperitivo di Beneficenza ADRICESTA Onlus

con ALESSANDRO PREZIOSI protagonista nella pièce

VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco


a favore Progetto ARREDI PEDIATRIA O.C. PESCARA


avviso importante: i posti disponibili sono ESAURITI!








martedì 29 gennaio 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30

con "Prosciutteria Firenze" presso il CENTRO MAICO

c.so Vittorio Emanuele II, 108 - angolo via Ravenna










dal 2004! ADRICESTA ONLUS va in aiuto dei Bambini

Ospedalizzati, a livello nazionale, con Progetti Solidali


a sostegno dei Malati, dell'Infanzia e della Famiglia, e

del processo di Umanizzazione dei Reparti di degenza


ALESSANDRO PREZIOSI è nostro testimonial ufficiale

dedicando il suo forum personale fin dalla fondazione




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Ven Gen 25, 2019 20:04    Oggetto: Donazione x ADRICESTA ONLUS x ARREDI PEDIATRIA O. C. PESCARA Rispondi citando





AIUTA il Progetto Solidale "ARREDI PER IL REPARTO

DI PEDIATRIA DELL'OSPEDALE CIVILE DI PESCARA"


ideato e promosso dall'Associazione Adricesta Onlus

sostienilo contribuisci diffondi e condividi l'appello di




          by GiuRen



care lettrici e lettori del Forum ufficiale di Alessandro Preziosi, per il Progetto

ARREDI Reparto PEDIATRIA dell'O.C. di PESCARA, consideriamo la possibilità

di partecipare alla Donazione del Cuore: un piccolo gesto può un significato

grande nella raccolta fondi della nostra Onlus
Grazie per il generoso sostegno



da casa ♥

      per essere assiduo, con Alessandro Preziosi, in aiuto di

      ADRICESTA ONLUS,
      a favore dei Bambini Ospedalizzati

      Dona e invita a Donare persone di buon Cuore come te






        causale DONAZIONE del Cuore per "Progetto

        ARREDI Reparto PEDIATRIA O. C. PESCARA"







      tramite conto corrente Poste Italiane N. 57004889 intestato:

      ADRICESTA Onlus, Via Renato Paolini 47 | 65124 Pescara PE

      IBAN: IT74G0760115400000057004889 | BIC: BPPIITRRXXX



      o bonifico bancario su C/C BANCO BPM - agenzia 334 ROMA

      IBAN: IT42B0503403289000000001155 - SWIFT: BAPPIT22



          intestato ADRICESTA ASL Direzione Generale

          Via Renato Paolini, 47 - 65124 PESCARA (PE)





        scegliamo offerta libera per donare on line a mezzo

        carta di credito in sicurezza via
        PagOnline UniCredit




        un personale amorevole dono per Beneficenza

        quanto versare sia il nostro Cuore a suggerirlo



        e per la Legislazione Italiana in materia fiscale

        la Donazione sarà deducibile al momento della

        prossima dichiarazione dei redditi se compilata



      i dati personali saranno solo ed esclusivamente custoditi da

      ADRICESTA ONLUS secondo le norme a tutela della privacy





_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Ven Gen 25, 2019 20:50    Oggetto: VINCENT VAN GOGH in tour 26-27/01/19 al Teatro VERDI di PISA Rispondi citando





VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo



26 e 27 gennaio 2019, Teatro Com.le VERDI di PISA








    . Fondazione "Teatro di Pisa" . Regione Toscana

    . MiBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali

    . FTS Fondazione TOSCANA SPETTACOLO Onlus







con Alessandro Preziosi, protagonista dello spettacolo

ci sarà pure il Desk dell'Associazione Adricesta Onlus,

di cui l'artista è testimonial, un pretesto di Solidarietà











_________________


L'ultima modifica di genziana il Lun Gen 28, 2019 01:47, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
freccia tricolore 33



Registrato: 13/06/07 19:44
Messaggi: 16668
Residenza: Pisa

MessaggioInviato: Ven Gen 25, 2019 23:39    Oggetto: Ci vediamo domani Rispondi citando


Ci vediamo domani
_________________
Adriana
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Dom Gen 27, 2019 15:24    Oggetto: VINCENT VAN GOGH al SOCIALE di COMO 24-25/01/19 - recensione Rispondi citando




VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo



24-25/01/19 al Teatro SOCIALE di COMO recensione




ha scritto:




    Il VAN GOGH dell’antidivo PREZIOSI

    Discesa nella vertigine d’artista | a COMO

    due intense e fortunate repliche al Sociale

a cura di Sara Cerrato
LA PROVINCIA quotidiano ed. Como, Spettacoli pag. 56 27/01/19






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Lun Gen 28, 2019 18:54    Oggetto: VINCENT VAN GOGH 26-27/01/19 Teatro VERDI, PISA - recensione Rispondi citando









VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo



26-27 gennaio 2019 PISA, Teatro VERDI; recensione




ha scritto:



    Al Teatro Verdi di Pisa grande successo per

    Alessandro Preziosi nei panni di VAN GOGH







PISA – Applausi infiniti per uno strepitoso Van Gogh inscenato dall’attore Alessandro Preziosi. Lo spettacolo dal titolo “Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco” è stato portato in scena sabato 26 gennaio al Teatro Verdi di Pisa e domenica 27 gennaio.

Pittore, artista mondiale, figura professionale ammirata da tutti, ma soltanto dopo la sua morte. Il Van Gogh portato in scena è presentato nell’ultimo anno della sua vita, quando, accusato di demenza, fu rinchiuso nel manicomio di Saint Paul. Ed è proprio lì che una maestosa scenografia racchiude tutto lo spettacolo incentrandosi sulla pazzia del protagonista e su rumori assordanti dovuti a pensieri, rabbia e all’assenza di colori, linfa vitale per lui. Ambientato nel 1889, emerge dalla rappresentazione l’impotenza di non poter fare ciò che ama, cioè dipingere, lo porta a nascondere tele fatte di materiale sostitutivo, sotto il letto; lo porta a supplicare il fratello Theo nel guardare la realtà e liberarlo da quella prigione. Non è più il Van Gogh dall’estro artistico, bensì un pittore consumato dalla troppa creatività.

Un vero e proprio thriller psicologico capace di lasciare lo spettatore con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.
Non è mancata l’ironia che costeggia il singolo protagonista nei gesti e nelle parole; l’astuzia nel cercare escamotage per poter uscire; lo scherno verso un dottore che reputa incompetente ma a cui deve restare sottomesso.

Un tripudio di emozioni ha arricchito lo spettacolo, apprezzato da tutti con rumori assordanti di battiti di mani e sorrisi, a conferma di un esito più che positivo.



di Maria Bruno, 28/01/19 - pubblicato via PISAnews.NET |Spettacoli










_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Lun Gen 28, 2019 19:15    Oggetto: VINCENT VAN GOGH - 29-30/01/2019 al Teatro CIRCUS di PESCARA Rispondi citando



ha scritto:







VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo



29 e 30 gennaio 2019 al Teatro CIRCUS di PESCARA


STM Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara"

. in collaborazione con Fondazione PESCARABRUZZO

. con il sostegno di Regione Abruzzo e MiBAC









con Alessandro Preziosi, protagonista dello spettacolo

ci sarà pure il Desk dell'Associazione Adricesta Onlus,

di cui l'artista è testimonial, un pretesto di Solidarietà







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2019 12:06    Oggetto: VINCENT VAN GOGH - 29-30/01/2019 al Teatro CIRCUS di PESCARA Rispondi citando



ha scritto:




la pazzia bianca di Van Gogh con Alessandro Preziosi

.oggi e domani al CIRCUS di PESCARA, lo spettacolo
."L'odore assordante del bianco" - scritto da Stefano
.Massini, ispirato al pittore nel manicomio di S. Paul


di Giuliano Di Tanna

IL CENTRO Quotidiano dell'Abruzzo , Cultura e Spettacoli pag. 44 29/01/19








PESCARA Aperitivo di Beneficenza ADRICESTA ONLUS

con ALESSANDRO PREZIOSI oggi, martedì 29 gennaio

avviso importante: i POSTI disponibili sono ESAURITI!




_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Mar Gen 29, 2019 12:30    Oggetto: PESCARA, Aperitivo Solidale con PREZIOSI per ADRICESTA Onlus Rispondi citando



ha scritto:




      Alessandro PREZIOSI e VAN GOGH:

      l’attore diviso fra palco e solidarietà



VINCENT VAN GOGH: anche il mondo del Teatro rende omaggio all’artista olandese. Stefano Massini e la regia di Alessandro Maggi con l’intensa interpretazione di Alessandro Preziosi firmano Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco, uno spettacolo immenso e potente sulla reclusione del pittore e sulla sua tormentata follia. Lo spettacolo arriva a Pescara, nel cartellone della Società del Teatro e della Musica, questa sera alle 21 e in replica pomeridiana domani alle 17 al Circus.

Alessandro Preziosi con la sua poderosa interpretazione sfodera tutto il suo talento attoriale e umano, non solo sul palco ma anche nella vita privata. Attivo e sensibile anche sul sociale, l’attore è da anni testimonial di Adricesta Onlus in aiuto ai Bambini Ospedalizzati. A Pescara parteciperà al piacevole incontro di Solidarietà, l’Aperitivo Benefico, un brindisi prima dello spettacolo teatrale presso l’Istituto Acustico Maico, a favore del Progetto ARREDI PEDIATRIA di Onlus ADRICESTA e di Mauro Menzietti di Maico.


di Cristina Squartecchia ©RIPRODUZIONE RISERVATA
IL MESSAGGERO edizione Abruzzo - PESCARA, pag. 33 29/01/19










_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Mer Gen 30, 2019 17:25    Oggetto: VINCENT VAN GOGH al Circus di PESCARA 30/1 rinviata al 14/02 Rispondi citando



"Vincent Van Gogh" - in merito alla replica del 30 gennaio

che era in programma nel pomeriggio al Circus di Pescara,

Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" comunica:



La replica pomeridiana di "Vincent Van Gogh. L'odore assordante del bianco" è
stata annullata a causa delle cattive condizioni di salute di Alessandro Preziosi.
Dopo la replica serale di ieri, l'attore è stato colto da un fortissimo attacco influenzale.

La pomeridiana odierna verrà recuperata all'interno della presente Stagione:

giovedì 14 febbraio 2019, alle ore 17:00 e sempre al Teatro Circus di Pescara.



_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Beate-1969



Registrato: 16/04/12 20:20
Messaggi: 2844
Residenza: Deggendorf/Deutschland

MessaggioInviato: Mer Gen 30, 2019 20:56    Oggetto: Rispondi citando


Mio caro amico Alessandro!

Mi spiace moltissimo!


Ti prego



Ti auguro tutto megliori con tutto il mio cuore!




TVBTTT!

Ti prego cura di te!



Un abbraccio fortissimo e caldo

Bea

_________________


Mi dispiace per il mio cattivo italiano

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Ven Feb 01, 2019 12:54    Oggetto: VINCENT VAN GOGH al Comunale di CARPI (MO) dal 1° al 3/02/19 Rispondi citando



ha scritto:





Sold out A CARPI - MASSINI dirige PREZIOSI :

ritratto di VAN GOGH negli ultimi giorni di vita.





CARPI. Alessandro Preziosi è il protagonista dello spettacolo “Vincent Van Gogh. L'odore assordante del bianco”, scritto da Stefano Massini per la regia di Alessandro Maggi, in scena al Teatro Comunale l'1 e il 2 febbraio alle 21 e domenica alle 16. Con Preziosi sul palco anche Francesco Biscione, Massimo Nicolini, Roberto Manzi, Alessio Genchi e Vincenzo Zampa.
Sono sufficienti due nomi a suscitare attesa per “Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco”. Quello di Stefano Massini, uno dei drammaturghi italiani più accreditati a livello internazionale e quello di Alessandro Preziosi, attore di talento, di cui il pubblico ha applaudito molte tappe della brillante carriera: dall’irruente Laerte interpretato giovanissimo in “Amleto” accanto a Kim Rossi Stuart, ai seduttivi e recenti Cyrano de Bergerac e Don Giovanni. Una galleria cui si aggiunge ora il profilo complesso del pittore olandese, al centro del testo di Massini che ha ottenuto il Premio Tondelli - Riccione Teatro. Il testo di Massini ritrae l’artista nella parte finale della sua dolorosa esistenza, quando è ricoverato al manicomio di Saint-Rémy de Provence. Qui riceve la visita del fratello Theo, cui è legatissimo. È Theo infatti che lo sostiene, anche economicamente, nella sua parabola d’artista e che conserva alla sua morte tutti i capolavori (Van Gogh, nella sua vita, vendette un unico quadro). Ancora oggi è la corrispondenza fra i due fratelli (pubblicata nel 1913) a rivelare agli studiosi segmenti fondamentali del pensiero dell’artista. Il confronto fra Vincent e Theo è il cuore anche di questa pièce: «Il serrato e tuttavia andante dialogo fra Van Gogh e suo fratello - anticipa il regista Alessandro Maggi - propone non soltanto un oggettivo grandangolo sulla vicenda umana dell’artista, ma piuttosto ne rivela uno stadio sommerso. La tangente che segue la messinscena resta dunque sospesa fra il senso del reale e il suo esatto opposto. In una spaccatura in cui domina la sola logica della sinestesia, nella quale ogni senso è plausibilmente contenitore di altri sensi, modulandone infinite variabili». Ecco dunque il motivo per cui fin dal titolo si è invitati a pensare all’“odore” del bianco, quel bianco vuoto e assurdo che imprigiona Van Gogh nella sua stanza manicomiale. Autoritratti, sfociano in laceranti contrasti interiori, ma anche in opere dall’emozione eterna. Biglietti esauriti. —



GAZZETTA DI MODENA - Tempo Libero pag. 33 TEATRI, 01/02/2019







VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo



dal 1° al 3 febbraio, Teatro Comunale di CARPI (MO)



    Incontro con Alessandro Preziosi e la Compagnia sabato 2

    febbraio alle 18:00 nel Teatro Comunale - ingresso libero.






con Alessandro Preziosi, protagonista dello spettacolo

ci sarà pure il Desk dell'Associazione Adricesta Onlus,

di cui l'artista è testimonial, un pretesto di Solidarietà

















nel Comunale di Carpi, uno splendido trionfo in scena

Alessandro per te l'affettuoso applauso del tuo Forum







_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 02:06    Oggetto: VINCENT VAN GOGH - 26-27/01/19 PISA Teatro VERDI, recensione Rispondi citando





VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo



26-27 gennaio 2019 PISA Teatro VERDI - recensione




ha scritto:




Il labirinto
pittorico, mentale e umano di Vincent Van Gogh





Grande successo per lo spettacolo VINCENT VAN GOGH l’odore assordante del bianco, di Stefano Massini, andato in scena lo scorso weekend sul palco della Fondazione Teatro Verdi di Pisa. A dare vita al tormentato pittore è stato l’attore Alessandro Preziosi, con la regia di Alessandro Maggi.

Il testo VINCENT VAN GOGH l’odore assordante del bianco ha vinto il Premio Tondelli a Riccione Teatro 2005 per la "scrittura limpida, tesa, di rara immediatezza drammatica, capace di restituire il tormento dei personaggi con feroce immediatezza espressiva" (dalla motivazione della Giuria).

LA TRAMA - È il 1889 e l’unico desiderio di Vincent Van Gogh è quello di uscire dalle austere e fredde mura del manicomio di Saint-Rémy in Provenza, nel quale è stato internato dopo numerosi episodi di instabilità psichica ed emotiva. Curvo, tremante e tormentato dalle allucinazioni, Vincent ha il divieto di dipingere a seguito di un tentato suicidio con l’ingerimento dei suoi tubetti di colori. Tutto intorno a lui è bianco ed i colori sembrano solo un ricordo. Questa assenza forzata non fa altro che accentuare la sua forte depressione. «In manicomio tutto è bianco. Anche i fiori».

Ed è qui che riceve la visita dal fratello Theo (Massimo Nicolini). Inizialmente il dialogo sembra essere reale, ma quando entra il Dottor Vernon-Lazàre (Roberto Manzi) con gli infermieri Roland (Vincenzo Zampa) e Gustave (Alessio Genchi), tutto si ribalta. Realtà, ricordi e allucinazioni convivono sul palco fino all’arrivo del direttore del manicomio, il Dottor Peyron (Francesco Biscione), che cerca una “cura” alternativa alla malattia mentale mediante l’ipnosi.

Il labirinto pittorico, mentale e umano di Van Gogh

Lo spettacolo è come un “thriller psicologico che ruota attorno al tema della creatività artistica”, portando lo spettatore alla riflessione sulla condizione dell’arte e dell’artista nel mondo contemporaneo. Dalla vicenda biografica di Van Gogh, Stefano Massini mostra “il labile confine tra verità e finzione, tra follia e sanità, tra realtà e sogno”.

L’immagine che tutti noi abbiamo di Van Gogh è quella di un outsider, che lo ha reso il prototipo del genio incompreso, dell’artista pazzo ed intuitivo. Attraverso la vicenda inquieta e tragica di Van Gogh, lo spettacolo ha indagato il labirinto pittorico, mentale e umano dell’artista, afflitto da un disagio esistenziale in un mondo sempre più alienante.

Realtà, allucinazione e catarsi

Immerso in uno spazio bianco, accentuato da una luce fredda, la scena si apre con Vincent (Alessandro Preziosi), seduto sopra un pavimento scosceso. Tutto sembra distorto, come la pazzia che domina l’artista.

Un’interpretazione di Preziosi che con grande studio e maestria ha saputo dosare le energie, mostrando le varie sfumature dell’artista: follia, rabbia, speranza, solitudine, lucidità. Le inquietudini di Vincent, sospeso in uno spazio acromatico e senza tempo, hanno preso forza nelle domande incalzanti rivolte a Theo per essere sicuro della sua esistenza o nei moti di rabbia contro un mondo che lo etichettava come schizofrenico. Anche le gestualità hanno avuto un grande valore drammaturgico, come i passi incerti ed il muovere le mani con impazienza e nervosismo sia nello spazio, che sul proprio corpo.

L’incontro con gli infermieri e il Dottor Vernon-Lazàre è decisivo: la realtà viene svelata e Theo si mostra essere un’allucinazione. Il crollo psicologico di Vincent, ormai giunto al limite, avviene dopo aver assistito alla distruzione di una sua tela da parte del dispotico dottore. Il tentato omicidio di quest’ultimo da parte dell’artista avviene al rallenty, come se anche il tempo fosse alterato e distorto.

Durante l’ipnosi del Dottor Peyron (Francesco Biscione), incalzante ed intensa, Vincent mostra le proprie emozioni ed i suoi pensieri più profondi. Per la prima volta la luce cambia posizione e l’ombra del suo corpo viene proiettata sulle pareti bianche, come un disegno. L’ipnosi si interrompe e una luce gialla avvolge il protagonista. Il pittore, dopo una lunga catarsi, ritrova la speranza, la sua creatività e quel giallo tanto desiderato dei suoi amati girasoli.

Fragorosi applausi per gli attori che, spossati da questa intensa esperienza, hanno aperto il sipario mostrandosi in un breve raccoglimento a testa bassa, per dare il tempo ai loro personaggi ed alle forti emozioni appena vissute di defluire.




Marta Sbranti, 01/02/2019 - pubblicato via UNINFONEWS.IT Cultura

informazione ad ampio raggio, gestito da ragazzi di diverse realtà territoriali in piena libertà e senza alcun vincolo editoriale






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 03:12    Oggetto: VINCENT VAN GOGH dal 16 al 20/01/2019 PERUGIA - recensione Rispondi citando




al Teatro Morlacchi di PERUGIA 20/01/19 recensione


VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo





ha scritto:




. TEATRO MORLACCHI - PERUGIA. PREZIOSI E’

. VAN GOGH CON L’OSSESSIONE DEL BIANCO.










L’OSSESSIONE DEL BIANCO. Per un pittore una tela bianca. O una parete assurdamente bianca, un vuoto da colmare con quadri appesi “vorrei qualche dipinto di Degas o Gauguin e chiedi a ognuno... senti se vogliono un quadro mio. Ma no, non li potrei appendere qui, sarebbe come rinchiudere anche loro… qui dentro” esordisce Preziosi-Van Gogh, rivolgendosi al fratello Theo, immagine cara, protagonista di un fitto epistolario con il pittore sono alla morte, ma qui fantasma del delirio. E il qui dentro è la stanza perfettamente bianca e asettica del manicomio di Saint Paul che accolse Vincent in uno dei suoi deliri. E lo smarrimento, il senso di vuoto dell’“odore assordante del bianco” dove i cinque sensi sono annullati da quel biancore che non ha colore, non ha odore, non ha rumore. Che significa silenzio e freddo.

MA IL BIANCO è un colore, è il colore che li contiene tutti e per questo è annullato nelle sue troppe infinite potenzialità da diventare acromatico. E anche qui il bianco diventa l’annullamento del tutto, diventa il “non colore” di una follia privata di ogni stimolo sensoriale. Persino capire ciò che è reale e ciò che non lo è diventa difficile per il protagonista e anche per noi spettatori, che rimaniamo sospesi nell’attesa di capire. Reale il caro fratello Theo o forse no, solo apparizione della mente, forse reale il direttore del manicomio che prova su Vincent le cure legate alle nuovissime teorie freudiane sull’inconscio. Cure basate anche sull’ipnosi, per penetrare una “mente isterica” che necessita di “una prolungata osservazione psichiatrica”, ma dalla quale si intravede l’anormale genialità.

UN BRAVISSIMO PREZIOSI - VAN GOGH, ora lucido nel voler fuggire da quella latente assenza del colore, ora delirante sulla esatta consistenza della realtà che vive, “questa follia è come un sogno, non distinguo più dove sono…” , ora prostrato dal manifestarsi della malattia, ora mosso dal guizzo di genialità. E un bravissimo Preziosi-attore proteso a rappresentare il tormento del personaggio, carico di espressività mimica e gestuale ora in una raggomitolata posa fetale, ora raggrinzito, rattrappito, annullato, disteso e condannato al letto di contenzione, ora in movimento smarrito tra le tre pareti della stanza. Dove la quarta parete è la nostra, di noi che assistiamo, da spettatori, a questo dibattersi, inerti e sospesi. Sospesi nell’attesa di capire. Sospesi tra una realtà e l’irrealtà che si muovono tra piani paralleli.
Là dove vive il sottile filo rosso tra follia e sanità, tra verità e finzione. Tra la realtà e il sogno.



"…i colori arrivano da quello che portano gli occhi, ed escono dalla punta del pennello…Tu, ti lasci attraversare e non vivi più per te stesso, ma per l’essenza delle cose…crocifisso su quel cavalletto” (Preziosi - Van Gogh)


“Ho fatto, sempre come decorazione, un quadro della mia camera da letto, con i mobili in legno bianco, come sapete. Ebbene, mi ha molto divertito fare questo interno senza niente, di una semplicità alla Seurat; a tinte piatte, ma date grossolanamente senza sciogliere il colore; i muri lilla pallido; il pavimento di un rosso qua e là rotto e sfumato; le sedie e il letto giallo cromo; i guanciali e le lenzuola verde limone molto pallido; la coperta rosso sangue, il tavolo da toilette arancione; la catinella blu; la finestra verde. Avrei voluto esprimere il riposo assoluto attraverso tutti questi toni così diversi e tra i quali non vi è che una piccola nota di bianco nello specchio incorniciato di nero, per mettere anche là dentro la quarta coppia di complementari ” (Vincent Van Gogh, dalla lettera all’amico Gauguin). La camera di Vincent ad Arles (Arles, ottobre 1888); olio su tela, Van Gogh Museum, Amsterdam.




Marilena Badolato, 25/01/19 - pubblicata via MarilenaBadolato.it blog






_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
genziana



Registrato: 22/03/04 13:40
Messaggi: 34905

MessaggioInviato: Dom Feb 03, 2019 03:15    Oggetto: VINCENT VAN GOGH - 13/01/19 al ROSSINI di PESARO, recensione Rispondi citando




VINCENT VAN GOGH - L'odore assordante del bianco

produz. KHORA.teatro |TSA Teatro Stabile d'Abruzzo



dal 10 al 13/01/19 Al Rossini di PESARO |recensione




ha scritto:



Pesaro, Alessandro Preziosi è Vincent Van Gogh



Pesaro – Vincent Van Gogh in mostra, al cinema, in libreria e adesso anche a teatro. Il pittore maledetto che ha regalato all’umanità centinaia di capolavori è il protagonista di un momento storico a lui particolarmente favorevole: sembra quasi essere scoppiata una moda, e ben venga se ciò serve a far meglio conoscere un artista senza eguali. Non poteva quindi mancare la sua interpretazione a teatro, che vede la recitazione di Alessandro Preziosi e la regia di Alessandro Maggi.

VINCENT VAN GOGH. L’odore assordante del bianco” è il nome del testo scritto da Stefano Massini qualche anno fa e vincitore del Premio Tondelli Riccione Teatro 2005; arriva sulle scene soltanto oggi, con un ottimo cast affiancato da un'altrettanta ottima produzione, per comunicare agli spettatori tutto il disagio che Van Gogh visse quando venne rinchiuso nell’ospedale psichiatrico di Saint Paul. Tuttavia, ben lungi dall’essere una performance teatrale che si limiti solo alla figura del pittore, qui la sua storia costituisce un punto di partenza per affrontare temi assai complicati: la malattia, l’atteggiamento nei confronti del diverso, il rapporto tra arte e società, la psicologia di una mente fuori dall’ordinario.

A Pesaro al Teatro Rossini per più serate, grazie alla collaborazione dell’AMAT, Alessandro Preziosi ha saputo farsi apprezzare in un ruolo di difficile interpretazione: il minimalismo della scenografia, la quasi totale mancanza di azione e la presenza di pochi attori hanno consentito di puntare per l’intera durata dello spettacolo i riflettori su Preziosi, che dunque ha dovuto dare il meglio di sé per risultare credibile nel personaggio di Vincent Van Gogh. E chi mai sarebbe potuto essere più ostico da affrontare? Visionario, impulsivo, ingenuo e generoso quanto burbero e talvolta pericoloso, Van Gogh è stato un uomo che non può essere raccontato senza la sua arte, né senza la sua follia. Entrambe sono infatti presenti nel testo di Massini attraverso quella che è stata definita una “scrittura limpida, tesa, di rara immediatezza drammatica, capace di restituire il tormento dei personaggi con feroce immediatezza espressiva”.

Se la prima parte dello spettacolo si concentra più sulla vita e le vicissitudini di Vincent, grazie a un immaginario incontro con il fratello Theo, la seconda lascia invece la traccia storica per indagare il rapporto tra medico e paziente, mettendo in evidenza i diversi approcci alla malattia mentale susseguitisi nel corso dei secoli. Non esistono di fatto soluzioni né cure; esiste però l’importanza del paziente, il quale racchiude in sé un grande mondo da scoprire e amare. Quello di Van Gogh è fatto prima di tutto di colore, ecco perché il bianco del manicomio rappresenta per lui un supplizio ben peggiore dei bagni ghiacciati. Si può togliere il colore a un artista? Si può impedire di dipingere a un pittore, o negare l’atto della creazione a una mente interamente votata alla creatività artistica?

Questi sono solo alcuni dei temi su cui si sofferma “VINCENT VAN GOGH. L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO”, un lavoro accurato, profondo, interessante da andare a vedere per i molti spunti di riflessione che è in grado di aprire. Dopo Milano, Firenze e altre località, la tournée è ancora in corso, perciò sono molte le città italiane in cui Preziosi e il suo staff faranno tappa, talvolta incontrando il pubblico come è successo a Pesaro: Carpi, Piacenza, Mantova, Trento sono ad esempio solo alcune delle destinazioni in calendario.



Chiara Giacobelli, 16/01/19; pubblicato via AFFARITALIANI.it Cultura

































_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Forum Alessandro Preziosi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 28, 29, 30, 31  Successivo
Pagina 29 di 31

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2002 phpBB Group
phpbb.it
Copyright © ADRICESTA ONLUS - Tutti i diritti riservati

Privacy Policy